Comune di Grugliasco

Questo sito utilizza cookies tecnici e analitici. Informazioni alla sezione Privacy in "Amministrazione Trasparente - Altri contenuti"

Cliccando su "APPROVO" o continuando la navigazione, dichiara di aver compreso le modalità di trattamento. Per saperne di piu'

Approvo

Il Settore Lavori pubblici del Comune di Grugliasco comunica l’istituzione, in via Milano 70, di un parcheggio riservato ai veicoli muniti di contrassegno per la circolazione e la sosta degli invalidi.

Leggi tutto...

Il Settore Lavori pubblici del Comune di Grugliasco comunica l’istituzione dei seguenti parcheggi, riservati al carico/scarico merci, nei giorni lavorativi dalle ore 8 alle 20:

- in via Perotti, lato ovest, dal numero civico 96/B per 10 metri in direzione sud;

- in via Palli, presso il numero civico 10.

Leggi tutto...

Modifiche alla viabilità in corso King. In seguito alla realizzazione delle opere di urbanizzazione in corso King, cambiano la segnaletica e le modalità di circolazione sul corso. Precisamente: nel tratto compreso tra l'intersezione a rotatoria di corso Cervi e il civico 77 vengono istituiti 2 attraversamenti pedonali a raso, un attraversamento pedonale rialzato con limite massimo di velocità di 30 chilometri all'ora e un marciapiede rialzato a sud della carreggiata stradale; nel piazzale a sud della sede veicolare vengono istituiti; un'area a parcheggio a pettine lungo il lato nord e sud, il doppio senso di marcia con una sola corsia per senso nella carreggiata di manovra, 4 parcheggi per la sosta consentita ai veicoli al servizio di persone invalide e il “fermarsi e dare precedenza” prima dell'immissione nel raccordo della rotatoria di corso Cervi e la “direzione obbligatoria a destra”.

Leggi tutto...

Il Settore Lavori pubblici del Comune di Grugliasco comunica i seguenti provvedimenti:

nel piazzale compreso tra le vie Roma e Latina:

- istituzione di “area a parcheggio” con disposizione “a pettine e a lisca di pesce”;

- istituzione nella carreggiata stradale di manovra del “senso unico” di circolazione veicolare, con una sola corsia e andamento nord-sud, ovest-est e sud-nord;

- istituzione del “divieto di transito ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate;

- istituzione del “fermarsi e dare precedenza” prima di immettersi in via Latina;

- istituzione di un parcheggio per la “sosta consentita ai veicoli al servizio di persone invalide”, collocato negli stalli a pettine dell’area di parcheggio, lungo il lato ovest;

- istituzione di marciapiede rialzato lungo le vie Latina e Roma;

in via Roma, in adiacenza al piazzale, lungo il lato ovest della sede veicolare:

- istituzione di “area a parcheggio” con disposizione stalli di sosta “longitudinali”.

Leggi tutto...

Il Settore Lavori pubblici del Comune di Grugliasco comunica i seguenti provvedimenti:

in via Alfieri, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Di Vittorio e via Lesna:

- istituzione di “incroci stradali rialzati con attraversamenti pedonali” in corrispondenza dell’intersezione con le vie Bengasi, Tripoli, Rodi, con limite massimo di velocità di 30 km/h;

- istituzione di “attraversamento pedonale rialzato” nei pressi del numero civico 46, con limite massimo di velocità di 30 km/h;

- istituzione del “fermarsi e dare precedenza” e della “direzione obbligatoria a destra” nel tratto di controviale in corrispondenza dell’intersezione con via Di Vittorio;

in via Somalia, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Di Vittorio e via Lesna:

- istituzione di “area stradale rialzata” nei pressi del numero civico 1, con limite massimo di velocità di 30 km/h;

- istituzione di “area pedonale” eccetto autorizzati dal numero civico 1 fino all’intersezione con via Di Vittorio;

- istituzione di un parcheggio per la “sosta consentita ai veicoli al servizio di persone invalide”, collocato nei pressi del numero civico 2.

Leggi tutto...

Il Settore Lavori pubblici della Città di Grugliasco comunica l’istituzione dei seguenti parcheggi, riservati esclusivamente ai veicoli muniti di contrassegno per la circolazione e la sosta degli invalidi:

- in via Frejus 23;
- in via Prospero, sul lato est, in prossimità del numero civico 4;
- in via Germonio 19/A, a sud dell’ingresso carraio.

Leggi tutto...

Alcuni cittadini hanno segnalato di avere avuto problemi a contattare il Numero Verde del Cidiu. Di seguito alcune indicazoni utili in caso di problemi:

Composto il numero 800-011651 parte un messaggio registrato al cui termine è possibile accedere alle seguenti opzioni, attraverso la selezione del tasto indicato:

1 – per segnalare un disservizio o per richiedere informazioni
2 – per richiedere la sostituzione o l’integrazione di cassonetti
3 – per richiedere il ritiro degli ingombranti
4 – per lasciare un messaggio in segreteria

CHIAMATA DA TELEFONO FISSO
Il funzionamento del Numero Verde è legato alla “selezione a toni” del telefono fisso; in assenza di questa funzione l’utente non riesce ad accedere ai servizi.

Per ovviare a questo inconveniente si può provare a:
• chiudere la telefonata e ricomporre il numero 800-011651
• premere il tasto # (cancelletto) oppure * (asterisco) prima di
selezionare i tasti 1-2-3 o 4

CHIAMATA DA CELLULARE
Il problema non sussiste con le chiamate da cellulare, che sono gratuite.

ALTRE POSSIBILITÀ DI CONTATTO
Le richieste di informazioni e le segnalazioni di mancate raccolte o di altri disservizi possono essere inoltrate anche utilizzando l’indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il ritiro degli ingombranti può essere richiesto on-line all’indirizzo: http://www.cidiu.to.it/cidiuservizi/servizi_prenotazione.php

Leggi tutto...

I Comuni del Tavolo di coordinamento omogeneizzeranno a partire dalla stagione 2012-2013 le limitazioni degli euro2 diesel, - come stabilisce una delibera regionale del 2009 – che inquinano da 6 a 10 volte di più dei mezzi a benzina sotto il profilo degli ossidi di azoto.

