Comune di Grugliasco

Questo sito utilizza cookies tecnici e analitici. Informazioni alla sezione Privacy in "Amministrazione Trasparente - Altri contenuti"

Cliccando su "APPROVO" o continuando la navigazione, dichiara di aver compreso le modalità di trattamento. Per saperne di piu'

Approvo

Sono aperte le candidature per partecipare a Bogia! il sistema di incentivi al chilometro per utilizzare la bici negli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro.

Si tratta della prima sperimentazione sul territorio piemontese del bike to work, possibile grazie a Vivo “Via le Vetture dalla zona Ovest di torino”, il progetto dei Comuni della Zona Ovest finanziato dal Ministero dell'Ambiente nell'ambito del Programma nazionale sperimentale per la mobilità sostenibile che vede la Città di Collegno capofila. Grazie al supporto di Regione Piemonte e 5T, i partecipanti al bando potranno utilizzare un dispositivo di tracciamento dei propri percorsi per il conteggio dei chilometri e il monitoraggio del proprio borsellino elettronico.

Come partecipare a Bogia: è possibile inviare la propria candidatura tramite il portale https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSd1qdZr5Vvg4iF5SxiFMyzF99CdR--mqdhSMn7gPz61jm-_nQ/viewform entro il 23 ottobre, dopo aver attentamente letto il bando pubblicato sul sito della Zona Ovest di Torino. Per i primi 100 candidati che rispettano i requisiti sarà inviata comunicazione di esito positivo. Potranno ritirare il dispositivo Pin Bike presso i rivenditori coinvolti. Dall’1 novembre si inizia a pedalare e guadagnare!

I contributi: per ogni chilometro percorso in bici nei tratti casa-lavoro e casa-scuola saranno riconosciuti 0,25 euro per chi pedala con una bici tradizionale 0,15 euro per chi pedala con una bici a pedalata assistita, fino ad un massimo di 50 euro al mese per quattro mesi. Per incentivare anche tutti gli spostamenti fatti in bici ogni settimana chi avrà percorso più chilometri potrà ricevere un contributo aggiuntivo di 25 euro (bici tradizionale) o 20 euro (pedala assistita).

A chi è rivolto? L'iniziativa è rivolta a lavoratori e studenti maggiorenni che risiedono nei Comuni della Zona Ovest e lavorano nel territorio della Città metropolitana di Torino oppure lavorano o studiano nei Comuni della Zona Ovest e risiedono nel territorio della Città metropolitana di Torino

 

Guarda il video tutorial: http://www.zonaovest.to.it/documenti/per_download/BOGIA%20_istruzioni.mp4

 

Maggiori info: http://www.zonaovest.to.it/

Leggi tutto...

E' stato pubblicato il 4° aggiornamento della Graduatoria definitiva per l'assegnazione di alloggi di edilizia sociale sul territorio del Comune di Grugliasco. Le richieste di inserimento in graduatoria sono state consegnate da ottobre 2017 ad aprile 2018. Al link è disponibile la graduatoria

Leggi tutto...

l'8/10/2019 è stata pubblicata la graduatoria provvisoria del 5° aggiornamento del Bando Generale n. 2, emesso ai sensi della Legge Regionale n. 3/2010 e s.m.i. in data 29.10.2015.

L'elenco sarà pubblicato per 30 giorni per consentire a chi lo ritenesse opportuno di inoltrare delle opposizioni, nel frattempo non potrà essere utilizzato per effettuare le assegnazioni.

Il termine per la presentazione delle oppozioni è il 7/11/2019, da inviare mediante lettera raccomandata in bollo a II° COMMISSIONE ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA c/o A.T.C. – C.so Dante 14 – 10134
TORINO.

Per ulteriori informazioni scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

L’amministrazione comunale di Grugliasco prosegue con la politica rivolta alla riduzione della plastica nelle scuole, dopo l’eliminazione delle stoviglie monouso dalle mense realizzata la scorsa settimana.

Prendendo esempio dall’esperienza di altre città italiane, anche il comune di Grugliasco ha deciso di distribuire gratuitamente, durante la giornata di lunedì 14 ottobre, a tutti gli allievi delle scuole statali e paritarie secondarie di 1° grado del territorio, oltre mille borracce di alluminio colorato.

La decisione è stata presa dalla Giunta. «Continuano le azioni di educazione ambientale per i nostri ragazzi – spiega l’assessore all’ambiente Emanuele Gaito – Dare lo borracce ai ragazzi non è un regalo, ma un gesto concreto per ridurre il consumo della plastica».

«Non vogliamo fare solo un gesto simbolico – afferma l’assessore all’istruzione Emanuela Guarino – ma continuare nel tempo, prevedendo di distribuire le borracce anche alle classi prime dei prossimi due anni per un totale di 2mila pezzi. Nella mia esperienza di insegnamento, infatti, vedo quotidianamente tutti gli allievi arrivare a scuola con una bottiglietta che poi gettano via».

Per giungere a questa decisione è stata determinante anche l’osservazione dei risultati derivanti dalla decisione presa lo scorso anno di raccogliere nelle aule e nei corridoi di tutte le scuole grugliaschesi i rifiuti plastici. L’Amministrazione è infatti convinta che differenziare sia utile a livello educativo ma che non sia più sufficiente, che sia oggi necessario evitare di produrre il rifiuto.

L’iniziativa va quindi nella direzione di superare gli obiettivi fissati dal nuovo Piano Regionale per i Rifiuti (che Grugliasco ha già raggiunto) che consistono nel miglioramento della percentuale di raccolta differenziata del 65%, nella riduzione dei rifiuti indifferenziati a 159 chili all’anno ad abitante e nella diminuzione dei rifiuti totali a 455 chili all’anno ad abitante.

Leggi tutto...

Ne beneficeranno circa 2000 alunni. Il provvedimento per diminuire l'inquinamento da plastica

Una scuola ecologica che, progressivamente elimina la plastica. Questo l'obiettivo che il comune di Grugliasco punta a raggiungere, tramite una serie di azioni cominciate lo scorso anno con l’introduzione della raccolta plastica nelle aule e nei corridoi e che continua ora con la sostituzione delle posate monouso con quelle di metallo, lavabili e riutilizzabili come quelle che usiamo a casa.

«Una scuola che punta da sempre alla mensa biologica e alla filiera corta (nata per non usare mezzi di trasporto inquinanti), nonché all’uso di imballaggi riutilizzabili, non poteva infatti continuare a produrre la quantità di rifiuti che l’uso di posate plastiche monouso comportava» - commentano il sindaco Roberto Montà e l’assessora all’istruzione Emanuela Guarino che mercoledì 9 ottobre, alle 13, hanno pranzato insieme ai bambini della scuola Ungaretti con la nuova dotazione di posate in acciaio.

«Con oltre 2mila pasti distribuiti quotidianamente nelle nostre mense, fino a ieri abbiamo gettato via, ogni giorno, almeno 6mila posate, azione che – con le consapevolezze dovute all’allarme ambientale globale - non era giustificata neanche dalla paura che posate in metallo potessero essere non adatte alle mense scolastiche Siamo contenti che tale idea - a cui l’Amministrazione stava già pensando da tempo (posate e stoviglie plastiche sono già state eliminate da tutte le manifestazioni pubbliche della Città) - ci sia stata sollecitata dalle famiglie e dalla commissione mensa, perché ha significato condividere una scelta dal grande valore educativo. Se la mensa è un momento didattico al pari di altri, e riconosciamo al tema dell'ambiente e dell'ecologia un posto fondamentale tra ciò che insegniamo ai nostri ragazzi, non potevamo esimerci dal dare il buon esempio».

A conti fatti, si tratta di una riduzione di oltre un milione di posate di plastica l’anno, in linea con quanto stabilito dal Parlamento Europeo, ma anticipando la normativa che prevede dal 2021 il divieto di utilizzo di una serie di oggetti usa e getta non biodegradabili come appunto piatti e bicchieri di plastica, giù eliminati da tutte le scuole.

Ma l’Amministrazione ha in mente nuove azioni in tal senso che, molto presto, saranno messe in campo.

Leggi tutto...

Limitazioni alla circolazione dei veicoli privati in vigore da giovedì 17 a lunedì 21 ottobre.

Tipo veicolo
- Benzina, gpl e metano Euro 0: Blocco di tutti i veicoli dalle 0:00 alle 24:00 festivi inclusi
- Diesel Euro 0 e Euro 1: Blocco di tutti i veicoli dalle 0:00 alle 24:00 festivi inclusi

- Diesel Euro 2 e Euro 3: Blocco di tutti i veicoli dalle 8:00 alle 19:00 dal lunedì al venerdì

 

Tutti i dettagli sulle misure antismog a tutela della salute, comprese le esenzioni, i relativi provvedimenti con lo schema dettagliato delle limitazioni e la mappa del territorio interessato sono reperibili nei files allegati di seguito. 

Le eventuali ulteriori misure emergenziali vengono pubblicate nei giorni di lunedì e giovedì, intorno alle ore 14, ed entrano in vigore dal giorno successivo.

Disponibile il report giornaliero sul PM10 a Torino e area Metropolitana emesso da Arpa-Piemonte:

http://www.arpa.piemonte.it/approfondimenti/temi-ambientali/aria/aria/semaforo-qualita-dellaria-pm10

Leggi tutto...

Il Comune di Grugliasco, applicando la normativa della Regione Piemonte e in accordo con la Città metropolitana, ha adottato la propria ordinanza per limitare i livelli di inquinamento dell'aria. L'ordinanza che entra in vigore martedì 1 ottobre è consultabile, in pdf, in allegato. Si raccomanda a tutti i cittadini di scaricarla e leggerla con attenzione, specie per quanto riguarda le novità in materia di esenzioni dalle misure di blocco.

Per aggiornamenti sui livelli di allerta e gli eventuali blocchi temporanei, si invita a consultare la pagina dell'ARPA all'indirizzo https://www.arpa.piemonte.it/export/bollettini/semaforo.pdf

Per quanto riguarda le vie non soggette a blocchi e quindi sempre a libera circolazione, si invita a consultare la pagina della Città metropolitana che verrà aggiornata nei prossimi giorni: http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/ambiente/qualita-aria/blocchi-traffico/mappa-comuni-interessati.

