Comune di Grugliasco

Questo sito utilizza cookies tecnici e analitici. Informazioni alla sezione Privacy in "Amministrazione Trasparente - Altri contenuti"

Cliccando su "APPROVO" o continuando la navigazione, dichiara di aver compreso le modalità di trattamento. Per saperne di piu'

Approvo

Sono ancora disponibili posti per alcune mete dei soggiorni marini 2019. E' possibile presentare la domanda direttamente all'Agenzia Italcamel presso lo Sportello alla Città di piazza Matteotti 38, il martedì e il venerdì dalle 14 alle 17.

Leggi tutto...

Si invitano i cittadini a porre la massima attenzione e a diffidare di chi si spaccia per vigile urbano, agente di polizia municipale o tecnico dell'Enel al solo scopo di introdursi nelle abitazioni, con le più svariate scuse, per commettere furti.

All’origine della raccomandazione c’è la segnalazione di diversi episodi avvenuti in questi giorni: due persone, che fingendosi una vigile urbano e l'altra dipendente dell'Enel, chiedono di entrare nelle case per poi vendere contratti, raggirando i cittadini facendosi consegnare oggetti di valore.

Si ribadisce che i vigili urbani e i tecnici dell'Enel, nel caso debbano entrare in contatto diretto con i cittadini presso le loro abitazioni, sono muniti di cartellino di riconoscimento.

Si raccomanda, in caso di sospetti, di avvisare subito le forze dell’ordine al numero 112.

Leggi tutto...

Con deliberazione n. 22 del 29/4/2019 il Consiglio Comunale ha adottato il progetto della variante al PRG “Certezza 2”.

La documentazione è pubblicata sul sito web del Comune (www.comune.grugliasco.to.it) nella sezione Amministrazione trasparente - Pianificazione e governo del territorio - Proposte di trasformazione urbanistica d'iniziativa privata o pubblica in variante allo strumento urbanistico generale vigente.

Dal 28/5/2019 al 12/6/2019 chiunque può formulare osservazioni e proposte nel pubblico interesse, riferite agli ambiti e alle previsioni della variante; le osservazioni e proposte dovranno pervenire via posta elettronica certificata all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o, in alternativa, al protocollo generale del Comune in copia cartacea firmata in carta libera.

Leggi tutto...

Dal 2014 la TARES è stata sostituita a livello nazionale dalla Tassa sui Rifiuti - TARI.

Sono in corso di trasmissione i Modelli F24 utili per il pagamento del nuovo tributo per lo smaltimento dei rifiuti relativi all'anno 2019.

LE SCADENZE PER L'ANNO 2019 SONO LE SEGUENTI:

prima rata 31 maggio 2019

seconda rata 31 luglio 2019

terza rata 30 settembre 2019

quarta rata 30 novembre 2019

il pagamento in unica soluzione entro il 31 luglio 2019

Qualora l’avviso dovesse pervenire oltre la data di scadenza non saranno applicati interessi di mora.

Si ricorda che presso l'ufficio tributi non si eseguono pagamenti.

Al fine di evitare lunghe attese, si invitano i contribuenti che necessitano di presentare richieste di riduzioni o esenzioni ISEE, a recarsi allo sportello dopo il 23 giugno.

IL SERVIZIO A CUI RIVOLGERSI PER COMUNICAZIONI ED INFORMAZIONI E’:

UFFICIO TRIBUTI DEL COMUNE DI GRUGLIASCO

PIAZZA 66 MARTIRI 2  10095-GRUGLIASCO

Tel. 011- 4013536-531 Fax. 011- 4013535 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’eventuale corrispondenza andrà inviata invece presso Piazza Matteotti, n. 50

L’ORARIO PER IL PUBBLICO

Lunedì/giovedì/venerdì dalle h. 8.30 alle h. 12.00 - Mercoledì chiuso - Martedì dalle h. 8.30 alle h. 17.30

Tale orario è suscettibile di variazioni nel periodo natalizio e/o estivo.

BREVE DESCRIZIONE DELLA TARI

LA TARI,  si compone di una quota fissa e di una quota variabile; la somma di queste due componenti costituisce l’imponibile dovuto.

LA PARTE FISSA è rapportata ai costi sostenuti per il servizio di raccolta rifiuti, comprendente lo spazzamento, la raccolta, il trasporto ed il trattamento dei rifiuti.

Per le UTENZE DOMESTICHE è determinata in base alla superficie occupata ed al numero di componenti.

Per le UTENZE NON DOMESTICHE è determinata in base alla superficie occupata ed alla classe tariffaria di appartenenza.

LA PARTE VARIABILE è rapportata alla quantità di rifiuti conferiti, al servizio fornito, all’entità dei costi di gestione.

Per le UTENZE DOMESTICHE è determinata in base al numero dei componenti.

Per le UTENZE NON DOMESTICHE è determinata in base ai coefficienti di potenziale produzione di rifiuti relativi alla categoria di appartenenza rapportati alla superficie.

Il TRIBUTO AMBIENTALE  dovuto alla CITTA' METROPOLITANA di Torino è pari al 5% della tariffa.

icon Regolamento TARI

Leggi tutto...
Collegamento al Calcolatore IMU/TASI
 
Dall’anno 2016 secondo quanto stabilito dalla Legge di Stabilità 208/2015 non è dovuta la TASI per l’abitazione principale (escluse quelle classificate in categoria A1, A8 e A9) e relative pertinenze una per ciascuna categoria (C6, C7, C2). 

1) DETERMINAZIONE BASE IMPONIBILE TASI

MODALITÀ DI CALCOLO BASE IMPONIBILE FABBRICATI

Tipologia dell'immobile

Calcolo del valore imponibile

Fabbricati dotati di rendita catastale (abitazione principale e altri fabbricati)

Il valore si ottiene applicando alla rendita risultante in catasto, rivalutata del 5% i seguenti moltiplicatori:

  • 160 per i fabbricati di cat. A (esclusi A/10) e C/2, C/6 e C/7
  • 140 per i fabbricati di cat. B e C/3, C/4 e C/5
  • 80 per i fabbricati di cat. A/10 e D/5
  • 65 per i fabbricati di cat. D (esclusi D/5)
  • 55 per i fabbricati di cat. C/1

Fabbricati storici

La base imponibile è ridotta del 50%;  per i fabbricati di interesse storico o artistico di cui all'articolo 10 del codice di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42;

Immobili esenti

Sono esenti dall’imposta gli immobili indicati nell’art. 9, comma 8 D.lgs n. 23/2011 e nell’art. 11 del regolamento comunale.
L’esenzione spetta per il periodo dell’anno durante il quale sussistono le condizioni descritte nelle norme sopraddette.

  • gli immobili posseduti dallo Stato, nonché gli immobili posseduti nel proprio territorio dalle regioni, dalle province, dai comuni,  dalle comunità montane, dai consorzi fra detti enti, dagli enti del S.S.N., destinati esclusivamente ai compiti istituzionali;
  • i fabbricati destinati esclusivamente all'esercizio del culto, purchè compatibile con le disposizioni degli articoli 8 e 19 della Costituzione, e le loro pertinenze;
  • i fabbricati di proprietà della Santa Sede indicati negli articoli 13, 14, 15 e 16 del Trattato lateranense;
  • i fabbricati appartenenti agli Stati esteri e alle organizzazioni internazionali per i quali è prevista l'esenzione dall'imposta locale sul reddito dei fabbricati in base ad accordi internazionali resi esecutivi in Italia;
  • i terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina delimitate ai sensi dell'art. 15 della legge n. 984/1977;
  • gli immobili utilizzati direttamente dai soggetti di cui all'art. 73, comma 1, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni, destinati esclusivamente allo svolgimento di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive.
    Quest'ultima ipotesi di esenzione si intende applicabile nei casi di immobili utilizzati per le suddette attività, con modalità non commerciali purché siano svolte da enti pubblici e privati diversi dalla società, residenti nel territorio dello Stato, che non abbiano per oggetto (esclusivo o principale) l'esercizio di attività commerciali.

Si precisa che l'art. 91-bis del D.L. n. 1/2012, così come modificato dall'art. 9 del D.L. 174/2012, ha stabilito:
Qualora l'unità immobiliare abbia un'utilizzazione mista, l'esenzione di cui al comma 1 si applica solo alla frazione di unità nella quale si svolge l'attività di natura non commerciale, se identificabile attraverso l'individuazione degli immobili o porzioni di immobili adibiti esclusivamente a tale attività. Alla restante parte dell'unità immobiliare, in quanto dotata di autonomia funzionale e reddituale permanente, si applicano le disposizioni di legge che ne richiedono il distinto accatastamento (D. L. n. 262/2006). Le rendite catastali dichiarate o attribuite in base al periodo precedente producono effetto fiscale a partire dal 1º gennaio 2013
Nel caso in cui non sia possibile procedere con le suddette modalità, a partire dal 1º gennaio 2013, l'esenzione si applica in proporzione all'utilizzazione non commerciale dell'immobile.