I veicoli euro 2 si fermeranno dunque dappertutto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 (con la pausa dalle 13 alle 14.30 per il trasporto merci). I provvedimenti, che saranno presi a partire dalla fine dell’estate, verranno comunicati con largo anticipo e saranno collegati a decisioni che mitigheranno i disagi per i cittadini. Queste, in sintesi, le decisioni che sono state prese giovedì 23 febbraio a Palazzo Cisterna (sede della Provincia di Torino) dai 17 Comuni (oltre a Torino, Beinasco, Borgaro, Carmagnola, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pinerolo, Rivoli, San Mauro, Settimo e Venaria) che formano il tavolo sulla qualità dell’aria coordinato dalla Provincia di Torino.

Info: http://www.provincia.torino.gov.it/cgi-bin/ufstampa/comunicati/dettaglio_agenzia.cgi?id=7773

Attualmente rimane in vigore l'ultima ordinanza emanata dal sindaco lo scorso 25 gennaio del 2010 e scaricabile all'indirizzo: http://www.comune.grugliasco.to.it/dlFiles/Ordinanza%20_veicoli_25_%20gennaio%202010.pdf

Leggi tutto...

Con un’ordinanza il Comune di Grugliasco ha disposto la realizzazione di un nuovo dosso artificiale, su entrambe le corsie di marcia, in via generale Perotti, nei pressi dell’attraversamento pedonale all’incrocio con corso Fratelli Cervi. Lo scopo del provvedimento è quello di rallentare la velocità dei veicoli, che in quel punto non potranno superare i 30 km orari.

Leggi tutto...

Il settore Lavori pubblici della Città di Grugliasco comunica l’istituzione, in Corso Adriatico, nel piazzale angolo Via Riesi, a nord della sede veicolare, di:

- un’area a parcheggio con disposizione “a lisca di pesce”, lungo il lato nord;

- una sola corsia a senso unico con andamento est-ovest nella carreggiata di manovra;

- “dare precedenza” e “direzione obbligatoria a destra” prima dell’immissione nella carreggiata stradale di Corso Adriatico.

 

Nella carreggiata stradale, in corrispondenza dell’intersezione con l’uscita dal piazzale, è istituita la “direzione obbligatoria diritto”.

Leggi tutto...

Il Settore lavori pubblici della Città di Grugliasco comunica l’istituzione dei seguenti provvedimenti:

 

in via Rovereto

- marciapiedi sul lato sud della Via e sul lato nord dal numero civico 2 fino all’intersezione con Via A. Costa;

- un passaggio pedonale sul lato nord fino al numero civico 2;

- attraversamenti pedonali, nelle aree di intersezione o immediate vicinanze;

- senso unico di circolazione con andamento ovest-est;

- divieto di fermata ambo i lati eccetto appositi stalli di sosta;

- aree di sosta (longitudinale) sul lato sud tra numero civico 1 e l’intersezione di Via A. Costa;

- limite massimo di velocità di 30 km/h su tutta la via;

- dare precedenza all’intersezione con via A. Costa;

- due dossi artificiali, con funzione di rallentatore di velocità, in prossimità dei numeri civici 5 e 11;

 

in vicolo Alessandro Monetti

- divieto di transito eccetto residenti;

- senso unico alternato con precedenza ai veicoli provenienti dal Vicolo A. Monetti;

- divieto di fermata ambo i lati;

- obbligo di fermarsi e dare precedenza – stop all’intersezione con Via T. Lanza.

Leggi tutto...

È in corso l’importante iniziativa “OKkio alla SALUTE”, promossa dal Ministero della Salute e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per realizzare iniziative utili ed efficaci per il miglioramento delle condizioni di vita e della salute dei bambini delle scuole primarie.

Nel nostro Paese è in aumento la preoccupazione per la notevole diffusione di patologie legate a comportamenti a rischio quali la sedentarietà e le abitudini alimentari scorrette. Una tendenza preoccupante che, purtroppo, riguarda un numero sempre crescente di bambini. Nell’ambito del programma interministeriale Guadagnare salute, il Ministero della Salute e quello dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca hanno avviato una collaborazione per conoscere la reale situazione italiana e per definire un’efficace azione educativa. Per favorire, in particolare, l’attività fisica e una sana alimentazione è necessario conoscere cosa mangiano e quanto si muovono i bambini. Per questo la ASL, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, raccoglierà informazioni in forma anonima sullo stato ponderale, sull’alimentazione e sul movimento degli alunni e delle alunne di un campione di classi terze.

 

Prossimamente due operatori della ASL si recheranno nelle classi per misurare il peso e l’altezza degli alunni. La misurazione verrà effettuata su ciascun alunno individualmente, alla sola presenza dell’insegnante, in uno spazio appositamente attrezzato. I bambini rimarranno vestiti, toglieranno solo le scarpe ed eventuali giacche o maglioni e compileranno anche dei semplici questionari, con domande sui cibi che mangiano abitualmente e sulla loro attività fisica quotidiana. L’iniziativa verrà attuata nel pieno rispetto delle esigenze del bambino, in tranquillità e totale sicurezza e tutti i dati saranno raccolti mantenendo la riservatezza e l’anonimato.

 

In concomitanza con l’indagine nazionale e regionale di OKkio alla SALUTE, l’ASL TO3 collaborerà con il Comune di Grugliasco e l’Università degli Studi di Torino – Facoltà di Scienze della Formazione – per dare l’avvio ad un progetto, “OKkio ai numeri”, che prevederà il coinvolgimento di tutte le classi terze delle scuole primarie di Grugliasco e quindi consentirà di analizzare la situazione anche nelle classi non campionate dall’indagine nazionale. Si tratta di un progetto pilota che si svolgerà negli stessi mesi (aprile-maggio 2012) ed utilizzerà gli stessi protocolli, metodi e strumenti previsti per l’indagine nazionale di OKkio alla SALUTE.


Per informazioni:

telefono 011.40.13.313 e 011.40.13.324

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Di seguito tutte le modalità con cui viene realizzata l’indagine OKkio alla SALUTE:

- compilazione di un questionario da parte dei dirigenti scolastici per la raccolta di informazioni sull’ambiente scolastico, sulle attività formative riguardanti l’attività fisica e la nutrizione, svolte dalla scuola in autonomia o in collaborazione con altre istituzioni;

- somministrazione di un semplice questionario, compilato dai bambini in classe, per la raccolta di informazioni sulle abitudini alimentari, sull’attività fisica e sulla sedentarietà dagli alunni;

- registrazione delle misure antropometriche (peso e statura) degli alunni, effettuata da operatori appositamente formati dall’ASL, con strumenti propri, forniti dal Comune di Grugliasco, in un’area della scuola adeguata;

- compilazione da parte dei genitori di un breve questionario per la raccolta di informazioni sulle abitudini alimentari, sull’attività fisica e la sedentarietà dei bambini;

- consegna di strumenti di comunicazione, per la classe e per la scuola, che potranno essere utilizzati con gli alunni per approfondire le tematiche della corretta alimentazione e di un sano stile di vita, al fine di promuovere un maggior benessere dei bambini, sia nel contesto scolastico che familiare.

