Comune di Grugliasco

16 NOVEMBRE 2017 - VIAGGIO DELLA MEMORIA DI UNA EX BAMBINA EBREA DEL CAMPO PROFUGHI DI GRUGLIASCO

Ci sono luoghi che pur non avendo mai visto si portano nel cuore. Hannah Ben Zeev insieme al marito Israel è arrivata giovedì 16 novembre, a Grugliasco per visitare il luogo dove è nata anni fa. Lei, infatti, è una delle tante bambine vissute per alcuni anni a Grugliasco nel Campo 17 gestito dal 1943 al 1949 dall'Unrra (Union Nation Relief and Rehabilitation Administration). Un porto sicuro per i tanti ebrei sfuggiti alla Shoah e provenienti dall'Est Europa. Un luogo di cui lei sapeva poco o nulla.

Emozionata Hannah Ben Zeev, 71 anni, all'ex campo profughi ebrei, in piazza Morselli, Grugliasco, fa parte del numeroso gruppo di persone del Campo grugliaschese dell'U.N.R.R.A. (United Nation Relief and Rehabilitation Administration) che dal 1943 al 1949 ha accolto i profughi ebrei sopravvissuti alla Shoah e provenienti dall'est europeo e in transito prima di raggiungere nuove destinazioni in cui rifarsi una vita.

Nell'ex campo profughi ebrei l'hanno attesa l'assessore all'urbanistica Emanuele Gaito, l’assessore all’istruzione e alla cultura Emanuela Guarino e Maria Teresa De Palma storica ricercatrice e archivista del comune di Grugliasco, che ha organizzato l'incontro.

Prima di pranzo il trasferimento in Municipio nell’atrio della sala consiliare, hanno visitato la mostra “Campo 17” che illustra con documenti e fotografie alcuni aspetti particolarmente significativi della vita del Campo dell'U.N.R.R.A. (United Nation Relief and Rehabilitation Administration). All'interno della mostra anche 7 opere realizzate per l'occasione degli artisti dell'Associazione Sezione Aurea di Grugliasco in collaborazione con Franca Mastromarino responsabile dell’ufficio cultura che ha curato la mostra.

Lo scorso 6 aprile l’Amministrazione aveva già accolto i cittadini israeliani e statunitensi: Haim Frenkel, Sara Guttman, Peter Tannenbaum e Felicia Wax.

Breve storia del Campo profughi di Grugliasco

La Croce Rossa organizza e gestisce il Campo sino al 5 luglio 1946, data in cui la struttura viene presa in carico dall’U.N.R.R.A. (United Nation Relief and Rehabilitation Administration), organismo fondato nel 1943 per l’aiuto ai profughi della seconda guerra mondiale ma che supportò anche le popolazioni locali nei primi, difficilissimi anni post bellici. Tra la fine del 1946 e il 1949 il DP Camp n. 17 di Grugliasco avrebbe ospitato sino a più di 2.000 profughi, quasi tutti ebrei, costituendo la più grande struttura di assistenza dell’U.N.R.R.A. (che nel 1947 avrebbe passato le consegne all’I.R.O., International Refugee Organization) nell’Italia del nord.

icophoto1 icovideo1 icodown1 icorss1

© 2012 Comune di Grugliasco (TO), Piazza Matteotti, 50 - CAP 10095, T. 011 4013000, P.IVA 01472860012 - grugliasco@cert.ruparpiemonte.it