 2) Calcolo Tasi e pagamento dell'imposta 2019 

CASISTICA DEGLI IMMOBILI 

Abitazione e pertinenze

Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile. Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente quello classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.

Assegnazione della casa coniugale al coniuge e pertinenze

Nei casi di assegnazione della casa coniugale al coniuge disposta a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio la TASI deve essere versata solo dal coniuge cui è stata assegnata l’ex casa familiare ed è sempre considerata abitazione principale.

Unità abitativa posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili  e pertinenze  

Per effetto della Legge 147 del 27/12/2013 art. 1 comma 707, sono asssimilate all'abitazione principale le unità immobiliari (casa e pertinenze) possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

Unità abitativa e relative pertinenze posseduta dagli appartenenti alle Forze armate  e pertinenze 

Non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica ai fini dell'applicazione dell'aliquota e detrazione per abitazione principale e relative pertinenze, posseduta, e non concessa in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate, alle Forze di polizia ad ordinamento militare e ad ordinamento civile, nonchè al personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, al personale appartenente alla carriera prefettizia.  

Unità abitativa   appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa 

Sono altresì da comprendere le unità abitative  e le relative pertinenze (una per ogni categoria C/2, C/6, C/7) appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari.

Fabbricati costruiti dalle imprese costruttrici e destinati alla vendita. 

E' prevista l'applicazione della TASI per le unità immobiliari costruite dalle imprese costruttrici e destinate alla vendita fintanto che permanga tale destinazione ed a condizione che non risultino locate.

Immobili in categoria catastale “D” 

Fabbricati rurali ad uso strumentale 

Alloggi ex Iacp  destinati ad alloggi Sociali come definiti dalle vigenti disposizioni

 Informazioni telefoniche per aliquote, detrazioni, riduzioni, esenzioni: 011 4013531-534

COME PAGARE? 

Non è ammessa in alcun modo la compensazione utilizzando crediti TASI. La colonna presente nella sezione "IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI" del modello F24 relativa a "importi a credito compensati" non deve quindi mai essere utilizzata a tale scopo.

CODICI TRIBUTO 

codice comune descrizione codice tributo comune

E216

TASI - abitazione principale e relative pertinenze

3958

E216

 TASI - altri fabbricati

3961

 (*) Informazioni per il pagamento con il modello F24 

Modalità e termini di scadenza pagamenti anno 2019

Il versamento dell'acconto TASI deve essere effettuato entro il 16 giugno 2019

Il versamento del saldo TASI deve essere effettuato entro il 16 dicembre 2019

oppure può essere versato l'intero importo in unica soluzione entro il 16 giugno 2019

 Il versamento in acconto deve essere il 50% dell'importo annuo dovuto.

Non sono dovuti i versamenti di importo inferiore a € 12,00  di imposta annua (art. 25 della L. 289/2002 richiamato dall’art 1, comma 168 della L. 296/2006).

 In caso di pluralità di possessori o detentori essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria, ma qualora la somma dei versamenti effettuati singolarmente dai contitolari, risulti pari all’ammontare complessivamente dovuto, non si procederà con l’attività accertativa.

N.B. In questo caso l’importo minimo di € 12,00 deve essere sempre considerato sul versamento totale al 100% e non per ogni singolo frazionamento.

F24: gli errori da evitare  
informazioni dettagliate relativamente al versamento con F24 (dal sito dell'Agenzia delle Entrate)

MODALITÀ APPLICAZIONE RAVVEDIMENTO OPEROSO PER OMESSO VERSAMENTO 

Se il versamento avviene entro 14 gg. dalla scadenza, si deve versare un importo comprensivo di imposta, sanzione del 0,1 % giornaliero (fino ad un massimo del 1,4 %) e interessi dello 0.1%  annuo rapportato ai giorni di ritardo;

Se il versamento avviene entro 30 gg. dalla scadenza, si deve versare un importo comprensivo di imposta, sanzione del 1,5% e interessi dello e interessi dello 0.5%  annuo rapportato ai giorni di ritardo

Se il versamento avviene entro 90 gg dalla scadenza, si deve versare un importo comprensivo di imposta, sanzione del 1,66% e  interessi dello 0.5%  annuo rapportato ai giorni di ritardo.

Se il versamento avviene entro 1 anno dalla scadenza, si deve versare un importo comprensivo di imposta, sanzione del 3,75% e  interessi dello 0.5%  annuo rapportato ai giorni di ritardo.

 Il pagamento si esegue sul modello F24 versando l’importo comprensivo di imposta, sanzioni e interessi e barrando la casella “Ravvedimento”.

 3) TASI ALIQUOTE  

0,00 %

- ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE DELLA STESSA, AD ECCEZIONE DI QUELLE CLASSIFICATE NELLE CATEGORIE CATASTALI A/1, A/8 E A/9; 

- UNITÀ IMMOBILIARI APPARTENENTI ALLE COOPERATIVE EDILIZIE A PROPRIETÀ INDIVISA, ADIBITE AD ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE DEI SOCI ASSEGNATARI;  - CASA CONIUGALE ASSEGNATA AL CONIUGE, A SEGUITO DI PROVVEDIMENTO DI SEPARAZIONE LEGALE, ANNULLAMENTO, SCIOGLIMENTO O CESSAZIONE DEGLI EFFETTI CIVILI DEL MATRIMONIO; 

- IMMOBILE, ISCRITTO O ISCRIVIBILE NEL CATASTO EDILIZIO URBANO COME UNICA UNITÀ IMMOBILIARE, POSSEDUTO, E NON CONCESSO IN LOCAZIONE, DAL PERSONALE IN SERVIZIO PERMANENTE APPARTENENTE ALLE FORZE ARMATE E ALLE FORZE DI POLIZIA AD ORDINAMENTO MILITARE E DA QUELLO DIPENDENTE DELLE FORZE DI POLIZIA AD ORDINAMENTO CIVILE, NONCHÉ DAL PERSONALE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO E DAL PERSONALE APPARTENENTE ALLA CARRIERA PREFETTIZIA, PER IL QUALE NON SONO RICHIESTE LE CONDIZIONI DELLA DIMORA ABITUALE E DELLA RESIDENZA ANAGRAFICA; 

- ABITAZIONI ASSIMILATE ALLA PRINCIPALE:ANZIANI IN CASA DI RIPOSO

0,15 %

ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE

 IN CATEGORIA A/1 A/8 A/9

0,00 %

ALLOGGI EX IACP  DESTINATI AD ALLOGGI SOCIALI COME DEFINITI DALLE VIGENTI DISPOSIZIONI

0,25 %

IMMOBILI IN CATEGORIA “D”

0,25 %

FABBRICATI COSTRUITI E DESTINATI DALL’IMPRESA COSTRUTTRICE ALLA VENDITA FINTANTO CHE PERMANGA TALE DESTINAZIONE E NON SIANO IN OGNI CASO LOCATI

0,10%

FABBRICATI RURALI A USO STRUMENTALE

0,00%

TUTTI I FABBRICATI , AREE EDIFICABILI E TERRENI ASSOGGETTATI AD ALIQUOTA IMU DEL 1,06%; UNITA’ IMMOBILIARI OGGETTO DI CONTRATTI DI LOCAZIONE A CANONE CONCORDATO AI SENSI DELLA LEGGE 9/12/1998, N. 431

Leggi tutto...

Sono aperte le iscrizioni al Progetto Piazza Razzabile 2019.

Le domande possono essere presentate allo Sportello alla Città del Comune di Grugliasco di piazza Matteotti 38 dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13 e il martedì alle 8.30 alle 17.30.

al link sono scaricaribili il modulo, il Regolamento e l'informativa sul trattamento dei dati
Leggi tutto...

SERVIZIO IESA DELL’ASLTO3

Il Servizio IESA dell'ASL TO3 ha forti radici sul territorio torinese e provincia e a esso è stato riconosciuto il ruolo di Centro Esperto regionale (DGR29), con il mandato di diffondere questo tipo di pratica in tutto il Piemonte.