Leggi tutto...

Dall’11 dicembre un treno ogni ora ferma a Grugliasco

La Regione Piemonte e la Città di Grugliasco hanno inaugurato, lo scorso 13 dicembre 2011, la nuova Fermata ferroviaria di Grugliasco, in corso Adriatico (all’angolo con via Riesi) a Borgata Paradiso.

Da domenica 11 dicembre 2011, alla fermata ferroviaria di Grugliasco ferma un treno ogni ora (nei giorni feriali). A partire dalle 4.55 per i treni verso Susa, mentre dalle 5.04 per i treni verso Torino. L’ultima fermata a Grugliasco (da Torino verso Susa) sarà alle 23.55, mentre da Susa a Torino alle 0.04. Nei giorni festivi ferma un treno ogni due ore. La fermata è raggiungibile agevolmente dagli autobus 64 e 76 e dai servizi di car sharing e bike sharing.

«La fermata ferroviaria è posta lungo la tratta internazionale Torino-Modane – spiega il sindaco Marcello Mazzù - Quest’opera si inserisce nel vasto e complesso quadro di lavori di riqualificazione dell’intera Borgata (denominato P.R.U. - Programma Recupero Urbano) che comprende una moltitudine di profondi e radicali cambiamenti del territorio. La fermata coperta è composta anche da due ascensori e da una passerella sovrastante attraverso la quale si accede alla sede ferroviaria e al futuro “Polo scientifico Universitario”».

«L’amministrazione comunale – afferma l’assessore ai Trasporti Luigi Turco - non può che essere soddisfatta della nuova fermata ferroviaria e del transito cadenzato ogni ora dei treni da e per Torino e Susa, grazie al quale sarà possibile utilizzare con più frequenza il trasporto su rotaia integrato con i bus, il car sharing e il bike sharing. Un modo per incentivare i cittadini all’utilizzo del trasporto pubblico a favore dell’ambiente. Un ringraziamento va all’Agenzia Metropolitana e all’impegno economico della Regione Piemonte per il nuovo orario cadenzato».

La nuova stazione di Grugliasco vanta moderni impianti di illuminazione, informazione, sicurezza e controllo che coprono l’intera area di stazione attraverso una passerella pedonale posizionata al primo piano. Il nuovo sistema di controllo e di sicurezza è costituito da telecamere posizionate all’interno e all’esterno dell’edificio di stazione collegate alla sala di controllo e pronto intervento presidiata 24 ore su 24.

L’illuminazione degli ambienti interni e delle facciate esterne è stata resa possibile grazie all’inserimento di nuove lampade ad alto rendimento perfettamente integrate negli elementi architettonici della stazione. Infine, nuovi sistemi di informazione e di comunicazione al pubblico, insieme a nuovi servizi per i disabili integrati da mappe della stazione e percorsi tattili per non vedenti, completano la nuova stazione.

Il costo complessivo della fermata ammonta a circa un milione e mezzo di euro, di cui circa 500mila euro a carico del Comune di Grugliasco e un milione a carico della Regione Piemonte.

Al link http://www.mtm.torino.it/it/servizi-orari/servizi-ferroviari/orari/torino-modane-dicembre-2011 è possibile scaricare il nuovo orario ferroviario e avere maggiori informazioni sull'orario cadenzato.

Leggi tutto...

A partire da giovedì 1° marzo la linea 56 del trasporto pubblico GTT subirà delle variazioni di percorso, con un prolungamento nell’abitato di Grugliasco e un nuovo capolinea in Borgata Quaglia, anziché in Borgata Lesna.

L’assessore ai Trasporti del Comune di Grugliasco, Luigi Turco, ha espresso soddisfazione per quello che viene considerato un passo importante nel processo di riorganizzazione dei trasporti pubblici nell’area ovest: «Grazie al nuovo capolinea in Borgata Quaglia i cittadini avranno un servizio di trasporto pubblico più capillare ed efficace. Il nuovo percorso avvicina la linea 56 a quella 76, che garantisce, oltre al collegamento diretto con il centro della nostra città, anche con la stazione ferroviaria di Grugliasco e la metropolitana. Con l’intersezione del 64 si potrà raggiungere facilmente la zona San Paolo di Torino, mentre rimane inalterato il collegamento con la linea 44. Tra l’altro – ha aggiunto l’assessore – grazie al contributo di 15mila euro della Shopville Le Gru, il Comune investirà circa 35mila euro. In totale un investimento di 50mila euro. Un ottimo risultato ottenuto in sinergia con il Comune di Torino, l’Agenzia per la mobilità metropolitana e Gtt».

Il nuovo capolinea del 56, situato in corso Tirreno all’angolo con via Gozzano, favorirà ancora di più i cittadini all’utilizzo dei mezzi pubblici.

Dal 1° marzo sono state attivate 2 nuove fermate in corrispondenza di corso Tirreno/strada Antica di Grugliasco all’angolo con via Crea. Il collegamento è reso ancora più agevole dalla frequenza dei passaggi che avvengono durante la fascia oraria diurna 10/15 minuti e nella fascia oraria notturna ogni mezz’ora.

In direzione Torino il percorso continuerà per corso Tirreno in direzione est, con un’inversione di marcia all’altezza di strada dell’Arco. Da corso Tirreno (Grugliasco), in direzione ovest, svolterà a sinistra in via Quarto dei Mille e poi ancora a sinistra in strada Antica di Grugliasco per proseguire in corso Tirreno (Torino). Da lì in poi riprenderà il percorso normale da via Di Vittorio verso corso Tirreno.

In direzione Grugliasco la variazione al percorso prevede che da via Di Vittorio angolo corso Tirreno (Torino), direzione nord, il 56 svolterà a sinistra in strada Antica di Grugliasco, poi a destra in via Quarto dei Mille e ancora a destra in corso Tirreno (Grugliasco). L’attestazione a capolinea avverrà prima dell’intersezione con via Gozzano.