 

IN SINTESI

LIMITAZIONI SEMPRE ATTIVE

Divieto a partire dal 1° ottobre 2019 al 31 marzo 2020 le seguenti misure:
- divieto di sostare con il motore acceso
- divieto di circolazione di tutti i veicoli BENZINA GPL E METANO EURO 0 E DIESEL EURO O E 1
- divieto di circolazione di tutti i veicoli dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00 dei veicoli DIESEL EURO 2 E 3

 

verde.jpg

 

LIMITAZIONI EMERGENZIALI DA VERIFICARE SUL SITO DEL COMUNE DI GRUGLIASCO O SUL SITO DI ARPA PIEMONTE OGNI LUNEDI' E GIOVEDI'

Tutti i lunedì e i giovedì l’ARPA misurerà la qualità dell’aria e se si superano le soglie previste scatteranno ulteriori limitazioni EMERGENZIALI. A seconda del livello di inquinamento entreranno in vigore le misure previste dai semafori: verdearancione, rosso e viola (limitazioni da visualizzare nei files in allegato che vi consigliamo di scaricare per averli sempre a portata di mano).

 

Sono previste esenzioni sia per la limitazioni strutturali sia per quelle temporanee (semafori arancione, rosso e viola). Le limitazioni riguardanti la circolazione veicolare sono automaticamente sospese nelle giornate in cui è indetto uno sciopero del Trasporto Pubblico Locale e i giorni 25, 26 dicembre e 1 gennaio.

 

Per verificare in modo rapido la classe ambientale (categoria Euro) del proprio veicolo è possibile consultare il Portale dell'Automobilista (https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/verifica-classe-ambientale-veicolo), il sito di servizi di e-government del Dipartimento Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

 

Definizione delle categorie di autovetture e veicoli commerciali


categoria M1: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente
categoria N1: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t
categoria N2: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 3,5 t ma non superiore a 12 t
categoria N3: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 12 t
categoria L1: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h
categoria L2: veicoli a tre ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h
categoria L3: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h
categoria L4: veicoli a tre ruote asimmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h (motocicli con carrozzetta laterale)
categoria L5: veicoli a tre ruote simmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h
categoria L6: quadricicli leggeri, la cui massa a vuoto e' inferiore o pari a 350 kg, esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, la cui velocità massima per costruzione e' inferiore o uguale a 45 km/h e la cui cilindrata del motore e' inferiore o pari a 50 cm³ per i motori ad accensione comandata; o la cui potenza massima netta e' inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna; o la cui potenza nominale continua massima e' inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici. Tali veicoli sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai ciclomotori a tre ruote della categoria L2e, salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie
categoria L7: i quadricicli, diversi da quelli di cui alla categoria L6e, la cui massa a vuoto e' inferiore o pari a 400 kg (550 kg per i veicoli destinati al trasporto di merci), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, e la cui potenza massima netta del motore e' inferiore o uguale a 15 kW. Tali veicoli sono considerati come tricicli e sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai tricicli della categoria L5e salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie

Leggi tutto...

Direzione e Segreteria Asili Nido
C/o Asili Nido Beatrice Allende - Via Panealbo, 35

ORARIO DI SEGRETERIA IN VIGORE DAL 2 SETTEMBRE 2019

MARTEDì 8,30-17,30

GIOVEDì 8,30-12,00

 

telefono 011/4013315 

e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiornamento liste d'attesa 2019-2020:  DOMANDE ENTRO IL 

30 settembre 2019

presso SPORTELLO POLIFUNZIONALE

Piazza Matteotti, 38

Numero Verde 800.899.877

tel. 0114013000

Orari

Lun 14.30-17.30

Mar 14.30-17.30

Mer 9-12

Gio 9-12

Ven 9-12

Il modulo della domanda è reperibile presso

lo Sportello

e sul Sito www.comune.grugliasco.to.it. In MODULISTICA

 

L'Asilo Nido è un luogo educativo per bambini fino ai tre anni e rappresenta un concreto aiuto per le famiglie.
L'Asilo Nido del Comune di Grugliasco ospitano i bambini durante l'intera giornata fornendo loro varie attività educative ed assistenziali che rientrano in un "programma educativo" a tema, predisposto annualmente dall'équipe degli educatori, che sviluppano percorsi didattici diversi per ciascuna fascia d'età.

Il Comune di Grugliasco gestisce l'Asilo Nido "Beatrice Allende", la cui struttura è stata progettata al fine di consentire al bambino la possibilità di esplorare l'ambiente e favorirne, quindi, l'autonomia, l'apprendimento e la socializzazione, nel rispetto del suo ritmo di crescita.
Il Servizio Refezione dall’anno 2016 è gestito dalla Società CAMST

Sede:
Beatrice Allende - Via Panealbo, 35 Tel. 011.4013315


Orari del Servizio Nido "Beatrice Allende":
L' Asilo Nido è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 07.15 alle ore 17.30.
E', inoltre, consentita l'iscrizione del bambino per una frequenza part time, compresa, al massimo, tra le ore 08.30 e le 13.00.
L'entrata dei bambini avviene dalle ore 07.15 alle ore 09.15.
L'uscita avviene dalle ore 12.30 alle ore 13.00, dalle ore 16.00 alle ore 16.30
e dalle ore 17.00 alle ore 17.30.

L'Asilo Nido rimane chiuso durante le festività,
il periodo natalizio e pasquale, le vacanze estive e comunque nel rispetto del calendario scolastico.

la Giornata
Il passaggio quotidiano da Casa al Nido è un momento importante che si cerca, con varie modalità, di rendere il più sereno possibile.
I tempi, gli spazi, i giochi, le ripetizioni di rituali sono stati pensati proprio a questo scopo.
Il momento dell’accoglienza vuol suggerire la continuità tra ambiente familiare e quello del Nido. Ogni bambino ritrova nella sua sezione i suoi amici e le educatrici che lo accompagneranno durante il gioco ed i momenti di cura.
Durante la giornata sono previste attività di gioco sia in forma di proposta aperta (che consente ai bambini di entrare in rapporto diretto ed autonomo con diverse possibili esperienze), sia in forma più organizzata e coordinata dall’adulto, privilegiando in questo caso la dimensione di piccolo gruppo.

L’ organizzazione della giornata è la seguente:
7,15- 9.15 accoglienza dei bambini e gioco;
9,00- 9,30 cure igieniche;
9,30 spuntino con frutta e cereali;
10-11 attività di gioco;
11-11,30 preparazione al pranzo;
11,30 pranzo;
12-13 cure igieniche,
preparazione al sonno e prima uscita entro le ore 13.00;
15 dopo il riposo riprende il gioco
15,30 merenda
16-17,30 momenti di gioco ed uscita

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELL'ANNO 2018-2019 è "Seconda stella a destra questo è il cammino...racconti dall'Isola che c'è..."come condiviso con tutti i nidi del territorio.

 

Leggi tutto...

Il sindaco Roberto Montà e l’assessore all’istruzione Emanuela Guarino hanno indirizzato una lettera alle scuole e alle famiglie per l’inizio del nuovo anno scolastico per augurare a tutti un buon anno scolastico 2019/2020 ai nastri di partenza, a Grugliasco, lunedì 9 settembre. 

L’Amministrazione comunale riconferma l'impegno nella salvaguardia delle risorse finanziarie e delle politiche per mantenere i provvedimenti relativi all’edilizia scoalstica e allo sviluppo dell'agenda digitale anche nel mondo dell'istruzione; nell'attuare politiche volte a facilitare l'integrazione degli alunni in condizioni di svantaggio, nel favorire la qualificazione del sistema scolastico e dell'integrazione con il sistema formativo e del lavoro e nel contrastare fenomeni di dispersione scolastica.

«L’apertura di ogni nuovo anno scolastico è un momento emozionante, importante e intenso, che trasmette a tutta la comunità grugliaschese fiducia nel futuro. 

A tutti gli studenti l’Amministrazione Comunale vuole augurare di sentirsi sempre accolti e stimolati e di trovare nella comunità scolastica una guida sicura e competente. Per noi che vi vediamo crescere anno dopo anno, vedere la cura e l’entusiasmo che il personale scolastico, docente e non, dedica nell’accogliervi, vedere l’apprensione e la commozione negli occhi dei vostri familiari quando vi guardano entrare nelle aule e sedere nei nuovi banchi, è sempre motivo di emozione e di responsabilità.

Alla Comunità Educante tutta – famiglie ed insegnanti, educatori e collaboratori, da quest’anno finalmente arricchita da tre Dirigenti Scolastici stabili – auguriamo un buon anno scolastico 2019/2020, nella consapevolezza che la formazione delle nuove generazioni è il valore fondamentale di ogni società e la cultura rimane lo strumento principale per la trasmissione dei principi di solidarietà, uguaglianza e libertà sanciti dalla nostra Costituzione. Guidare nella formazione della loro personalità future donne e futuri uomini è sempre più un lavoro importante e impegnativo: per questo, come in passato, noi saremo al vostro fianco in tutte le fasi che scandiranno l’anno scolastico che auspichiamo sia un anno proficuo e ricco di soddisfazioni».

A tutti voi, i più sinceri auguri di buon lavoro per l'inizio del nuovo anno scolastico.

 

L’Assessora alla Cultura e ai Saperi

Emanuela GUARINO

Il Sindaco
Roberto MONTÀ

Leggi tutto...

Progetto interamente finanziato dal Gruppo Intesa Sanpaolo

A fine luglio, l’Università degli Studi di Torino, al termine delle procedure previste dal bando di gara per l’attivazione di un partenariato pubblico-privato mediante locazione finanziaria di opera pubblica, ha affidato l’appalto per il nuovo polo scientifico universitario nel comune di Grugliasco (TO) al raggruppamento di imprese costituito da Itinera S.p.A. (Capogruppo), Mediocredito Italiano S.p.A. (Gruppo Intesa Sanpaolo), Costruzioni Generali Gilardi S.p.A. di Torino, Euroimpianti S.p.A. e Semana S.r.l.. La realizzazione sarà interamente finanziata dal Gruppo Intesa Sanpaolo, che si impegna così a sostenere un’operazione strategica per la crescita del territorio.

Il nuovo insediamento universitario ospiterà i Dipartimenti di Chimica, Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, Scienze della Terra che, insieme all’adiacente complesso edilizio dei Dipartimenti di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari e di Scienze Veterinarie, concorreranno ad articolare un nuovo modello di Campus Universitario Metropolitano.