Lo IESA è uno strumento terapeutico e riabilitativo che, in linea con le direttive dell’OMS si pone come obiettivo principale quello di fornire una risorsa abitativa a persone in temporaneo disagio presso un nucleo familiare volontario che restituisca loro un ruolo sociale, affettivo e relazionale, stimolando le capacità residue in favore di una maggiore autonomia. La convivenza coltiva le esperienze di condivisione del quotidiano, dei piccoli e preziosi momenti della giornata in cui le persone si incontrano e confrontano.

Sono state circa 250 le convivenze tra adulti in carico al Dipartimento di Salute Mentale e famiglie di volontari portate avanti dal Servizio che quotidianamente reperisce volontari i quali oltre ad avere a disposizione una camera in più, abbiano anche un po' di tempo da dedicare agli ospiti. Per tale collaborazione è previsto un rimborso spese e un supporto costante da parte di personale qualificato.

Al fine di reperire sempre più risorse per avviare le convivenze, ovvero volontari disposti ad accogliere, occorre prevedere apposite campagne di informazione della popolazione. Campagne che siano efficaci e che riescano ad entrare in maniera capillare e nella quotidianità dei cittadini.

Info:

Servizio IESA (Inserimento Eterofamiliare Supportato di Adulti)

Telefono: 0114017463

indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook: https://www.facebook.com/ServizioIESAASLTO3/

Leggi tutto...

Inviata il 19 aprile una lettera al presidente della Regione Chiamparino e alla sindaca Appendino

 

È stata inviata nella mattinata del 19 aprile, al presidente della Regione Sergio Chiamparino e al sindaco della Città metropolitana di Torino Chiara Appendino, a firma del sindaco di Grugliasco Roberto Montà e di altri 15 sindaci dei comuni dell’area metropolitana (Beinasco, Bollengo, Chiari, Ciriè, Collegno, Druento, Gassino, Moncalieri, Nichelino, Rivarolo, Rivoli, San Maurizio Canavese, Settimo Torinese, Volpiano, Volvera), la richiesta di partecipazione di un rappresentante della Città Metropolitana al Gruppo di Coordinamento e Controllo indetto dal Decreto di riconoscimento di crisi industriale complessa per il Sistema Locale del Lavoro di Torino.

«A seguito dell'approvazione del Decreto del MISE – spiegano i 16 sindaci firmatari – abbiamo appreso con stupore dell'assenza di una rappresentanza della Città Metropolitana all'interno del Gruppo di Coordinamento e Controllo. A nostro avviso è ingiustificata e lesiva del ruolo dell'Ente, che ha il compito di rappresentanza del territorio e delle funzioni assegnate dalla legge in materia di sviluppo economico».

I sidnaci spiegano che la partecipazione della Città di Torino e la coincidenza tra le figure di Sindaco del Comune capoluogo e della Città Metropolitana non sono assolutamente di garanzia per un processo che coinvolge 112 comuni del territorio e che ha quale presupposto le “sinergie ai diversi livelli istituzionali”.

I sindaci puntano sul fatto che il richiamo alla necessità di accompagnare lo sviluppo e l'occupazione del territorio, agevolando il recupero, l'eventuale bonifica e la riconversione di aree industriali dismesse, necessita di forme di coordinamento, partecipazione e concertazione che la Città Metropolitana può garantire al meglio, avvalendosi anche delle competenze della propria struttura in tali ambiti. Allo stesso modo i processi di specializzazione, di innovazione e di trasformazione per contrastare il tasso di disoccupazione del territorio richiedono un coinvolgimento attivo dei Comuni attraverso la Città Metropolitana.

«È necessario che questo importante intervento – aggiungono i sindaci – non passi come un'azione di sostegno fortemente orientata ai bisogni e ai siti della Città di Torino, ma abbracci in maniera sistemica il territorio interessato dal Decreto, portando a valore i risultati del Piano Strategico che è stato oggetto di confronto con gli attori economici, sociali e istituzionali prima dell'adozione da parte del Consiglio Metropolitano».
Per questo i primi cittadini chiedono di sollecitare il Ministro dello Sviluppo Economico affinché rettifichi il Decreto, prevedendo l'integrazione di un rappresentante della Città Metropolitana, e di attivare a livello territoriale una cabina di regia che sia in grado di garantire la massima partecipazione e il coinvolgimento dei 112 Comuni indicati dal decreto stesso.

Leggi tutto...

Domanda per gli aiuti economici per il diritto allo studio

all’indirizzo: https://www.regione.piemonte.it/web/temi  alla sezione  Istruzione formazion e lavoro

A partire dal 6 maggio fino al 30 maggio 2019, i RESIDENTI in Grugliasco, potranno, telefonando al
numero 011/4013312, dal lunedì al venerdì 9-12, prendere appuntamento per poter utilizzare la
postazione, a disposizione del cittadino, presso lo sportello alla città Piazza Matteotti n°38, Grugliasco.

Leggi tutto...

E' disponibile il nuovo modulo di partecipazione al Bando comunale riservato a persone in emergenza abitativa per l'assegnazione in locazione di alloggi di edilizia sociale, ai sensi dell'art.10 della L.R. 3/2010 e s.m.i.

In particolare il bando si rivolge a soggetti destinatari di provvedimento esecutivo di sfratto per finita locazione o di rilascio dell’abitazione coniugale a seguito di sentenza di assegnazione all’altro coniuge o sfratto per morosità solo se causata da: improvvisa malattia invalidante documentata; disoccupazione dovuta ad improvvisa perdita del lavoro a seguito di procedure concorsuali dell'azienda; collocazione in cassa- integrazione da almeno 1 anno; inserimento in un progetto di reinserimento sociale o terapeutico a carico dei servizi socio-assistenziali, con dichiarazione ISEE in corso di validità alla data di presentazione della domanda, inferiore al 30 % del limite di assegnazione.

Le ulteriori situazioni di emergenza abitative contemplate sono descritte nel Bando allegato. Pertanto si invitano gli interessati a leggere attentamente il bando per valutare correttamente se la propria situazione rientra in quelle descritte, onde evitare l'esclusione della domanda.

Per informazioni e per presentare la domanda: Sportello alla Città, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 16.

Leggi tutto...

E' scaricabile il modulo per richiedere il rimborso chilometrico o il servizio di trasporto scolastico per gli alunni della scuola Baracca anno 2019/2020.

La richiesta, accompagnata da un documento di identità di uno dei genitori, va inoltrata entro martedì 30 aprile all’indirizzo mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

CON L’AUTUNNO SI RIPERESENTA IL FENOMENO DELLE CIMICI ASIATICHE

Nel periodo autunnale e in particolare nelle giornate calde, si assiste alla diffusione dell'insetto chiamato "cimice asiatica”.

In autunno l’abbassamento delle temperature e la fine dei cicli vegetativi di molte coltivazioni e piante spontanee inducono alcune specie di insetti a trovare rifugio nelle abitazioni. Questi insetti passano l’inverno allo stadio adulto e per sopravvivere ai periodi più freddi cercano riparo in ambienti protetti e/o riscaldati. In primavera, poi, abbandonano questi rifugi per portarsi sulla nuova vegetazione dove si alimentano e si riproducono, continuando così il loro ciclo biologico.

Dal 2013 in Piemonte sono state segnalate le prime presenze di questo insetto che non avendo limitatori naturali specifici nel nostro continente, si sta diffondendo velocemente in nuove aree, con un progressivo incremento delle popolazioni. Considerando che, sebbene non sia vettore di malattie e non attacchi l'uomo, si tratta di un insetto particolarmente dannoso, con popolazioni destinate a crescere anno dopo anno, si rivela senz’altro utile tentare di eliminare gli adulti che cercano riparo nelle abitazioni, tanto più se si presentano in numeri consistenti.

Cimici e altri “intrusi” possono essere preventivamente “scovati” dai loro ricoveri (cassonetti, anfratti, etc.) utilizzando i classici elettrodomestici atti alla pulizia e successivamente catturati con mezzi aspirapolvere. Va tenuto presente che se si vuole eliminarli immergendoli in acqua si deve aggiungere del sapone liquido per impedire che vengano a galla. Nel caso le cimici fossero rinvenute in edifici non adibiti ad abitazione come magazzini o sottotetti, è possibile utilizzare gli insetticidi autorizzati per l’uso domestico. Eliminare gli adulti svernanti delle cimici, in particolare di quella asiatica, può contribuire a contenerne lo sviluppo e quindi a ridurre i danni sia alle colture agrarie che agli orti e ai frutteti familiari.

Negli allegati sottoriportati sono disponibili pagine informative, contenenti le indicazioni sui comportamenti corretti da tenere da parte della cittadinanza

Leggi tutto...