Cambiano anche i limiti delle tratte urbane e suburbane: in direzione Torino la tratta suburbana andrà dal capolinea di corso Tirreno (Grugliasco) fino alla fermata “Veglia Est” di via Veglia angolo via Guido Reni (Torino). La tratta urbana inizierà con la fermata “Di Vittorio” di corso Tirreno angolo via Di Vittorio (Torino) per arrivare fino al capolinea di largo Tabacchi (Torino). In direzione Grugliasco la tratta urbana giungerà fino alla fermata “Antica di Grugliasco Est” di via Di Vittorio angolo corso Tirreno (Grugliasco). La tratta suburbana andrà dalla fermata “Veglia Est” di via Veglia angolo via Guido Reni (Torino) fino al nuovo capolinea di corso Tirreno angolo Via Gozzano (Grugliasco).

Leggi tutto...

Dal 1° febbraio sono entrate in vigore le nuove tariffe urbane e suburbane dei mezzi pubblici locali che riguardano anche la città di Grugliasco.
Gli abbonamenti, a fronte di un aumento contenuto, diventano tutti nominativi personali.
Cambiano anche i requisiti per richiedere gli abbonamenti anziani (per informazioni consultare il sito Gtt a questo indirizzo: http://www.comune.torino.it/gtt/urbana/docviaggio/abbonamenti_to.shtml#anziani).

La durata dei nuovi biglietti ordinari urbani, suburbani e intera rete (urbani+suburbani) passa da 70 a 90 minuti. Con questi ultimi biglietti per l'intera rete, si potrà viaggiare su tutti i mezzi pubblici (treno, metro, tram, bus). Con i carnet, i giornalieri e i plurigiornalieri da 2 e da 3 giorni si può viaggiare sia sulla rete urbana, sia sulla rete suburbana GTT.

Inoltre il biglietto di corsa singola costa 1,50 €, ma il carnet da 15 biglietti costa 17,50 €, il che equivale a 1,17 € a biglietto. Il carnet da 5 biglietti ha un costo di 6,50 €, pari a 1,30 €.

Anche con i biglietti del carnet, si può viaggiare per 90 minuti su tutta la rete urbana e suburbana GTT e con gli abbonamenti area integrata Formula si può viaggiare su tutti i mezzi pubblici (treno, metro, tram, bus) delle Aziende di Trasporto aderenti al sistema integrato Formula.

Per maggiori informazioni sulle modifiche tariffarie consulta il sito Gtt a questo indirizzo: http://www.comune.torino.it/gtt/avvisi/adeguamenti_tariffari_urb_sub.shtml.

Per conoscere tutte le nuove tariffe scarica l’opuscolo:
http://www.comune.grugliasco.to.it/dlFiles/opuscolo_tariffe_2012.pdf.

Leggi tutto...

 1642012181049aIMU  2013. 

(art. 13 Legge 22 dicembre 2011, n. 214 e art. 4 Legge 26 aprile 2012, n.44).

 L'istituzione dell’imposta municipale propria è stata anticipata, in via sperimentale, a decorrere dall’anno 2012 ed è applicata in tutti i comuni del territorio nazionale fino al 2014 in base agli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, in quanto compatibili, ed alle disposizioni che seguono.

 

 

 

"Imu Facile" per i grugliaschesi

Il comune di Grugliasco ha attivato e reso disponibile ai propri cittadini un software gratuito per il calcolo dell’imposta dovuta, sia per l’abitazione principale sia per gli altri immobili, il modello F24 da compilare o scaricare e un “collegamento” con il sito dell’Agenzia del Territorio sul quale si può verificare gratuitamente l’esattezza delle rendite catastali in suo possesso.

 

Ufficio Tributi sportello IMU: Tel. 011 4013534

Se interessati, potete comunicare il vostro indirizzo di posta elettronica a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Sarà nostra premura dare, non appena possibile, le necessarie informazioni integrative ed informarvi sulle prossime scadenze e novità.

 

IMU 2013: il calcolo on line

Tributi online

 Attenzione: per la stampa del Modello F24 è necessario consentire i pop-up da questo sito.

 

 verifica delle rendite catastali sul sito dell'Agenzia del Territorio

agenzia territorio

 
 Aliquote Comune Grugliasco: vedi tabella
 Aliquote altri Comuni: www.fondazioneifel.it
 

IMU 2013: le novità dell'imposta e le istruzioni 

cosa cambia

      • Per le abitazioni principali escluse quelle in categoria A1 A8 A9  il pagamento è sospeso sino al 16/09/2013 

      • il pagamento dovrà essere fatto con il modello F24.

      • sono assoggettati i fabbricati rurali e i terreni agricoli il cui pagamento è sospeso fino al 16/09/2013.

chi deve pagare

Il presupposto per l’applicazione dell’IMU è il possesso di qualunque immobile, compresa l'abitazione principale e le pertinenze, il possesso di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli, siti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati (salvo che questi siano esclusi o esenti dall’ambito di applicazione dell’imposta).

 

cosa e’ il possesso

E’ il rapporto che lega il soggetto all’immobile; con l’IMU deve essere “qualificato”, a mezzo di idonei atti debitamente registrati.

Hanno il possesso:

      • il proprietario dell’immobile;
      • il titolare del diritto di usufrutto;
      • il titolare del diritto d’uso;
      • il titolare del diritto di abitazione;
      • il titolare del diritto di enfiteusi;
      • il titolare del diritto di superficie;
      • il locatario di bene in leasing;
      • il concessionario di beni demaniali.

 

cosa e’ l’Abitazione Principale

la norma stabilisce con precisione quali sono i requisiti per poter considerare l'immobile Abiltazione Principale.

I requisiti essenziali e che devono essere contemporaneamente soddisfatti, sono:

      • il possesso dell’immobile con rapporto “qualificato” tra possessore e immobile.
      • la dimora abituale del possessore nell'immobile in oggetto. 
      • la residenza anagrafica del possessore nell’immobile in oggetto. 
      • l'unicità dell'immobile adibito ad Abitazione Principale per il quale devono sussistere i presupposti "certificati" di avvenuta iscrizione o iscrivibilità nel Catasto Edilizio Urbano come unica unità immobiliare.

 L'abitazione principale sarà una sola per ogni famiglia, indipendentemente dalla dimora attuale e dalla residenza anagrafica dei rispettivi componenti.

 Inoltre, si applicherà solo e solo se il possessore della casa e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente nell'abitazione stessa.

 

DEROGHE AMMESSE:

le uniche deroghe ATTUALMENTE consentite dalla norma sono:

      • coniugi separati o divorziati: il versamento spetta al coniuge assegnatario a seguito di sentenza di separazione legale.   
      • coniuge superstite: si considera direttamente adibita ad abitazione principale l’abitazione del coniuge superstite nella casa adibita a residenza. Il diritto di abitazione è un diritto strettamente personale previsto dall’art. 540 del codice civile, il quale stabilisce che “al coniuge, anche quando concorra con altri chiamati, sono riservati i diritti di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare e di uso sui mobili che la corredano, se di proprietà del defunto o comuni. Tali diritti gravano sulla porzione disponibile e, qualora non sia sufficiente, per il rimanente sulla quota riservata ai figli”.
      • anziani o disabili: si considera abitazione principale quella degli anziani o dei disabili titolari di diritto di proprietà o usufrutto della abitazione principale che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero permanente a condizione che la casa di proprietà non risulti affittata.