Le imprese affidatarie si occuperanno della progettazione definitiva ed esecutiva del nuovo Polo, della sua realizzazione, comprensiva dei lavori e delle forniture degli arredi, del finanziamento attraverso lo strumento della locazione finanziaria immobiliare in costruendo, della manutenzione e gestione dell’opera per un periodo di 20 anni.

Il percorso progettuale, inserito nell’ambito del piano edilizio dell’Università, finalizzato al riordino del sistema universitario mediante la costituzione di poli tematici, si estende su una superficie di 121.660 m2. Prevede la realizzazione di un complesso di edifici sostenibili integrati nell’ambiente circostante con particolare attenzione alle caratteristiche morfologiche dell’area, con edifici immersi nel verde e disposti secondo uno schema che permetta di distinguere le strutture didattiche dagli spazi destinati alla ricerca.

Il nuovo Campus, che porterà a un significativo aumento della popolazione universitaria a Grugliasco dalle attuali 5.000 unità fino alle oltre 10.000, prevede la realizzazione di attività complementari e di servizio con infrastrutture pubbliche strettamente connesse. Nel progetto, il cui costo complessivo è di 160 milioni di euro (con oltre 2,4 milioni di euro all’anno per la manutenzione e gestione), sono previsti 18.000 m2 per aule per didattica e per lo studio, spazi comuni e servizi per studenti mentre 40.000 m2 saranno l’estensione degli spazi per la ricerca. Alle attività sportive multiple affidate al Cus Torino (basket, volley, pallamano, lotta, ginnastica artistica/ritmica, ecc.) saranno dedicati 6.000 m2. Punto di snodo e di interazione fra l’attività universitaria e la città una grande piazza attrezzata di 7.200 m2, spazi per la ristorazione, caffetterie e aree relax all’interno degli edifici (a gestione diretta dell’Università) e il nuovo parco urbano di 40.000 m2. A completamento dell’opera la passerella sulla ferrovia, la viabilità di accesso e l’implementazione del sistema delle piste ciclabili.

La progettazione definitiva sarà avviata dal mese di settembre e, dopo l’ottenimento di tutte le autorizzazioni, nel secondo semestre del 2020 potranno iniziare i lavori che dureranno 3 anni.

L’accordo di programma, siglato da Regione Piemonte, Città di Grugliasco e Università di Torino nel marzo 2017, nasce come attuazione di uno specifico accordo pluriennale del 2001 tra Università e MIUR per la realizzazione di investimenti in edilizia universitaria per complessivi 237 milioni di euro, 42 dei quali destinati a Grugliasco. Il finanziamento anticipato da Intesa Sanpaolo per la realizzazione e la gestione del Campus sarà restituito dall'Università mediante un canone annuale della durata di 20 anni.

“La nascita del nuovo insediamento del Polo Scientifico di Grugliasco” dichiara Gianmaria Ajani, Rettore dell’Università di Torino “che raggrupperà in una stessa area Dipartimenti dalla vocazione scientifica complementare, genererà un conseguente effetto moltiplicatore sulla ricerca e sulla produzione scientifica e diverrà modello di attrazione per imprese, industria, agenzie territoriali e principali stakeholders. Potenzierà settori di grande attrattività scientifica ed economica, tra cui l’Agrifood, il settore Terra, Risorse naturali e Ambiente, la Chimica Verde, la Scienza dei materiali, l’Energia Sostenibile e la Sanità Animale. Un ponte ideale con la futura Città della Salute nell’ottica di un concetto di moderna one health che correla salute umana, animale e ambientale”.

“Questo è un esempio positivo del modo in cui la sinergia tra il pubblico e il privato può dare al nostro territorio nuovi servizi e opportunità”, sottolinea il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio “La Regione ha investito in particolare sui laboratori per sviluppare la parte di ricerca all’interno del nuovo Campus, coniugando al massimo il mondo della didattica con quello dell'impresa e del lavoro qualificato. Parliamo di ambiti in cui il Piemonte è un’eccellenza e che vedono in prima linea, accanto al futuro Parco della Salute, anche i nostri Poli di innovazione dedicati alle Scienze della Vita, Chimica verde e nuovi materiali, Energia e Tecnologie pulite e Agroalimentare. Il Campus di Grugliasco non solo potrà interagire con queste realtà, ma sarà un fiore all’occhiello per la nostra regione che vuole diventare un punto di riferimento universitario internazionale, in modo competitivo sia sul piano dell’offerta formativa che dei servizi dedicati agli studenti. In questa direzione va anche la nostra candidatura ad ospitare a Torino le Universiadi del 2025: vogliamo fare del Piemonte una grande cittadella universitaria diffusa”.

“Si avvia con questa aggiudicazione un progetto strategico di sviluppo dell’area metropolitana” dichiara Roberto Montà, Sindaco della Città di Grugliasco “che vede in Grugliasco la sede ottimale per un Campus integrato con la città e i suoi servizi, in grado di costruire relazioni proficue con le imprese e il territorio. La realizzazione di ingenti investimenti nell’impiantistica sportiva e nei servizi accessori alla didattica e alla ricerca, testimoniano la volontà di costruire un Campus aperto in cui saperi, innovazione, ricerca e benessere saranno il motore di un nuovo modo di concepire la didattica e lo sviluppo”.

“Abbiamo creduto fin da subito in questa operazione” afferma Cristina Balbo, Direttore Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria di Intesa Sanpaolo “e siamo lieti che l’offerta presentata da Mediocredito Italiano, tramite il proprio Desk specializzato nella Pubblica Amministrazione, sia risultata vincente. Il nostro impegno finanziario ammonta a 160 milioni di euro. Le ricadute sul territorio saranno positive sotto ogni profilo. Si tratta infatti di una grande opera di riqualificazione con incremento dei servizi, potenziamento dei collegamenti e notevoli ricadute occupazionali. L’Università di Torino si confermerà ulteriormente come polo universitario di livello internazionale e punto di incontro tra mondo delle imprese, della ricerca e dell’innovazione. Anche per questo motivo siamo orgogliosi del ruolo che assumiamo, considerata la missione che il nostro Gruppo vuole avere nello sviluppo del territorio e del paese. Questo è un bell’esempio di come soggetti privati e pubblici possano lavorare in maniera sinergica ed efficace a beneficio della comunità locale e a favore delle nuove generazioni”.

Leggi tutto...

Si è svolto il 17 luglio, presso la Sala Giunta del Palazzo Comunale, la presentazione del Protocollo d'Intesa tra il Comune di Grugliasco e la Camera di commercio di Torino, siglato - alla presenza dei giornalisti - dal Sindaco Roberto Montà e dal Segretario Generale Guido Bolatto.
Un Protocollo finalizzato alla collaborazione su specifiche iniziative per promuovere il territorio grugliaschese, sostenere la crescita e lo sviluppo dell'imprenditorialità ed a monitorare le dinamiche di evoluzione del sistema produttivo locale.


“La firma dell'accordo è un atto importante – afferma il Sindaco Roberto Montà – anche perché costituirà un valido supporto allo sviluppo economico e produttivo del territorio grugliaschese, favorito dal futuro insediamento del Polo Scientifico universitario. Un insediamento che si realizza grazie alla determinazione di una città che in questi anni ha lavorato per rendere concreto questo progetto che costituirà il volano per la crescita economica e la competitività del nostro territorio con benefici che ricadranno non solo a livello locale e metropolitano ma sull'intera Regione”.


“Con oltre 2.300 imprese, Grugliasco è una grande realtà imprenditoriale del torinese, verso cui ci impegniamo ad essere ancora più vicini con i nostri servizi. Grazie alla presenza del Polo Scientifico, promuoveremo la digitalizzazione e la cultura brevettuale e d’innovazione delle imprese del territorio - ha dichiarato Guido Bolatto, Segretario Generale della Camera di commercio di Torino. – Nella realizzazione del Manufacturing Technology and Competence Center di Torino, ed in particolare del nostro progetto della Makers' School, vogliamo collaborare con il Comune per favorire il rafforzamento del trasferimento tecnologico da università e centri di ricerca verso le imprese grugliaschesi, anche per far ricrescere il sistema manifatturiero del territorio“.

 

Il Protocollo prevede una serie di ambiti di collaborazione tra i due enti, tra cui:
• iniziative congiunte nell'ambito della realizzazione del Polo Scientifico Universitario a Grugliasco, anche attraverso programmi di ricerca - innovazione e sviluppo - con particolare attenzione alla nascita di coworking, start-up, incubatori di impresa e laboratori a disposizione delle imprese per rinforzare ed implementare sinergie e collaborazioni con il tessuto imprenditoriale grugliaschese
• individuazione e promozione di forme di raccordo tra le aziende del territorio, il Polo Scientifico Universitario e la realizzazione del Manufacturing Technology and Competence Center di Torino, con specifico riferimento alla proposta pilota della Makers’ School predisposta dalla Camera di commercio di Torino, con l’obiettivo di contribuire alla crescita del sistema industriale e manifatturiero attraverso il rafforzamento del trasferimento tecnologico da università e centri di ricerca verso le imprese. Un centro tecnologico di formazione all'avanguardia per le PMI, in cui i giovani possano sviluppare le competenze per le attività produttive del futuro attraverso un percorso di laurea triennale con docenti provenienti direttamente dal mondo del lavoro

• sostegno alla nuova imprenditoria, grazie ai servizi che la Camera di commercio può fornire ai cittadini grugliaschesi: orientamento sul tema della creazione di nuove attività economiche; informazioni su temi finanziari, fiscali e amministrativi per la costituzione delle imprese; iniziative formative e di aggiornamento professionale; promozione di interventi per sostenere il binomio creazione di impresa e incremento occupazionale

• trasformazione digitale delle aziende locali grugliaschesi, attraverso iniziative di informazione, di assistenza e mentoring offerta dai servizi camerali

• monitoraggio delle dinamiche evolutive del sistema produttivo locale, attraverso dati e analisi economiche annuali

• attività congiunte di promozione di alcune filiere produttive tradizionali, con diversi progetti tra cui quelli legati all’enogastronomia e al turismo

• diffusione della cultura brevettuale e anticontraffattiva

• patrocinio gratuito dell’Ente camerale per le manifestazioni promosse dal Comune di Grugliasco per l’animazione del proprio territorio.