Il Comune di Grugliasco e le Associazioni degli inquilini e dei proprietari di immobili, a seguito di alcuni incontri di contrattazione, hanno ridefinito i parametri dell'accordo territoriale, previsto dalla Legge 431/98. L'accordo è stato sottoscritto, in presenza dei referenti politici, sindaci ed assessori, di 16 comuni dell'Area Metropolitana, dalle organizzazioni sindacali il 1°marzo 2019 .
L'accordo consente a proprietari e inquilini di stipulare un contratto convenzionato, il cui canone oscilla tra una cifra minima ed una massima stabilita dall'accordo e a fronte del quale si usufruisce di alcune agevolazioni fiscali (Link http://www.comune.grugliasco.to.it/cat/tributi/item/4708-imu-2018-imposta-unica-comunale-iuc.html )
Inoltre, i proprietari che accettano di dare in locazione il proprio alloggio ad un cittadino iscritto all'Agenzia Sociale per la Locazione, stipulando un contratto a canone agevolato, possono ricevere un contributo a fondo perduto e un Fondo di Garanzia (link http://www.comune.grugliasco.to.it/cat/diritti/item/4906-un-aiuto-per-cercare-affitto.html).
Di seguito si allegano i documenti utili. Info: Ufficio sicurezza sociale Tel. 011 4013334-336-338 - Fax 011 4013339
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Con deliberazione della Giunta Comunale n. 29 del 18 febbraio 2019 è stato adottato il Piano Esecutivo Convenzionato per modifiche all'area di intervento 44 "Molino", secondo le previsioni del vigente PRGC. Le modifiche interessano unicamente il lotto L.5. Nell'avviso allegato sono riportate le indicazioni necessarie per visionare gli atti del PEC e per la presentazione di osservazioni e proposte.

Leggi tutto...

Nella sezione Modulistica/Edilizia-Urbanistica/Mezzi Pubblicitari sono pubblicati il
Regolamento Comunale sulla Pubblicita' e le Pubbliche Affissioni e lo Stralcio del Piano Generale degli Impianti Pubblicitari, nonché il modulo per la richiesta di autorizzazione per l'installazione di mezzi pubblicitari su immobili o aree private.

Leggi tutto...

A seguito di istanza, avanzata presso lo Sportello Unico per le Attività Produttive, di permesso di costruire in variante al PRG per l'ampliamento di attività produttiva in via Aldo Rossi nella subzona urbanistica Z01c, è stata avviata la relativa variante urbanistica ai sensi dell'art. 17 bis comma 4 della l.r. 56/77 e s.m.i..

La documentazione è pubblicata, a decorrere dal 21/1/2019, sul sito web del Comune (www.comune.grugliasco.to.it) nella sezione Amministrazione trasparente / Pianificazione e governo del territorio / Proposte di trasformazione urbanistica d'iniziativa privata o pubblica in variante allo strumento urbanistico generale vigente.

Entro il 20/2/2019 è possibile presentare osservazioni, che dovranno pervenire via posta elettronica certificata all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o, in alternativa, al protocollo generale del Comune in copia cartacea firmata in carta libera.

Leggi tutto...

Il Consorzio CISAP da sempre sostiene e valorizza le risposte di solidarietà sociale delle associazioni di volontariato che operano nel territorio consortile.


A tale proposito, il Consiglio di Amministrazione nella seduta del 28 dicembre u.s. ha deliberato l’erogazione di un contributo di €. 11.849.12 all’Emporio Solidale di Grugliasco e per esso alla Parrocchia di san Cassiano di Grugliasco per le attività di aiuto ai cittadini in condizioni di fragilità e precarietà economica attraverso la possibilità di effettuare una spesa solidale di generi di prima necessità, con un valore attribuito in base al numero di componenti il nucleo famigliare e al valore dell’ISEE, sostenute nell’anno 2018.


Il Consorzio lavora in sinergia e in collegamento con tutte le realtà del territorio e intende promuovere e integrare le proprie attività sociali con gli interventi del privato sociale in una logica di sussidiarietà e complementarietà con il sistema pubblico.
Per il Consorzio CISAP e per il Comune di Grugliasco l’Emporio è una risorsa importante: aiuta a dare risposte ai bisogni delle famiglie in una logica di comunità accogliente.

In allegato il testo integrale del comunicato stampa del Cisap.

Leggi tutto...

Le biblioteche dello SBAM cercano sponsor per la circolazione libraria

Bando di raccolta fondi rivolto a banche, assicurazioni, imprese e grande distribuzione

I 70 comuni aderenti allo SBAM, il Sistema Bibliotecario Area Metropolitana di Torino, ricercano sponsor per raccogliere fondi a sostegno della circolazione di libri e l’acquisto di e-book. Il bando, che scade il 21 gennaio 2019, è rivolto a tre macro categorie di privati: Grande Distribuzione, banche e assicurazioni, imprese e ditte commerciali. I soggetti possono aderire, anche in forma associata, proponendo un finanziamento di almeno 8.000,00 € (oltre IVA). Il Bando di Sponsorizzazione è realizzato dal Comune di Beinasco, anche per gli altri poli d’area dello SBAM (Moncalieri, Settimo, Chieri, Collegno e Chivasso), che comprende 70 biblioteche dell’area metropolitana di Torino.

I fondi raccolti tramite il Bando di Sponsorizzazione verranno utilizzati per il 70% a sostegno del servizio di circolazione libraria e per il 30% per l’acquisto di e-book, audiolibri e risorse multimediali a favore di tutte le biblioteche aderenti al sistema. I 3 sponsor vincitori del bando (uno per ogni macro categoria) potranno beneficiare di un importante ritorno di visibilità, oltre che della possibilità di raggiungere target nuovi e diversificati. Il bando prevede una serie di benefit: la promozione degli sponsor con l’apposizione dei loro loghi nelle 63 biblioteche, tramite roll-up e bacheche, nel materiale informativo delle iniziative che verranno organizzate, sui furgoni utilizzati in tutta l’area metropolitana di Torino per la circolazione dei libri (circa 1000 km percorsi ogni settimana) e nei segnalibri che verranno inseriti nei libri e documenti dati in prestito. Sarà inoltre garantita visibilità sul sito web dello SBAM (25.000 accessi al mese, 305.000 l’anno) e sui mezzi di comunicazione dei comuni aderenti.

Il servizio di circolazione libraria di sistema permette ad ogni utente di poter prendere in prestito gratuitamente libri/dvd/documenti da tutte le biblioteche dello SBAM, scegliendo dove effettuare il ritiro in pochi giorni. Alcuni numeri: il territorio complessivo a cui si rivolge ha un bacino di utenza di circa 800.000 abitanti e comprende più di 70 comuni. Quotidianamente i furgoni della circolazione libraria consegnano e ritirano libri, dvd e documenti, percorrendo 1000 km alla settimana. Gli utenti iscritti al sistema sono ormai più di 275.000. I prestiti totali in tutto il sistema, dato del 2017, sono stati quasi 1 milione, di cui circa 100.000 proprio tramite il servizio di circolazione libraria.

Non “solo” libri, ma anche innovazione. Dal 2016, le biblioteche dello SBAM mettono a disposizione dei propri lettori un servizio di accesso a risorse e prestito digitale. Questo servizio consente ad ogni utente di leggere e scaricare e-book direttamente e gratuitamente dai propri device personali 24h/24 e 7 giorni su 7, leggere quotidiani e periodici nazionali e internazionali (più di 6.600 testate), ascoltare audiolibri (circa 200 audiolibri in streaming sempre disponibili), consultare banche dati ed enciclopedie, seguire lezioni in modalità e-learning, scaricare musica, app, immagini e mappe per un totale di quasi 700.000 risorse open.

I Sindaci e agli Assessori alla Cultura del sistema SBAM puntano molto sul successo del Bando di Sponsorizzazione anche per un altro motivo: consentirà di “liberare” risorse pubbliche per destinarle a nuovi servizi e attività dello SBAM.

“Questo bando è una novità e un’opportunità per sostenere economicamente servizi e progetti di riconosciuta utilità pubblica, attraverso il coinvolgimento di sponsor che ne possano diventare partner – spiegano gli amministratori pubblici della rete SBAM – Si tratta di un supporto alle biblioteche del territorio e permetterà di investire sul sistema SBAM in maniera innovativa, offrendo ai cittadini maggiori servizi e attività, rafforzando un modello che guarda alle biblioteche come luoghi di aggregazione sociale e culturale”

Leggi tutto...

Il comune di Grugliasco, in collaborazione con il Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di Organi e Tessuti, ha attivato, da fine marzo, la registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti all’Ufficio Anagrafe. A proporre in consiglio comunale questa nuova e importante scelta, i consiglieri comunali del Pd Raffaele Bianco e Gianni Sanfilippo su indicazione delle disposizioni di legge comunicate dal Ministro della Salute.