Sono quindi abrogate dalla citata norma tutte le agevolazioni, riduzioni e esenzioni non comprese tra quelle sopra riportate.

 

CASI PARTICOLARI ALTRI IMMOBILI: 

      • Per i contratti a canone agevolato, si applica l'aliquota dello 0,45%. 
      • Per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica e gli alloggi delle cooperative a proprietà indivisa, regolarmente asseganti, si applica la detrazione per abitazione principale, ove spettante, con aliquota ordinaria ridotta. 
      • Per gli alloggi che risultino sfitti da più di due anni si applica l'aliquota dell' 1,06% 

 

quali sono le le pertinenze

Si intendono pertinenze dell’abitazione principale esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2 (magazzini e locali di deposito come cantine soffitte con rendite autonome), C/6 (box o posti auto di pertinenza) e C/7 (tettoie chiuse o aperte), nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.

 

le detrazioni

Dall’imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200 rapportate al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica e non in base alla quota di possesso.

E’ altresì prevista una ulteriore detrazione di 50 euro per ogni figlio minore di 26 anni (anche se non a carico) facente parte del nucleo famigliare. La detrazione viene applicata calcolata in mesi con il criterio dei 15 giorni (se il compimento del 26° anno è entro il giorno 15 spetta sino al mese precedente se è oltre il giorno 15 spetta per l’intero mese).

 

le aliquote

Le aliquote di base sono stabilite  nella misura del 1% per l'aliquota ordinaria e nella misura dello 0,45% per l'aliquota agevolata per l'abitazione principale.

Per i  fabbricati di categoria D l'aliquota base pari allo 0,76% va interamente versata come quota Stato mentre la maggiorazione pari allo 0,24% va versata come quota Comune.

Per le rinanenti categorie catastali il pagamento andrà effettuato interamente come quota Comune.

Il gettito dell'aliquota agevolata confluisce invece integralmente al Comune.

 

ALIQUOTA ORDINARIA
1,00% Si applica a tutte le tipologie non comprese in quelle successive. In particolare per le categorie abitative da A/1 ad A/9 l’aliquota ordinaria si applica a tutte quelle affittate con regolare contratto registrato a canone libero (escluso contratto agevolato ai sensi della Legge 9/12/1998, n. 431, art. 2, comma 3;) e quelle che prima si configuravano come uso gratuito.

 

ALIQUOTA AGEVOLATA PER ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE .

0,45% Si intende per effettiva abitazione principale l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente. L’aliquota si applica alle pertinenze classificate nelle categoria catastali C/2, C/6 e C/7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.
  CASI PARTICOLARI
  Dall’imposta dovuta per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, € 200,00 rapportati al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione; Se l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi in egual misura e proporzionalmente  al periodo per il quale la destinazione stessa si verifica;
   Per l’anno 2013, la detrazione prevista dal primo periodo è maggiorata di € 50,00  per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni, purchè dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale. 
   
  L’importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare l’importo massimo di € 400,00 e, pertanto, complessivamente la detrazione massima non può superare € 600,00.
  DETRAZIONE
  Si applica l’aliquota per l’abitazione principale all’unita’ immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziano che sposta la propria residenza in istituto di ricovero o sanitario a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa rimanga vuota a disposizione dell’anziano che potrebbe, in qualunque momento, rientrarvi o dell’eventuale coniuge, con lo stesso convivente. 
  Le agevolazioni inerenti l’abitazione principale e le relative pertinenze sono riconosciute al coniuge assegnatario della ex-casa coniugale, in quanto titolare del diritto di abitazione;

 

ALIQUOTA PER IMMOBILI SFITTI

1,06%

Alloggi che risultano sfitti o a disposizione da oltre due anni.

 

ALIQUOTA PER IMMOBILI DELLE IMPRESE COSTRUTTRICI IN FASE DI VENDITA
0,45%

L’aliquota di base è ridotta al 50% sui fabbricati destinati alla vendita dalle imprese costruttrici, fino a quando permane tale destinazione e non siano in ogni caso locati, e comunque per un periodo non superiore a tre anni dall’ultimazione dei lavori.

 

ALIQUOTA PER I FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE
0,20% di cui all’art. 9, comma 3 bis del D.L. 30.12.1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla Legge 26.2.1994, n. 133.

 

ALIQUOTA COOPERATIVE EDILIZIE A PROPRIETÀ INDIVISA NONCHÉ AGLI ALLOGGI REGOLARMENTE ASSEGNATI AGLI EX- ISTITUTI AUTONOMI PER LE CASE POPOLARI

0,40% Si applica alle unità immobiliari, di cui all’art. 8, comma 4 del D.Lgs. 30.12.1992, n. 504 appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari, nonché agli alloggi regolarmente assegnati agli ex- Istituti autonomi per le case popolari. 

 

ALIQUOTA AGEVOLATA PER ABITAZIONE LOCATE A CANONE AGEVOLATO 

0,45% Unità immobiliari locate con contratto a canone concordato  nelle quali l'affittuario abbia la residenza ed a condizione che non possieda altri immobili ai sensi della Legge 9/12/1998, n. 431, art. 2, comma 3; la riduzione non si applica alle eventuali pertinenze.

 

come si calcola l’imu

Fatte salve le premesse di cui sopra e la sopravvenuta assoggettabilità di nuove tipologie come i fabbricati rurali, il calcolo è analogo a quello della vecchia ICI.

Sono necessari i dati anagrafici dei possessori, i dati catastali degli immobili, le percentuali e il periodo di possesso, le date di nascita dei figli. Si rimanda in proposito al software apposito a disposizione su questo sito.

 

come si paga

Codice Comune: E216

per il pagamento dell'imposta è al momento previsto l'uso del modello F24, generato automaticamente dal software di calcolo oppure disponibile nell'area download o presso banche e uffici postali.

 

Periodicità

Per l'anno 2013 i versamenti hanno le seguenti scadenze:

Per le abitazioni principali e pertinenze in categoria catastale A1 A8 A9 il versamento dovrà essere effettuato:

  • in due rate: 17 giugno e 16 dicembre - la prima in misura pari al 50% dell'importo ottenuto applicando le aliquote e le detrazioni di base e la seconda a saldo dell'imposta complessivamente dovuta per l'intero anno con conguaglio sulla prima rata.