 

In allegato i dati sul tessuto produttivo di Grugliasco e il comunicato stampa 

Leggi tutto...

Sono dsponibili, in allegato, le slide, in pdf, del nuovo progetto di viabilità in borgata Quaglia e la realizzazione della bretella fra strada antica di Grugliasco e la rotonda del cavalcaferrovia, presentati all'incontro pubblico, rivolto ai cittadini, che si è svolto il 26 giugno scorso a borgata Quaglia.

Si possono sfogliare e scaricare.

 

 

Leggi tutto...

 

Vista la grande partecipazione alla sperimentazione del sistema Mexo per la Città di Grugliasco, che permette ai cittadini di venire aggiornati su WhatsApp su tematiche di loro interessa direttamente dal Comune, la società Mexo che gestisce il servizio, in accordo con l'Amministrazione comunale, ha deciso di aprire ad altre 150 persone la possibilità di iscriversi. Diventano così 400 i cittadini che potranno usufruire di questa sperimentazione

QUANTO DURA LA SPERIMENTAZIONE?
La sperimentazione durerà 60 giorni

COME CI SI ISCRIVE?
L'iscrizione è molto semplice, totalmente gratuita e richiede solo due informazioni: il numero di telefono e le tematiche su cui si vuole essere informati.
La pagina dedicata all'iscrizione è questa: http://grugliasco.mexo.it/user
Una volta iscritti basterà confermare la propria iscrizione seguendo le indicazioni che arriveranno per messaggio e salvare il numero di telefono come "Comune di Grugliasco". Da quel momento in avanti non sarà più necessario rispondere ai messaggi.

NON SONO RIUSCITO A ISCRIVERMI
Se l'iscrizione non fosse andata a buon fine potrebbe voler dire che si sono già iscritte 150 persone.

Leggi tutto...

Prevenire gli effetti negativi delle ondate di calore è possibile. Il caldo può essere causa di problemi alla salute, quando altera il sistema di regolazione della temperatura corporea. Un'esposizione prolungata a temperature elevate può provocare disturbi lievi, come crampi, svenimenti, edemi, o di maggiore gravità, come congestione, colpo di calore, disidratazione.


Condizioni di caldo estreme, inoltre, possono determinare un aggravamento della situazione di salute preesistente, in particolare per le persone a rischio, principalmente anziani soli, di età superiore a 75 anni e affetti da malattie croniche. Conoscere in anticipo l’approssimarsi di un’ondata di calore, permette di predisporre in maniera ottimale gli interventi preventivi e di ridurne i rischi di impatto sulla salute.


L’ASLTO3 anche quest’anno ha messo a punto un specifico piano di intervento, in accordo con la Regione Piemonte e grazie al sistema di monitoraggio del Dipartimento Sistemi Previsionali e all’Epidemiologia Ambientale di Arpa Piemonte. Tale sistema ha permesso di sviluppare un bollettino previsionale del caldo, che fornisce le indicazioni necessarie per mettere in atto tempestivamente le misure e gli interventi preventivi più efficaci per la tutela della salute, attraverso la diffusione capillare delle informazioni alla popolazione utilizzando sia le vie istituzionali di comunicazione sia i social network.

 

PIANO CALDO: LE AZIONI DELL’ASLTO3 PER FRONTEGGIARE LE NUOVE ONDATE DI CALORE

L’AslTo3 ha messo in atto una serie di ulteriori interventi per fronteggiare la nuova ondata di caldo prevista nei prossimi giorni. Sul fronte ospedaliero saranno attivati da domani - presso l’Ospedale di Rivoli - 10 posti letto di week surgery (nell’ambito del reparto di chirurgia) per la gestione di eventuali pazienti critici. Anche su Pinerolo in caso di necessità sarà possibile adottare le stesse misure organizzative. Le direzioni degli ospedali di Rivoli e Pinerolo valuteranno l’opportunità di ridurre gli interventi elettivi già programmati per garantire più disponibilità di posti letto per i pazienti fragili. Tali misure saranno calibrate in base alle previsioni meteo. 

L’ufficio tecnico è al lavoro per assicurare un’adeguata climatizzazione in tutti gli spazi anche con il supporto aggiuntivo di ventilatori e strumentazioni refrigeranti.

Sul territorio è previsto un potenziamento dei servizi per tutti quei pazienti classificati come fragili e che, dunque, necessitano di interventi mirati. In sinergia con i medici di medicina generale è stata infatti pianificata un’ulteriore implementazione dell’assistenza domiciliare programmata per i pazienti più fragili. Insieme al supporto dei medici saranno in prima linea anche gli infermieri di famiglia e di comunità e gli operatori socio sanitari che, con ore supplementari, assicureranno gli interventi di cura e assistenza direttamente a casa dei pazienti.

 

Per quanto riguarda l'area ospedaliera, l’ASL TO3 ha predisposto un piano per l’emergenza caldo, modulato in base a quattro livelli di rischio:
• monitoraggio dei dati climatici in rapporto ai dati di afflusso dei pazienti ai Pronto Soccorso/DEA aziendali;
• azioni sui sistemi di condizionamento e di ventilazione delle strutture aziendali;
• azioni sulla destinazione dei posti letto;
• monitoraggio degli indici di affollamento nei DEA/Pronto Soccorso e definizione di soglie di intervento;
• ridistribuzione di risorse di personale nei DEA/Pronto Soccorso e ridistribuzione dei carichi di lavoro all’interno degli ospedali.


Il sistema di monitoraggio delle ondate di calore è in grado di prevedere, con 72 ore di anticipo, il verificarsi di situazioni di “discomfort meteoclimatico”, ossia la sensazione di caldo e disagio percepito dal corpo umano, definito in base a quattro condizioni:
0 = no disagio,
1 = debole disagio,
2 = disagio,
3 = forte disagio (onda di calore).


Al verificarsi della condizione n. 3, l’Azienda attiva il proprio “Gruppo di Coordinamento”, composto dal Responsabile del DEA e dalle Direzione Mediche degli ospedali, insieme con la Direzione delle Professioni sanitarie.
Tale gruppo interviene con il monitoraggio dell’affollamento dei Pronto Soccorso/DEA, la verifica del superamento di soglie predefinite e le azioni pro-attive e reattive associate, che consistono nell’allocazione e redistribuzione delle risorse.
Per quanto riguarda l’area territoriale l’ASL TO3 si è attivata, confermando la procedura per la gestione delle liste dei pazienti fragili già adottata negli anni passati. È stato aggiornato l’elenco dei soggetti a rischio, che è consultabile e integrabile da ciascun Medico di Famiglia e Pediatra del territorio, ai quali compete:
• l’attivazione dell’Assistenza Domiciliare Protetta (ADP),
• la segnalazione per l’eventuale presa in carico al servizio di Cure Domiciliari,
• l’informazione al paziente e la sollecitazione ad assumere comportamenti appropriati per prevenire eventuali conseguenze di salute.


In occasione del piano di gestione sovraffollamento legato alla stagione influenzale è stato attivato il Servizio Infermieristico Domiciliare con una presa in carico proattiva in cui il professionista sanitario non attende che il malato chieda aiuto rivolgendosi alla struttura, ma individua possibili bisogni ed eventuali fattori di rischio per la salute e interviene pianificando con il malato le azioni più opportune a tutela della salute; questo importante progetto proseguirà anche in occasione del periodo estivo. Il Servizio Infermieristico Domiciliare proattivo si pone quindi l’obiettivo di potenziare gli interventi di sanità d’iniziativa in Cure Domiciliari, ricercando il coinvolgimento e l'educazione del care giver e dell’assistito all’autocura, con azioni rivolte al follow-up periodico in una visione olistica.
L’intervento sarà rivolto ai pazienti in Assistenza Domiciliare Infermieristica o Assistenza Domiciliare Protetta, in quanto l’Assistenza Domicilare Integrata (ADI) già si configura come presa in carico globale multiprofessionale con più elevata complessità di cura.


Tutto il sistema si integra con il consueto potenziamento, nel periodo estivo, del Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) al quale settimanalmente vengono trasmessi, da parte dei Coordinatori delle cure domiciliari, gli elenchi dei pazienti a rischio, per i quali potrebbero determinarsi richieste di accesso e di monitoraggio. Il cittadino può consultare il Portale del Ministero della Salute, all’indirizzo http://www.salute.gov.it/portale/caldo/homeCaldo.jsp dove, oltre a materiale informativo e di approfondimento, sono consultabili i bollettini di previsione delle ondate di calore.

 

Maggiori info: http://www.salute.gov.it/portale/caldo/homeCaldo.jsp

Consulta i bollettini delle ondate di calore per i prossimi giorni: 

http://www.salute.gov.it/portale/caldo/bollettiniCaldo.jsp?lingua=italiano&id=4542&area=emergenzaCaldo&menu=vuoto&btnBollettino=BOLLETTINI

Leggi tutto...

Anche per l’estate 2019 l’Amministrazione Comunale ha messo in campo iniziative affinché anche nella stagione più calda, la qualità a Grugliasco della vita dei cittadini di età più avanzata sia il più possibile gradevole e “sicura”.

La collaborazione con l’ASLTO3 e con il Consorzio C.I.S.A.P consente di comunicare tempestivamente il bollettino dell’ARPA (Agenzia Regionale Protezione Ambientale) relativo alle ondate di calore, grazie all’acquisizione dei dati da parte della Polizia Municipale che ne consentirà la pubblicazione affinché gli anziani e in genere le fasce a rischio possano meglio comportarsi durante le ore più critiche della giornata.
La disponibilità della Polizia Municipale per gli anziani e di chiunque avesse necessità di supporto, soccorso o che comunque ritenga di segnalare problemi di sicurezza, sarà costante attraverso i contatti telefonici della Centrale Operativa di Grugliasco allo 011.40.13.900.
E' a cura dei Medici di Medicina Generale l’individuazione dei cittadini “fragili” (secondo valutazioni epidemiologiche che utilizzano il criterio dell’età maggiore di 75 anni, di specifiche patologie e di terapie farmacologiche in corso), unitamente ai nominativi individuati dai Servizi Sociali.
Grazie alla promozione delle linee linee guida del Ministro della Salute i cittadini saranno informati e sensibilizzati a corrette condotte di vita, quali l’attività fisica, l’alimentazione, la scelta di cibi piuttosto che altri e l’ora migliore per le passeggiate, per la protezione dalle ondate di calore.