Se sei un cittadino maggiorenne, in occasione del rilascio o del rinnovo della carta d’identità, l’addetto allo sportello ti chiederà se desideri registrare la tua volontà, esprimendo il tuo consenso o diniego e firmando un apposito modulo.
La tua scelta sarà inserita nel database del Ministero della Salute che permette ai medici del Coordinamento di consultare, in caso di possibile donazione, la dichiarazione di volontà di un individuo. Potrai cambiare la tua decisione in qualsiasi momento, recandoti presso la tua Asl.

Sono altrettanto valide ai sensi di legge anche le manifestazioni di volontà mediante:
-La registrazione presso gli sportelli delle Asl (www.donalavita.net)
-La tessera regionale (da portare con te tra i documenti d’identità)
-L’iscrizione all’AIDO

Secondo quanto previsto dalla normativa vigente si considera valida, ai fini della donazione, l’ultima volontà manifestata in ordine temporale.

Informazioni: 011 4013412 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Il comune di Grugliasco, in collaborazione con il Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di Organi e Tessuti, ha attivato, da fine marzo, la registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti all’Ufficio Anagrafe. A proporre in consiglio comunale questa nuova e importante scelta, i consiglieri comunali del Pd Raffaele Bianco e Gianni Sanfilippo su indicazione delle disposizioni di legge comunicate dal Ministro della Salute.

Se sei un cittadino maggiorenne, in occasione del rilascio o del rinnovo della carta d’identità, l’addetto allo sportello ti chiederà se desideri registrare la tua volontà, esprimendo il tuo consenso o diniego e firmando un apposito modulo.
La tua scelta sarà inserita nel database del Ministero della Salute che permette ai medici del Coordinamento di consultare, in caso di possibile donazione, la dichiarazione di volontà di un individuo. Potrai cambiare la tua decisione in qualsiasi momento, recandoti presso la tua Asl.

Sono altrettanto valide ai sensi di legge anche le manifestazioni di volontà mediante:
-La registrazione presso gli sportelli delle Asl (www.donalavita.net)
-La tessera regionale (da portare con te tra i documenti d’identità)
-L’iscrizione all’AIDO

Secondo quanto previsto dalla normativa vigente si considera valida, ai fini della donazione, l’ultima volontà manifestata in ordine temporale.

Informazioni: 011 4013412 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

AVVISI AI CITTADINI IN CASO DI EMERGENZA E DI COMUNICAZIONI - ISCRIVITI AL SERVIZIO GRATUITO PER ESSERE SEMPRE INFORMATO 

Come utilizzare il sistema adottato dalla Protezione Civile comunale per avvisare i cittadini in caso di allerte meteo e altre situazioni di emergenza e di informazioni dell'Ente.

 

Avvisi ai cittadini in caso di emergenza

La Protezione Civile comunale utilizza il sistema Nowtice, affiancato dalla app FlagMii, per inviare ai cittadini allerte in caso di emergenza (allerte meteo, calamità, ecc), ma anche informazioni utili relative al pagamento di Tasse e tributi, chiusura scuole e uffici, blocchi del traffico.

I cittadini che utilizzano telefoni con linea fissa e il cui numero è presente negli elenchi pubblici sono automaticamente collegati al nuovo sistema, mentre chi ha scelto di non pubblicare il proprio numero negli elenchi pubblici, o desidera ricevere le allerte su smartphone, via email, con sms o app, può aderire al servizio seguendo le istruzioni proposte di seguito.

 

Ogni cittadino può iscriversi gratuitamente al servizio di allerta e di informazioni da parte del Comune di Grugliasco scegliendo tra queste voci (si può selezionare anche più di una voce):

- Emergenze
- Informazioni
- Viabilità
- Scuola
- Orari Uffici comunali
- Tributi comunali

 

ISCRIVITI: 

https://publicalerts.nowtice.it/Account/LoginRegister?returnUrl=/Manage/AddSubscription?TenantID=25

 

Su telefono con linea fissa

Se il tuo numero è presente sugli elenchi pubblici non occorre fare nulla: riceverai automaticamente e gratuitamente le allerte telefoniche. Tutti i numeri telefonici riferiti alla città, inseriti negli elenchi pubblici, sono infatti automaticamente iscritti al servizio.

Se il tuo numero NON compare negli elenchi pubblici, puoi ricevere le allerte telefoniche registrandoti gratuitamente al servizio Nowtice online.

REGISTRATI AL SERVIZIO ORA:

https://publicalerts.nowtice.it/Account/LoginRegister?returnUrl=/Manage/AddSubscription?TenantID=25

 

Su telefono cellulare/smartphone

Puoi registrarti al servizio Nowtice online per ricevere le allerte mediante una telefonata, un sms o una email fornendo il tuo numero di cellulare.

REGISTRATI AL SERVIZIO ORA:

https://publicalerts.nowtice.it/Account/LoginRegister?returnUrl=/Manage/AddSubscription?TenantID=25

 

Puoi utilizzare la app FlagMiiFlagMii per IOS, Android, Windows Phone, che affianca il servizio di allerta Nowtice. Grazie alla geolocalizzazione, la app consente di ricevere avvisi mirati, relativi al luogo in cui ci si trova, direttamente sul proprio smartphone, e comprende anche utili strumenti per chiedere aiuto in caso di emergenza. Dopo l'installazione è necessario indicare il proprio numero di cellulare e selezionare la voce “Grugliasco Comune – Emergenza” nell'area “Notifiche” per ricevere gli avvisi di emergenza dal Comune.

La app opera nel rispetto della privacy (info: http://www.flagmii.com/).

Guarda il video informativo: https://www.youtube.com/watch?v=8d_OajuV9bY&t=54s

In allegato il tutor su come iscriversi 

Leggi tutto...

In questi giorni dove è obbligatorio il cambio gomme termiche, sono pervenute diverse segnalazioni di abbandono di penumatici vicino alle campane e cassonetti, con notevole dispendio di tempo, energie, e denaro dei contribuenti (per la raccolta e il trasporto).

A tal proposito, si ricorda alla cittadinanza l'importanza di non abbandonare gli pneumatici a terra, perché, costituisce una violazione alla normativa vigente (quindi, sanzionabile) e può creare gravi danni ambientali.

I cittadini grugliaschesi possono conferire in Ecocentro gratuitamente le gomme sostituite (anche se munite di cerchione), negli orari di apertura: http://www.comune.grugliasco.to.it/servizi-uffici-e-sportelli/ambiente/ecocentro-comunale.html

 

Leggi tutto...

25 NOVEMBRE 2018

Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne,

data scelta dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999.

Anche quest’anno i Comuni di Alpignano, Collegno, Grugliasco e Rivoli con il Centro Donna – Villa 5 sono uniti contro la violenza sulle donne per tenere viva l’attenzione su questo grave problema purtroppo sempre attuale. Le Biblioteche civiche dei Comuni coinvolti propongono, per l’occasione, una ricca bibliografia con una selezione di testi a tema. Tutti i volumi segnalati e molti altri, sono disponibili per il prestito gratuito anche attraverso il servizio di circolazione libraria.

Consultate il catalogo unico delle Biblioteche del Sistema Bibliotecario dell’Area Metropolitana di Torino (SBAM) all’indirizzo www.sbam.erasmo.it

Le bibliografie complete sono scaricabili direttamente dai file in allegato alla presente NEWS.

 

“In occasione della giornata del 20 novembre, la Biblioteca di Grugliasco ha realizzato una selezione di volumi riferiti AI DIRITTI DELL’INFANZIA

Leggi tutto...

Per contrastare il fenomeno delle soste selvagge, la Polizia Locale di Grugliasco si è dotata dello strumento 'Autoscan', una telecamera ad alta definizione che, montata a bordo dell'auto pattuglia, consentirà di immortalare i veicoli in sosta irregolare. All'infrazione accertata personalmente dagli agenti, seguirà notifica del verbale al proprietario entro 90 giorni. Dopo un test durato alcune settimane, lo strumento verrà utilizzato, dal 14 novembre, prevalentemente nelle vicinanze delle aree mercatali e dei plessi scolastici, nelle pertinenze dei centri commerciali con particolare riguardo ai giorni festivi e in prossimità degli incroci e degli angoli di svolta nei periodi di maggiore affluenza e in generale nelle zone della città in cui il parcheggio in doppia fila è diventato un'abitudine.