Per le abitazioni principali e relative pertinenze per gli immobili nelle rimanenti categorie catastali il pagamento è sospeso fino al 16/09/2013

Per tutti gli altri immobili  il versamento deve essere effettuato in due rate:

  • entro il 17 giugno; versamento della prima rata effettuato in misura pari al 50% dell'importo ottenuto applicando le aliquote e le detrazioni di base. 
  • entro il 16 dicembre: versamento a saldo dell'imposta complessivamente dovuta per l'intero anno con conguaglio delle precedenti rate.

 

Le deliberazioni:

ATTENZIONE  (aggiornamento al 29/05/2013)

Leggi tutto...

Debutta il nuovo servizio web per richiedere i duplicati di Tessera Sanitaria e tesserino di codice fiscale (nel caso in cui il cittadino non sia in possesso della Tessera Sanitaria perché non assistito dal Servizio Sanitario Nazionale). Da oggi, infatti, collegandosi al sito internet dell'Agenzia delle Entrate - www.agenziaentrate.gov.it – è possibile ottenere il duplicato della tessera in caso di furto, smarrimento o perché la stessa è deteriorata o illeggibile. Superati i controlli di sicurezza (correttezza e congruenza dei dati comunicati con quelli presenti nei database dell'Agenzia), la tessera viene inviata direttamente all'indirizzo del richiedente che risulta in Anagrafe Tributaria.

 

Maggiori info si possono scaricare al fondo della pagina.

Leggi tutto...

Divieto di sosta con rimozione forzata e all'accesso al cortile della scuola media Europa Unita, in piazza Matteotti 39, (tra l'ingresso VVFF e il teatro Perempruner lungo il lato nord-est), dal 21 maggio, per la durata di 630 giorni e comunque sino a fine lavori. Si autorizza anche l'accesso all'area ai mezzi d'opera dell'impresa esecutrice dei lavori di ristrutturazione e ampliamento della scuola "Europa Unita" per l'ingresso al cantiere. Si istituisce anche il divieto di sosta con rimozione forzata in via Cotta lato ovest tra il civico 16 e il civico 18 e viene istituito un attraversamento pedonale provvisorio di cantiere
in prossimità del civico 16 con l'obbligo per il pedoni di passaggio sul lato opposto.

Leggi tutto...

Alcuni Pensieri per i più grandi...

“Il paese delle lacrime è così misterioso…” (A.Saint Exupery

 

“Partire per poi tornare, non è certo andar via…” 

(P.Plasmondon)

 

“A provocare un sorriso è quasi sempre un sorriso.”

(Autore Anonimo)

 

"Dobbiamo diventare abitabili l’un per l’altro,

una dimora accogliente per tutti” 

(E.Van Brocekoven)

 

“Mentre si insegna si impara” 

(Seneca)

 

“Un piccolo passo per l’uomo…

…un grande passo per l’umanità” 

(N. Amstrong)

 

Il linguaggio dell’amore è un linguaggio segreto e la sua espressione più alta è un abbraccio silenzioso.” 

(R. Musil)

 

“Un sorriso è la distanza 

più breve tra due persone.” 

(V. Borge)

 

“Farci sentire piccoli nel modo giusto 

è una funzione dell’arte” 

(E.M. Foster)

 

“Il bambino è fatto di cento. 

Il bambino ha cento lingue, cento mani, cento modi di pensare, di giocare e di parlare” (L. Malaguzzi)

 

“Quello che vogliamo fare lo scopriamo facendolo”

(Alain)

 

“Il metodo non si vede, si vede solo il bambino”

(M. Montessori)

 

NEL GIOCO DEI BIMBI 

C’E’ UN POSTO SPECIALE PER I GENITORI

 

“Trova il tempo di giocare, 

è il segreto della giovinezza…

… trova il tempo di leggere,

è il segreto del sapere.”

(Proverbio irlandese)

 

“Il più grande rischio per la maggior parte di noi non è che il nostro obiettivo sia troppo alto e quindi non riusciamo a raggiungerlo, 

ma che sia troppo basso e riusciamo a raggiungerlo.”

(Michelangelo)

 

“Il piacere dei banchetti non si deve misurare dalla squisitezza delle portate ma dalla compagnia degli amici e dei loro discorsi.”

(Cicerone)

 

“Vi siete mai chiesti dove si trova il paese delle meraviglie?

E’ proprio il paese che siete soliti visitare nei vostri sogni.”

(L. Carroll)

 

“Che belle parole se si potesse scrivere con un raggio di sole,

Che parole d’argento se si potesse scrivere con un filo di vento.”

(G. Rodari)

 

“Ci sono legami che aiutano ad attraversare le difficoltà.”

(Autore Anonimo)

 

“L’uomo è molto più vicino a se stesso quando raggiunge la serietà di un bambino che gioca.”

(Eraclito)

 

“Tutti i grandi sono stati bambini …

… almeno una volta”

(A. Saint Exupery)

 

Dite:

E’ faticoso frequentare bambini.

Avete ragione.

Poi aggiungete:

Bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli.

Ora avete torto. Non è questo che più stanca.

E’ piuttosto il fatto di essere obbligati ad innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti, tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli.” 

(J. Korczack)

 

 

...alcuni canti per i più piccoli scarida il pdf

http://www.comune.grugliasco.to.it/dlFiles/CanzoniperBambini.pdf 

Leggi tutto...

Alcuni articoli e lavori svolti negli Asili nido comunali:

scarica l'opuscolo della MOSTRA FOTOGRAFICA DEGLI ASILI NIDO 1978-2008

http://www.comune.grugliasco.to.it/dlFiles/mostrafotografica.pdf

 

scarica l'opuscolo delle feste di primavera nel 2009

http://www.comune.grugliasco.to.it/dlFiles/artcolo2008.pdf

 

scarica l'opuscolo deLa Matematica al Nido? un Gioco da bambini!

http://www.comune.grugliasco.to.it/dlFiles/matematcaalnido.pdf

 

scarica l'opuscolo Il LibroDiario degli Asili NIdo Comunali

http://www.comune.grugliasco.to.it/dlFiles/libroDiario.pdf

 

volumetto 30 anni di 0-3: Passi di una Città che cresce...

il volumetto è un libro fotografico che raccoglie e racconta, in 96 pagine, i momenti salienti dei trent'anni di Servizio Comunale degli Asili Nido. http://www.comune.grugliasco.to.it/dlFiles/CopertinaVolumettoTrentennaleNidi.pdf

Se interessati ad una copia del volumetto: contattare la Segreteria del Nido Comunale, Via Panelbo, 35 Tel. 0114013315. 