 

Tutte le informazioni utili nei files in allegato

Leggi tutto...
  • OPERATORI ECONOMICI: RIMBORSO TOTALE DELLA TARIFFA RIFIUTI (SOLO PER LE NUOVE APERTURE) E DEL CANONE PER L’OCCUPAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO TEMPORANEO - IL TERMINE PER LE DOMANDE SCADE IL 31 OTTOBRE
  • È stato approvato dalla Giunta comunale, il sostegno alle attività di vendita al dettaglio, somministrazione alimenti e bevande, di artigiano e di servizio alla persona. La richiesta prevede il rimborso totale della TARI (solo per le nuove aperture) ed il rimborso totale della COSAP temporanea agli operatori economici presenti sul territorio di Grugliasco, che ne faranno richiesta, ad esclusione delle attività commerciali di media e grande superficie, nonché quelle insediate nei centri commerciali.
  • Il rimborso integrale delle spese sostenute dai singoli operatori economici attivi in città per l’occupazione temporanea del suolo pubblico (Cosap) riguarda: dehors, spazi destinati al posizionamento di tavoli, sedie, materiali pubblicitario/informativo e quant'altro risulti utile e complementare al servizio relativo all’anno 2019 per i titolari di attività di vendita al dettaglio (esercizi di vicinato), di somministrazione alimenti e bevande, di artigianato di servizio alla persona con esclusione delle attività commerciali di medie e grandi superficie o situate nei centri commerciali.
  • Saranno esclusi dal beneficio coloro che risulteranno non essere in regola con i pagamenti riferiti a tributi comunali.
  • Sono aperti i termini per ottenere gli sgravi presentando, entro il 31 ottobre 2019, la richiesta di rimborso al Settore Pianificazione e Gestione Compatibile del Territorio, Sezione Attività Economiche, tramite Protocollo Generale utilizzando gli appositi moduli in allegato, che verranno liquidati entro il 31 dicembre.
Leggi tutto...

PRATICO

Programma di ricerca attiva del lavoro, promosso dal Comune di Grugliasco, insieme ai comuni del Patto Territoriale Zona Ovest. Si tratta di azioni rivolte a disoccupati/inoccupati residenti over 30enni. Ai soggetti in possesso dei requisiti (cfr domanda allegata), verrà erogato un sostegno economico di € 400,00 al mese per un massimo di tre mesi, a condizione che partecipino attivamente alle attività proposte dal programma.

ILCOM
Si tratta di un'azione finanziata dal Comune di Grugliasco e gestita dalla Società Zona Ovest in collaborazione con il Centro per l’Impiego di Rivoli, rivolta al collocamento mirato dei soggetti disabili iscritti al collocamento obbligatorio ed ai disoccupati che rientrano in altre forme di svantaggio sociale, in particolare i soggetti seguiti dai servizi socio-assistenziali.

Il servizio si configura come intervento individuale di consulenza orientativa ed accompagnamento al lavoro.

M.I.P e CAMERA DI COMMERCIO

Avvicinare i cittadini tra i 18 ed i 65 anni all'imprenditoria, attraverso l'organizzazione di incontri divulgativi che favoriscano la conoscenza del programma M.I.P. ( Mettersi in Proprio della Regione Piemonte, finanziato dal Fondo Sociale Europeo).

Avere un’idea imprenditoriale non significa necessariamente “pensare in grande” e disporre di ingenti risorse economiche o capacità manageriali specifiche. E’ possibile creare un’impresa o offrire un servizio anche a costi ridotti. 

       - aprire una micro/piccola/media impresa

       -  avviare un’attività professionale (lavoro autonomo)

       - attivare un’impresa nel settore della produzione agricola primaria (coltivazioni, allevamenti)

Leggi tutto...

QUALITA' DELL'ARIA

Le attività di rilevamento e di previsione della qualità dell’aria, per il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con le azioni intraprese dalle Amministrazioni competenti, sono svolte dall'A.R.P.A. Piemonte. L’Agenzia partecipa, tramite le sue strutture centrali e territoriali e per gli aspetti di competenza, alle azioni di politica ambientale sia nazionale che locale.

 

 

 Le principali attività consistono nel:

- Gestire la rete regionale di rilevamento composta da stazioni fisse e mobili;
- Fornire supporto tecnico scientifico alle amministrazioni locali e regionale nella gestione della qualità dell'aria sia con i dati misurati sia con l’applicazione di strumenti modellistici avanzati di tipo previsionale, di scenario e diagnostico;

- Intervenire con azioni di monitoraggio focalizzate su specifici problemi anche in situazioni di emergenza ambientale;

- Valutare la qualità dell’aria a livello locale e regionale;

- Fornire, direttamente o indirettamente, al pubblico informazioni sui livelli dei principali inquinanti;
- Partecipare ad attività di approfondimento e sviluppo su aspetti specifici di qualità dell’aria con le Amministrazioni interessate;

Partecipare a progetti di ricerca applicativa sia in campo nazionale che internazionale;
- Partecipazione alle attività di Valutazione di Impatto Ambientale.

Sul sito dell'Arpa è possibile trovare approfondimenti ed informazioni inerenti il Sistema di Rilevamento Regionale.

(Link al sito: www.arpa.piemonte.it)

Per le azioni volte al miglioramento della qualità dell'aria vedere anche la Sezione Ambiente\Agenda 21\Mobilità

 

SEGNALAZIONI PER ODORI MOLESTI

Per segnalare la presenza di odori sgradevoli nell'aria,di cui si conosce una probabile origine sul territorio comunale(una ditta, una residenza, ad es. ) occorre presentare un esposto al Comune (Area Ambiente), usandopreferibilmentela modulistica presente sulla home page. 

È importante circostanziare l'evento nel modo più preciso possibile, pertanto la segnalazione deve contenere i seguenti elementi:
• nome cognome, indirizzo, telefono fisso e cellulare, se disponibile, fax, e orari (per essere contattato)
• la descrizione dell'odore percepito
• l’indirizzo del luogo in cui si avverte (indirizzo, punti di riferimento) e la probabile fonte da cui proviene, se sul territorio di Grugliasco (se su altro Comune, presentare l'esposto a quest'ultimo)
• il giorno e gli orari in cui si è manifestato il fenomeno
L'esposto può essere presentato:
- via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- via fax: 011 4013285

In caso di odori diffusi e non riconducibili ad un sito specifico (attività o residenza) e se si ritiene che vi sia un pericolo per le persone o per l'ambiente, contattare direttamente :
(come da istruzioni del sito dell'Arpa Piemonte http://www.arpa.piemonte.it/urp/segnalazioni)
- il servizio di Pronta reperibilità dell'ARPA Piemonte - Dipartimento di Torino (dal lunedì al venerdì: dalle 8 alle 16) 
    Tel 011 19680111  

  fax 011 19681471; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (in cui riportare, comunque, tutti gli elementi utili sopra elencati)
oppure:
- il 112(in altri orari)

 

 

UNO SGUARDO ALL’ARIA

Le relazioni “Uno sguardo all’aria” sono scaricabili in formato pdf dal sito di ARPA Piemonte  alla seguente pagina:

Aria\Pubblicazioni qualità aria

Leggi tutto...

Terminate alle 19 e 45 del 27 maggio le operazioni di scrutinio delle elezioni Regionali nelle 34 sezioni di Grugliasco, sedi di seggio.

Tutti i risultati DEFINITIVI al link: 

http://www.comune.grugliasco.to.it/eleweb/riepilogo/index_static_12.html

Maggiori info sulle elezioni al link:

http://elewebview.comune.grugliasco.to.it/indice_tipoEle.php?idente=1&cdele=12&tipoMenu=1

Presso l'atrio del Municipio è attivo un servizio informazioni sui risultati delle consultazioni elettorali, con proiezione dati su monitor (area accoglienza di piazza Matteotti 50). Il servizio è a cura del Centro Elaborazione Dati (CED del comune di Grugliasco, in collaborazione con Prologic) e dell'Ufficio Stampa-Comunicazione. Il servizio fornisce i dati definitivi delle consultazioni Europee 2019.

 

I dati sulle ELEZIONI PRECEDENTI si possono visualizzare qui: http://elewebview.comune.grugliasco.to.it/

 

I DATI A LIVELLO NAZIONALE DELLE ELEZIONI REGIONALI SONO VISIBILI AL LINK:

https://elezioni.interno.gov.it/regionali/scrutini/20190526/scrutiniRI010000000000

Leggi tutto...

Lo spoglio delle elezioni regionali avverrà dalle 14 del 27 maggio. L'ufficio comunicazione del Comune di Grugliasco e il Ced (centro elaborazione dati) ha preparato due pagine web:


1. “Informa Elezioni" del 26 maggio dove trovare tutte le informaizni sulle Elezioni https://elezioni.grugliascopartecipa.it/

2. Eleweb per poter seguire lo spoglio delle schede in diretta (dalle 14 del 27 maggio per le Regionali): http://www.comune.grugliasco.to.it/eleweb/riepilogo/

Inoltre le stesse informazioni si possono vedere sui 2 monitor a piano terra (ingresso municipio nuovo di piazza Matteotti 50).

Info: 011 4013011 – 347 7160683 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Terminate alle 4 e 40 del 27 maggio le operazioni di scrutinio delle elezioni Europee nelle 34 sezioni di Grugliasco, sedi di seggio. Tutti i risultati DEFINITIVI al link: 

http://www.comune.grugliasco.to.it/eleweb/riepilogo/index_static_11.html

Maggiori info sulle elezioni al link: http://elewebview.comune.grugliasco.to.it/indice_tipoEle.php?idente=1&cdele=11&tipoMenu=1

 

Presso l'atrio del Municipio è attivo un servizio informazioni sui risultati delle consultazioni elettorali, con proiezione dati su monitor (area accoglienza di piazza Matteotti 50). Il servizio è a cura del Centro Elaborazione Dati (CED del comune di Grugliasco, in collaborazione con Prologic) e dell'Ufficio Stampa-Comunicazione. Il servizio fornisce i dati definitivi delle consultazioni Europee 2019.