La notifica del verbale sarà corredata dalle indicazioni per consentire all'utente di visionare le immagini sul sito istituzionale del Comune, nella sezione multe on line.
Lo strumento 'Autoscan' è inoltre in grado di segnalare in tempo reale agli agenti accertatori la mancanza di revisione e di copertura assicurativa e l'eventuale provenienza furtiva di un veicolo.

Leggi tutto...

Sta per essere composta la graduatoria prevista dalla legge 68/99 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”. È quindi necessario che, chiunque è a oggi inserito negli elenchi del collocamento mirato, presenti al Centro per l'impiego la documentazione necessaria.

I grugliaschesi che sono nelle liste di collocamento devono compilare il modulo in allegato e consegnarlo al CPI per essere inseriti nelle graduatorie 2019.
Per qualsiasi altra informazione e per la compilazione del modulo ci si può rivolgere direttamente al centro per l'impiego competente: T 011 9505211 il martedì e il giovedì dalle 9,30 alle 12.

DOVE PRESENTARSI
CENTRO PER L'IMPIEGO DI Rivoli Via Dora Riparia 4/A il martedì e il giovedì dalle 9.30 alle 12.00

QUANDO
DAL 06/11/2018 al 28/02/2018

DOCUMENTI DA PRESENTARE
al centro per l'Impiego deve essere consegnato apposito modulo modulo che deve contenere:
• reddito individuale anno 2017 indicato nel CUD 2018 o 730 2018 o UNICO 2018
• percentuale di disabilità indicata nel verbale di invalidità (rilasciato dalla commissione INPS/ASL)
• verbale della visita specifica per la legge 68/99 (scheda capacità lavorative rilasciata dalla commissione INPS/ASL)
• carico famigliare indicando i dati anagrafici e il codice fiscale di ogni componente.
• per gli iscritti all'articolo 1 presentare l’ultimo verbale di invalidità

Le informazioni sopraelencate concorrono all’elaborazione del punteggio complessivo di graduatoria riferito alla data del 31/12/2018. Nel caso di mancata presentazione nei tempi indicati non sarà più possibile modificare i dati che contribuiscono all’inserimento nella graduatoria. I dati raccolti determineranno la graduatoria 2019.

Leggi tutto...

al link è scaricabile la graduatoria dei partecipanti al progetto Promemoria Auschwitz che saranno contattati nei prossimi giorni per l'avvio per percorso di formazione.

Leggi tutto...

In questi giorni sono pervenute segnalazioni di mancato svuotamento dei contenitori dei tessili. Situazione dovuta alle continue piogge, che ora dovrebbe essersi normalizzata con l'effettuazione del ritiro dei materiali.
Gli svuotamenti delle campane dei tessili non possono avvenire in condizioni meteo avverse, in quanto la merce, se bagnata, deve essere buttata, poiché non può essere asciugata.
A tal proposito, si ricorda alla cittadinanza l'importanza di non abbandonare la merce a terra (anche se riposta in sacchetti), perché, oltre a costituire una violazione alla normativa vigente (quindi, sanzionabile), il suo destino sarà il mancato recupero e l'avvio a smaltimento.
Meglio conservare qualche giorno in più il sacchetto in casa ed attendere che li contenitore stradale sia in condizioni di ricevere il conferimento.

Leggi tutto...

Al fine di poter gestire in modo adeguato ed efficiente, la prevedibile emergenza , correlata alle sindromi influenzali, per il sovraffollamento dei Pronto Soccorso degli Ospedali Aziendali, l’ASLTO3 ha predisposto uno specifico Piano elaborato da Medici e Operatori sanitari esperti , partendo dall’esperienza di quanto già attuato con successo nel corso del 2017 e 2018.

Al riguardo, a livello nazionale, 15 ottobre è iniziata la sorveglianza delle sindromi influenzali del “Sistema Influnet”. Secondo i dati che emergono dal primo bollettino settimanale, si evince che nella 43a settimana (dal 22 al 28 ottobre 2018) l’incidenza delle sindromi influenzali era ancora ad livello basso, pur avendo già colpito 125.000 persone. Tuttavia le proiezioni Influnet stimano che il picco (pari a circa 15 casi per mille assistiti), verrà raggiunto nelle prime settimane del 2019.
Rapporto Epidemiologico Influnet- Stima dell’andamento sindrome influenzale- stagione 2018/2019
Nello specifico le azioni messe in campo, comprendono sia iniziative da assumere prima del verificarsi dell’iper-afflusso, sia durante il sovraffollamento ospedaliero, sia volte a garantire il deflusso efficace dei pazienti sul territorio o al domicilio.

Il Piano prevede, infatti, obiettivi specifici relativi al contenimento dei tempi di permanenza in Pronto Soccorso secondo le Linee di Indirizzo Regionali e già in linea con quelle che saranno le direttive ministeriali di prossima uscita, nell’ottica di una risposta efficace e tempestiva alla domanda sanitaria. A tal fine sono stati analizzati diversi parametri, come il numero di posti letto, il numero di pazienti in carico e i tempi di attesa per la visita sul totale degli accessi, elaborati sui dati storici, in particolare relativi agli anni 2017-2018.

Nella fase pre-ospedaliera è stato richiesto al Servizio di Epidemiologia di fornire l’elenco dei cittadini/pazienti fragili per attivare, ove possibile, azioni di monitoraggio e presa in carico da parte dei medici di famiglia, dei servizi infermieristici territoriali e dalle Case della Salute, da poco attivate presso la nostra Asl. Sono stati, quindi, elaborati modelli gestionali di primaria importanza per gestire i pazienti fragili senza che questi debbano essere necessariamente inviati nei Pronto Soccorso degli Ospedali. Sono stati inoltre potenziati tutti i servizi aziendali di assistenza domiciliare (ADP, ADI, Radiologia domiciliare, etc).

In Ospedale, le azioni progettate sono quelle mirate al contenimento dei tempi di accesso tra l’arrivo in Pronto Soccorso e la registrazione in triage e tra la registrazione e la prima visita medica al fine di ridurli il più possibile. L’obiettivo è rendere efficace e tempestiva la risposta di chi si presenta in Pronto Soccorso, in base all’urgenza, alla gravità e al fabbisogno assistenziale. Ma proprio per essere in linea con il piano anti-congestionamento messo a punto dal Ministero della salute attraverso le “linee di indirizzo per l’osservazione breve intensiva (Obi)” e le nuove “linee guida sul triage ospedaliero, sono state implementate specifiche azioni per velocizzare le operazioni di accettazione affidate agli infermieri, nonché a garantire spazi di degenza ed accoglienza migliori per gli utenti che si affacciano in PS, con display che indicano i tempi di attesa e monitor Tv per far passare prima l’attesa, oltre ad una costante informazione agli utenti in attesa.

Ruolo primario del Pronto Soccorso sarà poi l’”Osservazione breve intensiva” (OBI), recentemente aggiornata e potenziata negli ospedali dell’ASL TO3, con l’obiettivo dichiarato di non far stazionare in osservazione i pazienti per più di 36 ore, altrimenti il paziente sarà preso in carico da un reparto ospedaliero ovvero o dagli ambulatori ASL ovvero dalle strutture residenziali e territoriali sanitarie, favorendo l’inserimento in Residenze Socio-Assitenziali (RSA) e in altre Strutture di Continuità Assistenziale a valenza sanitaria (CAVS), con le quali, peraltro, in queste ultime settimane sono stati presi specifici accordi mirati alla accoglienza dei pazienti residenti nel nostro territorio.

Saranno messe in atto anche azioni “proattive” quali la modulazione dell’impiego dei posti letto ospedalieri in base alla domanda emergente, un incremento temporaneo degli organici, nonchè l’attivazione di risorse mirate in Pronto Soccorso e nei servizi correlati (Medicina, Radiologia, etc..).

Un’azione sicuramente rilevante è quella della vaccinazione contro l’influenza stagionale e la copertura vaccinale per le persone a maggior rischio (anziani, donne incinte, bambini, persone con comorbidità, medici e personale sanitario di assistenza). Nel 2018-2019 saranno 4 i sierotipi del virus influenzale che saranno contenuti nel vaccino per contrastare la malattia. L’ASLTO3 ha previsto l’utilizzo di circa 80.000 dosi di vaccino quadrivalente che verrà distribuito gratuitamente a partire dal 12 novembre. Il primo riferimento è sempre il Medico e Pediatra di famiglia nonché gli ambulatori vaccinali dell’ASL per avere informazioni e richiedere la vaccinazione antinfluenzale.
Si evidenzia che l’offerta sanitaria territoriale, presso l’ASL TO3, consente di prendere in carico i pazienti con sintomi influenzali presso specifici Servizi che variano dalla Medicina Generale (Medico di Famiglia) e dalla continuità assistenziale (ex guardia medica) alle “neonate” Case della Salute di Avigliana, Borgaretto, Pianezza, Cumiana e Vigone (operative dalle 8 alle 20 tutti i giorni feriali) ovvero presso i PPI di Venaria (tutti i giorni 24 ore) e Giaveno (tutti i giorni dalle 8 alle 20).