Leggi tutto...

Il Comune di Grugliasco promuove l’organizzazione e lo svolgimento, presso il Canile Sanitario Comunale e a cura della Facoltà di Medicina Veterinaria, di corsi per binomi Cane-Padrone tendenti a rivalutare il rapporto tra uomini e cani nella società e, soprattutto, responsabilizza i proprietari rispetto ai loro doveri civici. A fine corso, il superamento del test BC4Z® (facoltativo) permette di ottenere una “certificazione”, rilasciata da commissari certificati “Giudici BC4Z®” del CONI/CSEN, che li dichiara ‘rispettabili’ membri della comunità. I cittadini residenti in Grugliasco hanno accesso preferenziale e gratuito (esclusa assicurazione e test), fino ad esaurimento dei posti disponibili. Sempre presso il Canile Sanitario di Grugliasco, è stato attivato anche lo “Sportello d'ascolto e supporto relativo alle difficoltà di relazione Uomo-Cane” , dove si possono ricevere, tra l'altro, maggiori dettagli sui corsi BC4Z.

Leggi tutto...

 OCCUPAZIONE TEMPORANEA DI SUOLO PUBBLICO

Il Comune concede, su richiesta degli interessati, la concessione all'occupazione temporanea di suolo pubblico fino a 364 giorni consecutivi. Ad essa consegue il pagamento del canone di occupazione di suolo pubblico.

A cosa serve
Chiunque, per esigenza temporanea, debba occupare una parte del suolo pubblico per:
-traslochi
-ponteggi
-deposito macerie e lavori stradali
-attività commerciali
-manifestazioni

Come richiedere la concessione

Occorre presentare almeno una settimana prima l'occupazione presso l'Ufficio Tributi richiesta in bollo su modulo prestampato.

Alla domande deve essere allegata una planimetria dell'area da occupare che evidenzi il tipo di occupazione, l'area occupata in riferimento a:

-marciapiedi
-parcheggi
-fermate autobus
-situazioni viarie particolari

Per l’occupazione di aree adibite alla sosta delle autovetture o della sede stradale si rende obbligatoria anche la richiesta di apposita ordinanza.

In questo caso entrambi le istanze devono essere presentate almeno dieci giorni prima l’occupazione.

E' prevista una proceduta d'urgenza per esclusivi e motivati casi di pericolo, ad esempio caduta cornicioni pericolanti, con il rilascio della concessione in 3 giorni lavorativi con una maggiorazione del coefficiente del 30%.

Modelli di richiesta: scaricabile nella sezione modulistica – “tariffe e tributi – cosap” per le istanze di occupazione suolo; e nella sezione modulistica – “lavori pubblici –viabilità e suolo pubblico” per l’istanza di emissione di Ordinanza

ATTIVITA' DI VOLANTINAGGIO 

Per esercitare l'attività di volantinaggio, consistente nella distribuzione in diverse forme di stampati pubblicitari o propagandistici di carattere commerciale o politico, occorre richiedere l'autorizzazione presso l'Ufficio Tributi del Comune di Grugliasco.

Come richiedere l'autorizzazione
Occorre presentare richiesta su apposito modulo in bollo scaricabile nella sezione modulistica - tariffe e tributi - icp 
, con l'indicazione del periodo di esercizio dell'attività allegando copia del volantino in distribuzione.

PUBBLICITA' FONICA

Chiunque intenda trasmettere messaggi pubblicitari a mezzo apparecchio amplificatore montato su un veicolo deve richiedere specifica autorizzazione presso l'Ufficio Tributi del Comune di Grugliasco.
La pubblicità sonora è consentita nelle zone e negli orari stabiliti dalle norme di legge e dai regolamenti e non deve superare i limiti massimi di esposizione al rumore fissati per legge.

Come richiedere l'autorizzazione
Occorre presentare richiesta su apposito modulo in bollo scaricabile nella sezione modulistica tariffe e tributi - icp
 indicando i giorni e le fasce orarie prescelte.

PAGAMENTO DEL CANONE DI OCCUPAZIONE E DELL'IMPOSTA DI PUBBLICITA'

Sarà possibile effettuare il versamento esclusivamente tramite bollettino di conto corrente postale compilato presso l'Ufficio Tributi.

Leggi tutto...

L'addizionale comunale viene applicata all'imposta sul reddito delle persone fisiche (I.R.P.E.F.).

L'aliquota viene deliberata dal Comune nel limite stabilito dalle normative vigenti.

 

Ufficio competente: UfficioTributi

Telefono: 011/4013531

fax: 011/4013535

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dov'è: Piazza Matteotti, 2

Orari: lunedì, giovedì, venerdì 8,30 - 12,00 

martedì 8,30 - 17,30.

Chiuso il Mercoledì.

 

Con deliberazione del Consiglio Comunale n.50 del 01/07/2013 sono state approvate le seguenti aliquote per l'anno 2013, valide anche per gli anni successivi.

 

ALIQUOTA

SCAGLIONE DI REDDITO

0,65%

fino a € 15.000

0,70%

da € 15.001 a € 28.000

0,78%

da  € 28.001 a  € 55.000

0,79%

da € 55.001 a € 75.000

0,80%

oltre € 75.000

 

 

 

 

 

E' stata confermata per il 2013 e 2014 la soglia di reddito esente da addizionale, pari ad € 12.000.

Si precisa che tale soglia non costituisce franchigia e che pertanto per i redditi superiori a tale importo l'addizionale è dovuta sull'imponibile complessivo.

icon Regolamento addizionale irpef

Leggi tutto...

L’Ufficio lavoro, sito piazza Matteotti 40 tel.011.4013357, progetta e gestisce le iniziative promosse in questo ambito dall’amministrazione comunale e rivolte ai disoccupati (Cantieri di lavoro, Lsu, Progetti per specifici target d’utenza), utilizzando fondi propri o di provenienza Comunitaria, Regionale e Provinciale.

L’Ufficio costituisce il referente di collegamento tra l’Amministrazione comunale e gli altri soggetti istituzionali (Centro per l’Impiego, il servizio Mettersi in Proprio (M.I.P.),  Società Zona Ovest s.r.l., che sulla base delle proprie competenze si occupano delle tematiche del lavoro.
Il Servizio partecipa inoltre alle iniziative sovracomunali promosse su queste tematiche a livello di Patto Territoriale.