 

I dati sulle ELEZIONI PRECEDENTI si possono visualizzare qui: http://elewebview.comune.grugliasco.to.it/

 

I DATI A LIVELLO NAZIONALE DELLE ELEZIONI EUROPEE SONO VISIBILI AL LINK: https://elezioni.interno.gov.it/europee/scrutini/20190526/scrutiniEI

Leggi tutto...

A pochi giorni dal voto per il Parlamento europeo e per le elezioni regionali, l'ufficio comunicazione del Comune di Grugliasco ha preparato una pagina web “Informa Elezioni" del 26 maggio: https://elezioni.grugliascopartecipa.it/

dove è possibile trovare tutte le informazioni relative al voto, ai documenti per votare, alla scheda elettorale, ai seggi dove votare, a come e quando votare, ai servizi per disabili e anziani. E ancora, notizie, link, risultati delle elezioni precedenti, ecc. Insomma tutto ciò che può essere utile al cittadino prima di votare.
E dalle ore 23 di domenica 26 maggio, sul sito web del comune: http://www.comune.grugliasco.to.it/eleweb/riepilogo/

oltre all'affluenza dei votanti, si potrà anche seguire, in tempo reale, lo spoglio delle schede con i risultati delle elezioni Europee. Dalle 15 del 27 maggio, invece, si potranno seguire i risultati delle elezioni Regionali.


Inoltre le stesse informazioni si potranno vedere sui 2 monitor a piano terra (ingresso municipio nuovo di piazza Matteotti 50).

Info: 011 4013011 – 347 7160683 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Iniziato lo spoglio delle elezioni per il Parlamento europeo. Quello per le elezioni regionali avverrà da domani alle 14.

L'ufficio comunicazione del Comune di Grugliasco e il Ced (centro elaborazione dati) ha preparato due pagine web:


1. “Informa Elezioni" del 26 maggio dove trovare tutte le informaizni sulle Elezioni https://elezioni.grugliascopartecipa.it/

2. Eleweb per poter seguire lo spoglio delle schede in diretta: http://www.comune.grugliasco.to.it/eleweb/riepilogo/

Inoltre le stesse informazioni si possono vedere sui 2 monitor a piano terra (ingresso municipio nuovo di piazza Matteotti 50).

Info: 011 4013011 – 347 7160683 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Di seguito i dati dell'affluenza definitiva alle ore 23 nelle 34 sezioni dei 7 plessi scolastici di Grugliasco:

 

ELEZIONI EUROPEE 26 maggio 2019
iscritti: 31.240 (14.953 maschi, 16.287 femmine) - votanti 20.034 (64.13%) - Nel 2014 l'affluenza è stata del 69,47%

ELEZIONI REGIONALI 26 maggio 2019
Iscritti: 31.637 (15.204 maschi e 16.433 femmine) - votanti 20.005 (63,23%) - Nel 2014 l'affluenza è stata del 68,78%.

  

A Grugliasco l'affluenza del dato complessivo delle ore 23 è del 64,13% per le Elezioni Europee e del 63,23% per le Elezioni Regionali. Il dato nazionale per le Elezioni Europee 2019 è del 56,07 per cento. Questo il dato reso noto dal Ministero dell'Interno alle ore 23. 

Confronta i dati con le ultime elezioni Europee: http://elewebview.comune.grugliasco.to.it/affluenze_totali.php?idente=1&tipoMenu=2&cdele=4&cdelenco=A&fasce_sezio=&circ=0&cprov=0&ccam=0&csen=0&cdafflu=8

e con le ultime elezioni Regionali: http://elewebview.comune.grugliasco.to.it/affluenze_totali.php?idente=1&tipoMenu=2&cdele=5&cdelenco=A&fasce_sezio=&circ=0&cprov=0&ccam=0&csen=0&cdafflu=8

I seggi sono chiusi dalle 23. 

Dalle ore 23 scrutinio in tempo reale al link: http://www.comune.grugliasco.to.it/eleweb/riepilogo/

 

Fonte: Ufficio Elettorale Comune di Grugliasco e Ministero degli Interni 

Elaborazione: Ufficio Comunicazione Comune di Grugliasco

Leggi tutto...

Di seguito i dati dell'affluenza alle ore 19 nelle 34 sezioni dei 7 plessi scolastici di Grugliasco:

 

ELEZIONI EUROPEE 26 maggio 2019
iscritti: 31.240 (14.953 maschi, 16.287 femmine) - votanti 15.615 (49,98%) - Nel 2014 l'affluenza è stata del 52,68%

ELEZIONI REGIONALI 26 maggio 2019

Iscritti: 31.637 (15.204 maschi e 16.433 femmine) - votanti 15.593 (49,28%) - Nel 2014 l'affluenza è stata del 52,16%

PROSSIMA RILEVAZIONE AFFLUENZA ORE 23 

 

A Grugliasco l'affluenza del secondo dato delle ore 19 è del 49,98% per le Elezioni Europee e del 49,28% per le Elezioni Regionali. Il dato nazionale per le Elezioni Europee 2019 è del 41,92 per cento. Questo il dato reso noto dal Ministero dell'Interno alle ore 19. 

Confronta i dati con le ultime elezioni Europee: http://elewebview.comune.grugliasco.to.it/affluenze_totali.php?idente=1&tipoMenu=2&cdele=4&cdelenco=A&fasce_sezio=&circ=0&cprov=0&ccam=0&csen=0&cdafflu=8

e con le ultime elezioni Regionali: http://elewebview.comune.grugliasco.to.it/affluenze_totali.php?idente=1&tipoMenu=2&cdele=5&cdelenco=A&fasce_sezio=&circ=0&cprov=0&ccam=0&csen=0&cdafflu=8

I seggi sono aperti da questa mattina alle 7 e si potrà votare fino alle 23.

Tutti i cittadini maggiorenni degli Stati membri sono chiamati a scegliere i rappresentanti del Parlamento europeo. L’organismo è composto da 751 deputati, compreso il presidente. Il numero di eurodeputati per ogni paese è approssimativamente proporzionale alla popolazione; l’Italia dovrà eleggerne 76.

Per il Piemonte si vota anche per il rinnovo del Consiglio regionale e per l'elezione del presidente della Regione. 

 

Dalle ore 23 scrutinio in tempo reale al link: http://www.comune.grugliasco.to.it/eleweb/riepilogo/

 

Fonte: Ufficio Elettorale Comune di Grugliasco e Ministero degli Interni 

Elaborazione: Ufficio Comunicazione Comune di Grugliasco

Leggi tutto...

Di seguito i dati dell'affluenza alle ore 12 nelle 34 sezioni dei 7 plessi scolastici di Grugliasco:

 

ELEZIONI EUROPEE 26 maggio 2019
iscritti: 31.240 (14.953 maschi, 16.287 femmine) - votanti 5.812 (18,60%) - Nel 2014 l'affluenza è stata del 18,66%  

ELEZIONI REGIONALI 26 maggio 2019
Iscritti: 31.637 (15.204 maschi e 16.433 femmine) - votanti 5.805 (18,35%) - Nel 2014 l'affluenza è stata del 18,48%

 

PROSSIMA RILEVAZIONE AFFLUENZA ORE 19 

 

A Grugliasco l'affluenza del primo dato delle ore 12 è del 18,60% per le Elezioni Europee e del 18,35% per le Elezioni Regionali. Il dato nazionale per le Elezioni Europee 2019 è del 16,72 per cento in linea con il dato del 2014 pari a 16,66%. Questo il dato reso noto dal ministero dell'Interno alle ore 12. 

 

Confronta i dati con le ultime elezioni Europeehttp://elewebview.comune.grugliasco.to.it/affluenze_totali.php?idente=1&tipoMenu=2&cdele=4&cdelenco=A&fasce_sezio=&circ=0&cprov=0&ccam=0&csen=0&cdafflu=8

e con le ultime elezioni Regionalihttp://elewebview.comune.grugliasco.to.it/affluenze_totali.php?idente=1&tipoMenu=2&cdele=5&cdelenco=A&fasce_sezio=&circ=0&cprov=0&ccam=0&csen=0&cdafflu=8

 

I seggi sono aperti da questa mattina alle 7 e si potrà votare fino alle 23.

Tutti i cittadini maggiorenni degli Stati membri sono chiamati a scegliere i rappresentanti del Parlamento europeo. L’organismo è composto da 751 deputati, compreso il presidente. Il numero di eurodeputati per ogni paese è approssimativamente proporzionale alla popolazione; l’Italia dovrà eleggerne 76.

Per il Piemonte si vota anche per il rinnovo del Consiglio regionale e per l'elezione del presidente della Regione. 

 

Dalle 23 scrutinio in tempo reale al link: http://www.comune.grugliasco.to.it/eleweb/riepilogo/

 

Fonte: Ufficio Elettorale Comune di Grugliasco e Ministero degli Interni 

Elaborazione: Ufficio Comunicazione Comune di Grugliasco

Leggi tutto...
Con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 18 del 29/3/2017 è stato approvato il Progetto Definitivo della Variante al PRG "35VAR-RIR", contenente  l'Elaborato Tecnico “Rischio di Incidente Rilevante - R.I.R.”,  a seguito della Variante "Seveso" al PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale), di adeguamento ai requisiti minimi in materia di pianificazione urbanistica e territoriale per le zone interessate da stabilimenti a Rischio di Incidente Rilevante, in conformità alle Linee Guida, approvate con D.G.R. n. 31-286 del 05/07/2010 e D.G.R. n. 17-377 del 26/05/2010, tenendo conto altresì della nuova normativa sul controllo del pericolo di incidente rilevante connesso con sostanze pericolose (D.Lgs. 105 del 26/06/2015).

La documentazione relativa all'Allegato R.I.R. al PRG del Comune di Grugliasco è disponibile da qui  : (Allegati 24-25-26-27)

Ulteriori informazioni sulla normativa in materia sono disponibili sul sito della Città Metropolitana di Torino:

Leggi tutto...