Leggi tutto...

In occasione della commmemorazione dei defunti l'Amministrazione comunale (servizio informatico Ced del Comune) ha attivato un nuovo servizio dedicato alla ricerca dei defunti presenti all'interno del cimitero di via Cravero 178.

Gli utenti, fornendo le informazioni necessarie (nome, cognome, data di nascita e data di decesso), potranno individuare la posizione esatta del defunto all'interno del cimitero.

Il servizio è disponibile sul questo link: http://84.240.177.134/#Grugliasco

Leggi tutto...

Sono partiti l’11 giugno i lavori per l’eliminazione di una serie di barriere architettoniche a borgata Quaglia con un cospicuo investimento. In sostanza i lavori, che termineranno entro fine giugno, prevedono il rifacimento del manto stradale sconnesso dei marciapiedi e la realizzazione di rampe di accesso agli stessi marciapiedi a favore di carrozzine e pedoni in strada dell’Arco, via Quarto dei Mille fino a strada della Pronda. I marciapiedi saranno così percorribili in sicurezza sia da pedoni sia da carrozzine fino al raggiungimento dei mezzi pubblici e delle fermate dell’autobus.

Soddisfatto l'assessore ai lavori pubblici Raffaele Bianco: "Stiamo intervenendo su un tratto di strada molto pericoloso che i cittaidni ci avevano segnalato. È importante non trascurare limportanza di raggiungere in sicurezza e con comodità le fermate dei mezzi pubblici sia per i diaabili sia per i genitori con carrozine. Entro fine giugno i lavori saranno terminati in modo da restituire a questi cittadini marciapiedi più sicuri e soprattutto percorribili da carrozzine".

Leggi tutto...

AVVISI AI CITTADINI IN CASO DI EMERGENZA E DI COMUNICAZIONI - ISCRIVITI AL SERVIZIO GRATUITO PER ESSERE SEMPRE INFORMATO 

Come utilizzare il sistema adottato dalla Protezione Civile comunale per avvisare i cittadini in caso di allerte meteo e altre situazioni di emergenza e di informazioni dell'Ente.

 

Avvisi ai cittadini in caso di emergenza

La Protezione Civile comunale utilizza il sistema Nowtice, affiancato dalla app FlagMii, per inviare ai cittadini allerte in caso di emergenza (allerte meteo, calamità, ecc), ma anche informazioni utili relative al pagamento di Tasse e tributi, chiusura scuole e uffici, blocchi del traffico.

I cittadini che utilizzano telefoni con linea fissa e il cui numero è presente negli elenchi pubblici sono automaticamente collegati al nuovo sistema, mentre chi ha scelto di non pubblicare il proprio numero negli elenchi pubblici, o desidera ricevere le allerte su smartphone, via email, con sms o app, può aderire al servizio seguendo le istruzioni proposte di seguito.

 

Ogni cittadino può iscriversi gratuitamente al servizio di allerta e di informazioni da parte del Comune di Grugliasco scegliendo tra queste voci (si può selezionare anche più di una voce):

- Emergenze
- Informazioni
- Viabilità
- Scuola
- Orari Uffici comunali
- Tributi comunali

 

ISCRIVITI: 

https://publicalerts.nowtice.it/Account/LoginRegister?returnUrl=/Manage/AddSubscription?TenantID=25

 

Su telefono con linea fissa

Se il tuo numero è presente sugli elenchi pubblici non occorre fare nulla: riceverai automaticamente e gratuitamente le allerte telefoniche. Tutti i numeri telefonici riferiti alla città, inseriti negli elenchi pubblici, sono infatti automaticamente iscritti al servizio.

Se il tuo numero NON compare negli elenchi pubblici, puoi ricevere le allerte telefoniche registrandoti gratuitamente al servizio Nowtice online.

REGISTRATI AL SERVIZIO ORA:

https://publicalerts.nowtice.it/Account/LoginRegister?returnUrl=/Manage/AddSubscription?TenantID=25

 

Su telefono cellulare/smartphone

Puoi registrarti al servizio Nowtice online per ricevere le allerte mediante una telefonata, un sms o una email fornendo il tuo numero di cellulare.

REGISTRATI AL SERVIZIO ORA:

https://publicalerts.nowtice.it/Account/LoginRegister?returnUrl=/Manage/AddSubscription?TenantID=25

 

Puoi utilizzare la app FlagMiiFlagMii per IOS, Android, Windows Phone, che affianca il servizio di allerta Nowtice. Grazie alla geolocalizzazione, la app consente di ricevere avvisi mirati, relativi al luogo in cui ci si trova, direttamente sul proprio smartphone, e comprende anche utili strumenti per chiedere aiuto in caso di emergenza. Dopo l'installazione è necessario indicare il proprio numero di cellulare e selezionare la voce “Grugliasco Comune – Emergenza” nell'area “Notifiche” per ricevere gli avvisi di emergenza dal Comune.

La app opera nel rispetto della privacy (info: http://www.flagmii.com/).

Guarda il video informativo: https://www.youtube.com/watch?v=8d_OajuV9bY&t=54s

In allegato il tutor su come iscriversi  

Leggi tutto...

Martedì 23 ottobre, alle 13, nell’Aula Magna della Cavallerizza Reale (Via Verdi 9, Torino), il Rettore dell’Università di Torino Gianmaria Ajani, il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, il Sindaco di Grugliasco Roberto Montà e il Consigliere della Città Metropolitana di Torino Dimitri De Vita, hanno presentato alla stampa il progetto di Città delle Scienze, il nuovo polo scientifico universitario di Grugliasco.

 

Il nuovo insediamento universitario ospiterà i Dipartimenti di Chimica, Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, Scienze della Terra che insieme all’adiacente complesso edilizio dei Dipartimenti di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari e di Scienze Veterinarie, concorreranno ad articolare un nuovo modello di Campus Universitario Metropolitano.


L’accordo di programma, siglato da Regione Piemonte, Città di Grugliasco e Università di Torino il 16 marzo 2017, che prevedeva un primo lotto di 47 milioni di euro, è stato integrato, a seguito di ulteriori analisi tecniche ed economiche, con l’inserimento di ulteriori interventi per un valore complessivo di 156 milioni di Euro.
L’affidamento delle attività di progettazione definitiva per la realizzazione e il mantenimento per 20 anni, sarà completata entro marzo 2019, mentre i lavori, organizzati per fasi, avranno la durata di 3 anni.

Il percorso progettuale, inserito nell’ambito del piano edilizio dell’Università, finalizzato al riordino del sistema universitario mediante la costituzione di poli tematici, si estende su una superficie di 121.660 mq. Prevede la realizzazione di un complesso di edifici integrati nell’ambiente circostante con particolare attenzione alle caratteristiche morfologiche del suo intorno, con edifici immersi nel verde e disposti secondo uno schema che permette di distinguere le strutture didattiche dagli spazi destinati alla ricerca.

Il nuovo campus, che porterà ad un significativo aumento della popolazione universitaria a Grugliasco dalle attuali 5.000 unità fino alle oltre 10.000, prevede la realizzazione di attività complementari e di servizio con infrastrutture pubbliche strettamente connesse.
Un polo che raggrupperà in una stessa area Dipartimenti dalla vocazione scientifica complementare, che genererà un conseguente effetto moltiplicatore sulla ricerca e sulla produzione scientifica e diverrà modello di attrazione per imprese, industria, agenzie territoriali e principali stakeholders.

 

Città delle Scienze potenzierà settori di grande attrattività scientifica e economica, tra cui l’Agrifood, il settore Terra, Risorse naturali e Ambiente, la Chimica Verde, la Scienza dei materiali, l’Energia Sostenibile e la Sanità Animale. Un ponte ideale con la futura Città della Salute nell’ottica di un concetto di moderna one health che correla salute umana, animale ed ambientale.

 

Alla presentazione sono intervenuti Bartolomeo Biolatti, Vice-Rettore per l’Edilizia dell’Università di Torino, Elio Giamello, Presidente Commissione Edilizia del Consiglio di Amministrazione dell’Università di Torino e Sandro Petruzzi , Direttore della Direzione Edilizia e Logistica dell’Università di Torino che hanno illustrato in dettaglio il progetto.

 

“La nuova Città delle Scienza si configura come contesto ideale sia per la crescita della didattica e della ricerca del nostro Ateneo,” dichiara Gianmaria Ajani, Rettore dell’Università di Torino “sia per le ricadute che il nuovo hub scientifico avrà sul sistema socio-economico e culturale della città ospite, Grugliasco, dell’area metropolitana e, più in generale, della regione. Il trasferimento dei Dipartimenti scientifici in un unico polo, azione resa possibile grazie all’ importante cofinanziamento del MIUR, contribuirà ad incrementare l’efficienza, la competitività e l’attrattività nelle missioni che caratterizzano un Ateneo moderno: la ricerca, la formazione e l’interazione con il mondo dell’impresa e dell’industria”.

“Saperi, conoscenza e giovani” afferma Sergio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte “sono risorse strategiche per il nostro territorio, e questo ulteriore investimento dell’Università di Torino a Grugliasco porterà benefici a tutta l’area. Gli studenti rendono vive le nostre città e la formazione di alto livello porta valore aggiunto al nostro sistema economico".

“L'avvio delle procedure di gara per l'ampliamento del Polo Scientifico dell'Università di Torino” dichiara Roberto Montà sindaco della Città di Grugliasco “completa la realizzazione della Città delle Scienze e la trasformazione di Grugliasco in Città Universitaria. Si tratta di un investimento straordinario a cui la Città guarda con grande impegno per favorire la creazione di un campus che risponda agli standard e ai modelli europei dove didattica, ricerca, impresa e servizi convivano producendo valore aggiunto per il territorio e l'Università. Spetta alle istituzioni sostenere l'investimento dell'Università per creare le miglior condizioni di insediamento e di risposta ai bisogni che il Campus porta con sé con l'obiettivo di sostenerne la vocazione a livello di attrazione di investimenti e innovazione”.

"La creazione di un grande polo scientifico a Grugliasco" afferma Dimitri De Vita, consigliere delegato alla pianificazione strategica della Città metropolitana "è un'occasione di crescita territoriale e di sviluppo economico e sociale, tanto più che si tratta di un polo di riferimento che agisce su più livelli, dalla formazione alla ricerca. La Città metropolitana di Torino in questo progetto è partner privilegiato poiché realizzerà all'interno della struttura aree di nostra specifica competenza che dedicheremo alle imprese del territorio con l'intento di promuoverne l'accesso alla ricerca scientifica, il trasferimento tecnologico, la fruizione di servizi, di modelli e di strumenti innovativi ".

 

In allegato, in pdf, gli approfondimenti su come sarà il nuovo Polo Scientifico universitario 

 

Guarda il video con l'intervista del sindaco Roberto Montà: 

https://www.dropbox.com/s/09h57mmhcp640hy/unito2.mp4?dl=0 

 

Leggi l'articolo pubblicato sul 24ovest.it: http://www.24ovest.it/2018/10/23/leggi-notizia/argomenti/cronaca-16/articolo/parte-il-bando-da-156-milioni-di-euro-per-la-nuova-citta-delle-scienze-a-grugliasco.html

Leggi tutto...

Pronto il bando "Bici in tasca" per l'acquisto di bici pieghevoli, rivolto a studenti, residenti e lavoratori dei Comuni della Zona Ovest.
Dotazione per quest'anno: 30.000 euro. Il Bando è da intendersi a sportello, ossia aperto fino ad esaurimento delle risorse disponibili per il 2018.

Il Bando prevede:

- invio della domanda a Zona Ovest (e attesa dell'OK scritto da parte della stessa Zona Ovest!)
- prova della bici pieghevole, recandosi con la nota di OK presso uno dei rivenditori autorizzati (Vd. Elenco allegato)
- nel caso di acquisto saranno rimborsati i 2/3 del prezzo di vendita, fino ad un massimo di 250 euro. In più sarà rimborsato l'abbonamento mensile ai mezzi pubblici o 1/9 dell'annuale, previo
monitoraggio di 2 mesi.

A differenza del Bando per l'acquisto di biciclette a pedalata assistita (ancora aperto e con risorse disponibili), il bando #bicintasca è rivolto a residenti, studenti maggiorenni, lavoratori del vostro Comune, senza il possesso di ulteriori requisiti.

Il poster in allegato è da oggi visibile sulle fiancate laterali dei mezzi GTT e a brevissimo lo sarà anche nei catelloni retroilluminati MUPI all'interno delle Stazioni della Metropolitana Porta Nuova, Vinzaglio, Re Umberto, Pozzo Strada, Massaua, Paradiso.

Il bando e la modulistica ai cittadini sono scaricabili in allegato e sul sito: www.zonaovest.to.it

Leggi tutto...

Progetto: RACCOLTA RIFIUTI AL MERCURIO

TRM spa ha comunicato la disponibilità ad effettuare il ritiro dei rifiuti contenenti mercurio dai Centri di Raccolta Comunali, e provvedere al loro smaltimento, sostenendone gli oneri economici relativi, attraverso società del Gruppo Iren.

Data di avvio dell'iniziativa: 08/11/2018 

Durata dell’iniziativa: mesi 6

Materiali conferibili: oggetti contenenti mercurio (integri o contenuti in recipienti/flaconi chiusi), quali termometri, barometri, vecchi equipaggiamenti medici, ecc.; residui di materiale odontotecnico per otturazioni in contenitori chiusi; barattoli chiusi contenenti composti a base di mercurio (cloruri, nitrati, sali, ecc); mercurio sfuso in contenitori chiusi;

Note:

  • sono esclusi da questa raccolta: lampade fluorescenti (che sono da mettere in RAEE R5), termometri ad alcool, ossia quelli con colonnina rossa o blu (da mettere nell'indifferenziato);

  • ove possibile e senza rischio di rottura, separare l’oggetto contenente mercurio dal supporto di carattere estetico/funzionale (es. orologio a cucù con termometro);

  • gli oggetti delicati (es. termometri senza supporto), prima di essere messi nei secchielli, devono essere a loro volta sistemati in contenitori chiusi in vetro o plastica per evitare rotture da urto con altri oggetti;

  • I contenitori dedicati, nei Centri di Raccolta, sono normali secchielli in plastica da 50 litri, con coperchio, ed etichetta indicante “Rifiuti contenenti mercurio”.
Leggi tutto...

C’è tempo fino al 31 ottobre 2018 per presentare la richiesta di contributo per l’abbonamento annuale Gtt anno scolastico 2018-2019 per gli studenti grugliaschesi che frequentano l’università oppure istituti superiori al di fuori del territorio cittadino purché abbiano i requisiti.

«L’amministrazione comunale – spiega l’assessore ai lavori pubblici e ai trasporti Raffaele Bianco – crede fermamente nel trasporto pubblico locale e per affermarne l’uso, ha pensato a un incentivo per gli studenti residenti in città».

Il contributo viene erogato nel caso di nuclei familiari con almeno 2 figli studenti regolarmente iscritti all'università o a un istituto secondario superiore, residenti a Grugliasco, che non usufruiscano di altre agevolazioni. Il provvedimento riguarda i giovani dai 14 ai 26 anni e si applica in base all’Isee. I nuclei familiari di fascia A, cioè quelli con certificazione Isee fino a 6.100 euro otterranno un contributo di 60 euro, i nuclei familiari di fascia B invece, cioè quelli con certificazione Isee fino a 19.350 euro, otterranno un contributo di 40 euro.

Sia nel caso di pagamento dell’abbonamento in unica soluzione che a rate la data entro cui presentare la richiesta è il 31 ottobre 2018 e l’erogazione tramite bonifico bancario sarà a far data da settembre 2019.

«Abbiamo deciso di erogare questi contributi con l’intento di dare concretezza e sostanza al diritto allo studio favorendo l’utilizzo del trasporto pubblico locale come scelta rispetto a quello privato, anche e soprattutto per quelle fasce di cittadini che risultano maggiormente fragili, senza dimenticare le condizioni economiche delle famiglie.

 

I moduli sono scaricabili di seguito in pdf o al link: http://www.comune.grugliasco.to.it/personale/cat_view/214-amministrazione-trasparente/206-altri-contenuti/432-modulistica/442-lavori-pubblici/586-trasporti.html?limit=50&limitstart=0&order=name&dir=ASC

Per info: T 011 4013700 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

icophoto1 icovideo1 icorss1

© 2012 Comune di Grugliasco (TO), Piazza Matteotti, 50 - CAP 10095, T. 011 4013263/264 P.IVA 01472860012 - grugliasco@cert.ruparpiemonte.it