Lo Sportello Polifunzionale del Comune di Grugliasco, in occasione delle elezioni europee e regionali di domenica 26 maggio, rimane aperto al pubblico, per il ritiro delle tessere elettorali, per il rilascio del duplicato e gli altri adempimenti nei seguenti orari: domenica 26 maggio - sarà aperto per tutta la durata delle operazioni di voto (dalle ore 7,00 alle ore 23,00).
La direzione dell’Ufficio Elettorale informa che in caso di smarrimento, deterioramento o furto della tessera, è possibile richiederne un duplicato presso lo Sportello Polifunzionale previa compilazione di un'apposita dichiarazione su moduli predisposti dal Servizio Elettorale e disponibili presso lo Sportello Polifunzionale e sul sito internet dell’Ente. La domanda deve essere presentata personalmente allo Sportello Polifunzionale – Piazza Matteotti, 38, o consegnata tramite altra persona, di età non inferiore a diciotto anni, munita di documento di riconoscimento e della fotocopia del documento di identità in corso di validità dell'intestatario della tessera oppure inviata tramite mail/PEC agli indirizzi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., sempre accompagnata dalla fotocopia di un documento di identità in corso di validità del richiedente (in caso di deterioramento la tessera deteriorata dovrà essere restituita).
Sul modulo è possibile indicare anche l’eventuale delegato al ritiro.
Per informazioni sono disponibili i numeri telefonici 011/40.13.430 – 011/40.13.435.

Leggi tutto...

Con deliberazione n. 22 del 29/4/2019 il Consiglio Comunale ha adottato il progetto della variante al PRG “Certezza 2”.

La documentazione è pubblicata sul sito web del Comune (www.comune.grugliasco.to.it) nella sezione Amministrazione trasparente - Pianificazione e governo del territorio - Proposte di trasformazione urbanistica d'iniziativa privata o pubblica in variante allo strumento urbanistico generale vigente.

Dal 28/5/2019 al 12/6/2019 chiunque può formulare osservazioni e proposte nel pubblico interesse, riferite agli ambiti e alle previsioni della variante; le osservazioni e proposte dovranno pervenire via posta elettronica certificata all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o, in alternativa, al protocollo generale del Comune in copia cartacea firmata in carta libera.

Leggi tutto...

Dal 2014 la TARES è stata sostituita a livello nazionale dalla Tassa sui Rifiuti - TARI.

Sono in corso di trasmissione i Modelli F24 utili per il pagamento del nuovo tributo per lo smaltimento dei rifiuti relativi all'anno 2019.

LE SCADENZE PER L'ANNO 2019 SONO LE SEGUENTI:

prima rata 31 maggio 2019

seconda rata 31 luglio 2019

terza rata 30 settembre 2019

quarta rata 30 novembre 2019

il pagamento in unica soluzione entro il 31 luglio 2019

Qualora l’avviso dovesse pervenire oltre la data di scadenza non saranno applicati interessi di mora.

Si ricorda che presso l'ufficio tributi non si eseguono pagamenti.

Al fine di evitare lunghe attese, si invitano i contribuenti che necessitano di presentare richieste di riduzioni o esenzioni ISEE, a recarsi allo sportello dopo il 23 giugno.

IL SERVIZIO A CUI RIVOLGERSI PER COMUNICAZIONI ED INFORMAZIONI E’:

UFFICIO TRIBUTI DEL COMUNE DI GRUGLIASCO

PIAZZA 66 MARTIRI 2  10095-GRUGLIASCO

Tel. 011- 4013536-531 Fax. 011- 4013535 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’eventuale corrispondenza andrà inviata invece presso Piazza Matteotti, n. 50

L’ORARIO PER IL PUBBLICO

Lunedì/giovedì/venerdì dalle h. 8.30 alle h. 12.00 - Mercoledì chiuso - Martedì dalle h. 8.30 alle h. 17.30

Tale orario è suscettibile di variazioni nel periodo natalizio e/o estivo.

BREVE DESCRIZIONE DELLA TARI

LA TARI,  si compone di una quota fissa e di una quota variabile; la somma di queste due componenti costituisce l’imponibile dovuto.

LA PARTE FISSA è rapportata ai costi sostenuti per il servizio di raccolta rifiuti, comprendente lo spazzamento, la raccolta, il trasporto ed il trattamento dei rifiuti.

Per le UTENZE DOMESTICHE è determinata in base alla superficie occupata ed al numero di componenti.

Per le UTENZE NON DOMESTICHE è determinata in base alla superficie occupata ed alla classe tariffaria di appartenenza.

LA PARTE VARIABILE è rapportata alla quantità di rifiuti conferiti, al servizio fornito, all’entità dei costi di gestione.

Per le UTENZE DOMESTICHE è determinata in base al numero dei componenti.

Per le UTENZE NON DOMESTICHE è determinata in base ai coefficienti di potenziale produzione di rifiuti relativi alla categoria di appartenenza rapportati alla superficie.

Il TRIBUTO AMBIENTALE  dovuto alla CITTA' METROPOLITANA di Torino è pari al 5% della tariffa.

icon Regolamento TARI

Leggi tutto...
Collegamento al Calcolatore IMU/TASI
 
Dall’anno 2016 secondo quanto stabilito dalla Legge di Stabilità 208/2015 non è dovuta la TASI per l’abitazione principale (escluse quelle classificate in categoria A1, A8 e A9) e relative pertinenze una per ciascuna categoria (C6, C7, C2). 

1) DETERMINAZIONE BASE IMPONIBILE TASI

MODALITÀ DI CALCOLO BASE IMPONIBILE FABBRICATI

Tipologia dell'immobile

Calcolo del valore imponibile

Fabbricati dotati di rendita catastale (abitazione principale e altri fabbricati)

Il valore si ottiene applicando alla rendita risultante in catasto, rivalutata del 5% i seguenti moltiplicatori:

  • 160 per i fabbricati di cat. A (esclusi A/10) e C/2, C/6 e C/7
  • 140 per i fabbricati di cat. B e C/3, C/4 e C/5
  • 80 per i fabbricati di cat. A/10 e D/5
  • 65 per i fabbricati di cat. D (esclusi D/5)
  • 55 per i fabbricati di cat. C/1

Fabbricati storici

La base imponibile è ridotta del 50%;  per i fabbricati di interesse storico o artistico di cui all'articolo 10 del codice di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42;

Immobili esenti

Sono esenti dall’imposta gli immobili indicati nell’art. 9, comma 8 D.lgs n. 23/2011 e nell’art. 11 del regolamento comunale.
L’esenzione spetta per il periodo dell’anno durante il quale sussistono le condizioni descritte nelle norme sopraddette.

  • gli immobili posseduti dallo Stato, nonché gli immobili posseduti nel proprio territorio dalle regioni, dalle province, dai comuni,  dalle comunità montane, dai consorzi fra detti enti, dagli enti del S.S.N., destinati esclusivamente ai compiti istituzionali;
  • i fabbricati destinati esclusivamente all'esercizio del culto, purchè compatibile con le disposizioni degli articoli 8 e 19 della Costituzione, e le loro pertinenze;
  • i fabbricati di proprietà della Santa Sede indicati negli articoli 13, 14, 15 e 16 del Trattato lateranense;
  • i fabbricati appartenenti agli Stati esteri e alle organizzazioni internazionali per i quali è prevista l'esenzione dall'imposta locale sul reddito dei fabbricati in base ad accordi internazionali resi esecutivi in Italia;
  • i terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina delimitate ai sensi dell'art. 15 della legge n. 984/1977;
  • gli immobili utilizzati direttamente dai soggetti di cui all'art. 73, comma 1, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni, destinati esclusivamente allo svolgimento di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive.
    Quest'ultima ipotesi di esenzione si intende applicabile nei casi di immobili utilizzati per le suddette attività, con modalità non commerciali purché siano svolte da enti pubblici e privati diversi dalla società, residenti nel territorio dello Stato, che non abbiano per oggetto (esclusivo o principale) l'esercizio di attività commerciali.

Si precisa che l'art. 91-bis del D.L. n. 1/2012, così come modificato dall'art. 9 del D.L. 174/2012, ha stabilito:
Qualora l'unità immobiliare abbia un'utilizzazione mista, l'esenzione di cui al comma 1 si applica solo alla frazione di unità nella quale si svolge l'attività di natura non commerciale, se identificabile attraverso l'individuazione degli immobili o porzioni di immobili adibiti esclusivamente a tale attività. Alla restante parte dell'unità immobiliare, in quanto dotata di autonomia funzionale e reddituale permanente, si applicano le disposizioni di legge che ne richiedono il distinto accatastamento (D. L. n. 262/2006). Le rendite catastali dichiarate o attribuite in base al periodo precedente producono effetto fiscale a partire dal 1º gennaio 2013
Nel caso in cui non sia possibile procedere con le suddette modalità, a partire dal 1º gennaio 2013, l'esenzione si applica in proporzione all'utilizzazione non commerciale dell'immobile.

 2) Calcolo Tasi e pagamento dell'imposta 2019 

CASISTICA DEGLI IMMOBILI 

Abitazione e pertinenze

Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile. Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente quello classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.

Assegnazione della casa coniugale al coniuge e pertinenze

Nei casi di assegnazione della casa coniugale al coniuge disposta a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio la TASI deve essere versata solo dal coniuge cui è stata assegnata l’ex casa familiare ed è sempre considerata abitazione principale.

Unità abitativa posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili  e pertinenze  

Per effetto della Legge 147 del 27/12/2013 art. 1 comma 707, sono asssimilate all'abitazione principale le unità immobiliari (casa e pertinenze) possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

Unità abitativa e relative pertinenze posseduta dagli appartenenti alle Forze armate  e pertinenze 

Non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica ai fini dell'applicazione dell'aliquota e detrazione per abitazione principale e relative pertinenze, posseduta, e non concessa in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate, alle Forze di polizia ad ordinamento militare e ad ordinamento civile, nonchè al personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, al personale appartenente alla carriera prefettizia.  

Unità abitativa   appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa 

Sono altresì da comprendere le unità abitative  e le relative pertinenze (una per ogni categoria C/2, C/6, C/7) appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari.

Fabbricati costruiti dalle imprese costruttrici e destinati alla vendita. 

E' prevista l'applicazione della TASI per le unità immobiliari costruite dalle imprese costruttrici e destinate alla vendita fintanto che permanga tale destinazione ed a condizione che non risultino locate.

Immobili in categoria catastale “D” 

Fabbricati rurali ad uso strumentale 

Alloggi ex Iacp  destinati ad alloggi Sociali come definiti dalle vigenti disposizioni

 Informazioni telefoniche per aliquote, detrazioni, riduzioni, esenzioni: 011 4013531-534

COME PAGARE? 

Non è ammessa in alcun modo la compensazione utilizzando crediti TASI. La colonna presente nella sezione "IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI" del modello F24 relativa a "importi a credito compensati" non deve quindi mai essere utilizzata a tale scopo.

CODICI TRIBUTO 

codice comune descrizione codice tributo comune

E216

TASI - abitazione principale e relative pertinenze

3958

E216

 TASI - altri fabbricati

3961

 (*) Informazioni per il pagamento con il modello F24 

Modalità e termini di scadenza pagamenti anno 2019

Il versamento dell'acconto TASI deve essere effettuato entro il 16 giugno 2019

Il versamento del saldo TASI deve essere effettuato entro il 16 dicembre 2019

oppure può essere versato l'intero importo in unica soluzione entro il 16 giugno 2019

 Il versamento in acconto deve essere il 50% dell'importo annuo dovuto.

Non sono dovuti i versamenti di importo inferiore a € 12,00  di imposta annua (art. 25 della L. 289/2002 richiamato dall’art 1, comma 168 della L. 296/2006).

 In caso di pluralità di possessori o detentori essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria, ma qualora la somma dei versamenti effettuati singolarmente dai contitolari, risulti pari all’ammontare complessivamente dovuto, non si procederà con l’attività accertativa.

N.B. In questo caso l’importo minimo di € 12,00 deve essere sempre considerato sul versamento totale al 100% e non per ogni singolo frazionamento.

F24: gli errori da evitare  
informazioni dettagliate relativamente al versamento con F24 (dal sito dell'Agenzia delle Entrate)

MODALITÀ APPLICAZIONE RAVVEDIMENTO OPEROSO PER OMESSO VERSAMENTO 

Se il versamento avviene entro 14 gg. dalla scadenza, si deve versare un importo comprensivo di imposta, sanzione del 0,1 % giornaliero (fino ad un massimo del 1,4 %) e interessi dello 0.1%  annuo rapportato ai giorni di ritardo;

Se il versamento avviene entro 30 gg. dalla scadenza, si deve versare un importo comprensivo di imposta, sanzione del 1,5% e interessi dello e interessi dello 0.5%  annuo rapportato ai giorni di ritardo

Se il versamento avviene entro 90 gg dalla scadenza, si deve versare un importo comprensivo di imposta, sanzione del 1,66% e  interessi dello 0.5%  annuo rapportato ai giorni di ritardo.

Se il versamento avviene entro 1 anno dalla scadenza, si deve versare un importo comprensivo di imposta, sanzione del 3,75% e  interessi dello 0.5%  annuo rapportato ai giorni di ritardo.

 Il pagamento si esegue sul modello F24 versando l’importo comprensivo di imposta, sanzioni e interessi e barrando la casella “Ravvedimento”.

 3) TASI ALIQUOTE  

0,00 %

- ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE DELLA STESSA, AD ECCEZIONE DI QUELLE CLASSIFICATE NELLE CATEGORIE CATASTALI A/1, A/8 E A/9; 

- UNITÀ IMMOBILIARI APPARTENENTI ALLE COOPERATIVE EDILIZIE A PROPRIETÀ INDIVISA, ADIBITE AD ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE DEI SOCI ASSEGNATARI;  - CASA CONIUGALE ASSEGNATA AL CONIUGE, A SEGUITO DI PROVVEDIMENTO DI SEPARAZIONE LEGALE, ANNULLAMENTO, SCIOGLIMENTO O CESSAZIONE DEGLI EFFETTI CIVILI DEL MATRIMONIO; 

- IMMOBILE, ISCRITTO O ISCRIVIBILE NEL CATASTO EDILIZIO URBANO COME UNICA UNITÀ IMMOBILIARE, POSSEDUTO, E NON CONCESSO IN LOCAZIONE, DAL PERSONALE IN SERVIZIO PERMANENTE APPARTENENTE ALLE FORZE ARMATE E ALLE FORZE DI POLIZIA AD ORDINAMENTO MILITARE E DA QUELLO DIPENDENTE DELLE FORZE DI POLIZIA AD ORDINAMENTO CIVILE, NONCHÉ DAL PERSONALE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO E DAL PERSONALE APPARTENENTE ALLA CARRIERA PREFETTIZIA, PER IL QUALE NON SONO RICHIESTE LE CONDIZIONI DELLA DIMORA ABITUALE E DELLA RESIDENZA ANAGRAFICA; 

- ABITAZIONI ASSIMILATE ALLA PRINCIPALE:ANZIANI IN CASA DI RIPOSO

0,15 %

ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE

 IN CATEGORIA A/1 A/8 A/9

0,00 %

ALLOGGI EX IACP  DESTINATI AD ALLOGGI SOCIALI COME DEFINITI DALLE VIGENTI DISPOSIZIONI

0,25 %

IMMOBILI IN CATEGORIA “D”

0,25 %

FABBRICATI COSTRUITI E DESTINATI DALL’IMPRESA COSTRUTTRICE ALLA VENDITA FINTANTO CHE PERMANGA TALE DESTINAZIONE E NON SIANO IN OGNI CASO LOCATI

0,10%

FABBRICATI RURALI A USO STRUMENTALE

0,00%

TUTTI I FABBRICATI , AREE EDIFICABILI E TERRENI ASSOGGETTATI AD ALIQUOTA IMU DEL 1,06%; UNITA’ IMMOBILIARI OGGETTO DI CONTRATTI DI LOCAZIONE A CANONE CONCORDATO AI SENSI DELLA LEGGE 9/12/1998, N. 431

Leggi tutto...

SERVIZIO IESA DELL’ASLTO3

Il Servizio IESA dell'ASL TO3 ha forti radici sul territorio torinese e provincia e a esso è stato riconosciuto il ruolo di Centro Esperto regionale (DGR29), con il mandato di diffondere questo tipo di pratica in tutto il Piemonte.

Lo IESA è uno strumento terapeutico e riabilitativo che, in linea con le direttive dell’OMS si pone come obiettivo principale quello di fornire una risorsa abitativa a persone in temporaneo disagio presso un nucleo familiare volontario che restituisca loro un ruolo sociale, affettivo e relazionale, stimolando le capacità residue in favore di una maggiore autonomia. La convivenza coltiva le esperienze di condivisione del quotidiano, dei piccoli e preziosi momenti della giornata in cui le persone si incontrano e confrontano.

Sono state circa 250 le convivenze tra adulti in carico al Dipartimento di Salute Mentale e famiglie di volontari portate avanti dal Servizio che quotidianamente reperisce volontari i quali oltre ad avere a disposizione una camera in più, abbiano anche un po' di tempo da dedicare agli ospiti. Per tale collaborazione è previsto un rimborso spese e un supporto costante da parte di personale qualificato.

Al fine di reperire sempre più risorse per avviare le convivenze, ovvero volontari disposti ad accogliere, occorre prevedere apposite campagne di informazione della popolazione. Campagne che siano efficaci e che riescano ad entrare in maniera capillare e nella quotidianità dei cittadini.

Info:

Servizio IESA (Inserimento Eterofamiliare Supportato di Adulti)

Telefono: 0114017463

indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook: https://www.facebook.com/ServizioIESAASLTO3/

Leggi tutto...

Inviata il 19 aprile una lettera al presidente della Regione Chiamparino e alla sindaca Appendino

 

È stata inviata nella mattinata del 19 aprile, al presidente della Regione Sergio Chiamparino e al sindaco della Città metropolitana di Torino Chiara Appendino, a firma del sindaco di Grugliasco Roberto Montà e di altri 15 sindaci dei comuni dell’area metropolitana (Beinasco, Bollengo, Chiari, Ciriè, Collegno, Druento, Gassino, Moncalieri, Nichelino, Rivarolo, Rivoli, San Maurizio Canavese, Settimo Torinese, Volpiano, Volvera), la richiesta di partecipazione di un rappresentante della Città Metropolitana al Gruppo di Coordinamento e Controllo indetto dal Decreto di riconoscimento di crisi industriale complessa per il Sistema Locale del Lavoro di Torino.

«A seguito dell'approvazione del Decreto del MISE – spiegano i 16 sindaci firmatari – abbiamo appreso con stupore dell'assenza di una rappresentanza della Città Metropolitana all'interno del Gruppo di Coordinamento e Controllo. A nostro avviso è ingiustificata e lesiva del ruolo dell'Ente, che ha il compito di rappresentanza del territorio e delle funzioni assegnate dalla legge in materia di sviluppo economico».

I sidnaci spiegano che la partecipazione della Città di Torino e la coincidenza tra le figure di Sindaco del Comune capoluogo e della Città Metropolitana non sono assolutamente di garanzia per un processo che coinvolge 112 comuni del territorio e che ha quale presupposto le “sinergie ai diversi livelli istituzionali”.

I sindaci puntano sul fatto che il richiamo alla necessità di accompagnare lo sviluppo e l'occupazione del territorio, agevolando il recupero, l'eventuale bonifica e la riconversione di aree industriali dismesse, necessita di forme di coordinamento, partecipazione e concertazione che la Città Metropolitana può garantire al meglio, avvalendosi anche delle competenze della propria struttura in tali ambiti. Allo stesso modo i processi di specializzazione, di innovazione e di trasformazione per contrastare il tasso di disoccupazione del territorio richiedono un coinvolgimento attivo dei Comuni attraverso la Città Metropolitana.

«È necessario che questo importante intervento – aggiungono i sindaci – non passi come un'azione di sostegno fortemente orientata ai bisogni e ai siti della Città di Torino, ma abbracci in maniera sistemica il territorio interessato dal Decreto, portando a valore i risultati del Piano Strategico che è stato oggetto di confronto con gli attori economici, sociali e istituzionali prima dell'adozione da parte del Consiglio Metropolitano».
Per questo i primi cittadini chiedono di sollecitare il Ministro dello Sviluppo Economico affinché rettifichi il Decreto, prevedendo l'integrazione di un rappresentante della Città Metropolitana, e di attivare a livello territoriale una cabina di regia che sia in grado di garantire la massima partecipazione e il coinvolgimento dei 112 Comuni indicati dal decreto stesso.

Leggi tutto...

icophoto1 icovideo1 icorss1

© 2012 Comune di Grugliasco (TO), Piazza Matteotti, 50 - CAP 10095, T. 011 4013263/264 P.IVA 01472860012 - grugliasco@cert.ruparpiemonte.it