Cantieri di lavoro
Il Comune di Grugliasco da anni organizza e promuove Cantieri di Lavoro, in base alla Legge Regionale 55/84. Tali iniziative consentono ai partecipanti di avere, per sei mesi, un’esperienza formativa-lavorativa ed un reddito. Di anno in anno l’amministrazione, sulla base delle emergenze occupazionali e di concerto con i soggetti istituzionali che si occupano di mercato del lavoro, individua il target di disoccupati ai quali indirizzare il progetto di cantiere. 
Una volta approvato, il Cantiere di Lavoro e le relative modalità di accesso vengono pubblicizzati nelle news del sito del Comune.
Chi volesse avere maggiori informazioni in merito, può rivolgersi direttamente all’Ufficio Lavoro telefonando al n° 011/4013357. 

Progetti per specifici target d'utenza 
L’amministrazione da anni è impegnata nello sviluppare e favorire percorsi integrati di formazione-occupazione tendenti a rafforzare l’occupabilità dei soggetti deboli sul mercato del lavoro attraverso Borse lavoro, progetti rivolte a donne in condizioni di difficoltà economico-sociale, progetti gestiti in collaborazione con il Cisap.

ILCOM
Il Servizio, gestito dalla Società Zona Ovest in  collaborazione con il Centro per l’Impiego di Rivoli, riguarda il collocamento mirato dei soggetti disabili iscritti al collocamento obbligatorio ed i disoccupati che rientrano in altre forme di svantaggio sociale, in particolare i soggetti seguiti dai servizi socio-assistenziali. Il servizio si configura come intervento individuale di consulenza orientativa ed accompagnamento al lavoro.

Leggi tutto...

Cliccando sull'indirizzo riportato qui sotto ci si potrà collegare al sito della Città Metropolitana che riporta tutti i riferimenti, i numeri di telefono e i responsabili dei Centri per l'Impiego del territorio: 

http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/lavoro

Leggi tutto...

(PARTE 1)

 

1. RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE IN ZONA OVEST - PRIMA VERIFICA RISULTATI E NUOVE PROPOSTE 

Ad integrazione della lettera del 7 aprile 2004, sottoscritta dai quattro comuni dell’ area Ovest (e che si può trovare su questo sito interent) e a quasi quattro mesi dall' avvio della riorganizzazione del servizio di trasporto pubblico nella area medesima, ritengo utile evidenziare e riassumere gli effetti delle modifiche introdotte al servizio già anticipati nel corso dell’ incontro avvenuto presso questo Comune in data 10 febbraio u.s.
Concordo sul complessivo miglioramento del servizio offerto, ed in particolare sulle qualità vincenti del prolungamento della linea 17, dal punto di vista della funzionalità, della copertura territoriale e delle frequenze. Anche da parte dei cittadini utenti giungono segnalazioni di alto gradimento lungo tutto il percorso, sia nei giorni feriali che nei giorni festivi.
Tuttavia, ritengo utile segnalare alcune criticità con pesi differenti e relative alle altre linee, che mi spingono a proporre adeguamenti ed interventi correttivi che vorrei ulteriormente approfondire e valutare con Voi.
Mi sembra opportuno fornire, nel seguito, una traccia schematica delle nostre riflessioni come base di confronto e verifica congiunta.

Assessore ai Trasporti 
Luigi Montiglio


 

 

(PARTE 2)

 

2. RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE IN ZONA OVEST 

SERVIZIO FERIALE

LINEA 44
Si percepisce una Buona funzionalità del servizio sia dal punto di vista del percorso che delle frequenze dei passaggi; queste ultime potrebbero però rivelarsi lievemente eccessive rispetto ai carichi registrati (confermati anche da GTT}, sia nelle ore di punta mattutine che nel resto della giornata
Si potrebbe, tuttavia, valutare congiuntamente una lieve riduzione del numero dei passaggi reinvestendo i risparmi derivanti dalla rimodulazione a vantaggio della funzionalità di altre linee.

LINEA 38
Nonostante l’ alta frequenza dei passaggi, la linea evidenzia un carico pressoché nullo, circostanza confermata anche dai Dirigenti della GTT - Ing. Gentile e Dottor Cazzola. La mancanza di gradimento da parte della cittadinanza del nuovo collegamento è quasi sicuramente determinata dal fatto che la linea non raggiunge punti significativi né a Rivoli né a Torino, fermandosi, in Grugliasco, presso il deposito GTT.
Inoltre, le variazioni apportate ai percorsi hanno lasciato scoperta una rilevante porzione di territorio in Grugliasco. Si tratta di una zona densamente abitata, compresa tra P.zza 1° Maggio e C.so F.lli Cervi, prima coperta dalla linea 66. A tal proposito si registrano numerose proteste e pesanti critiche da parte dei cittadini residenti.
Da tali considerazioni emerge la sensazione, supportata dai risultati delle indagini di GTT, che il servizio non risponda alle esigenze dei cittadini, che, di conseguenza, non sia utilizzato e che comporti un considerevole spreco di risorse.
Riterrei interessante esaminare alcune proposte che Vi chiederei di valutare dal punto di vista della fattibilità sia economica che di percorso. 
In particolare il tracciato potrebbe essere così modificato/integrato:
- Transito della linea in entrambe le direzioni per Via Rivalta - Via
F.lli Cervi - P.zza Giovanni XXIII - Via Tron - Via Costa e prosegue su 
attuale tracciato.
- Prolungamento della linea verso Rivoli almeno sino a Via Bruere.
- Prolungamento della linea verso Torino sino a raggiungere un punto 
significativo come Piazza Caio Mario, dove passano e fanno capolinea 
numerose altre linee GTT.
- Verifica con il Comune di Collegno della possibilità tecnica e di opportunità
di instradare la linea lungo il quartiere "Terracorta", altamente popolato, per
aumentare la potenzialità di carico.
- Riduzione della frequenza, con risparmi che potrebbero essere devoluti per
il finanziamento dei prolungamenti proposti.

LINEA 64
Per servire il tratto di Via Don Caustico compreso tra C.so M. Luther King e Piazza Giovanni XXIII, in precedenza "coperto" dalla linea 66, ma che non sarebbe coperto dalla richiesta modifica di percorso della linea 38, proporrei di valutare una deviazione della linea 64 che, ritornando verso Torino, dopo essere partita dal capolinea di Via Olevano, giri a destra per C.so F.lli Cervi e di nuovo a destra per C.so M. L. King sino a Via Don Caustico e quindi lungo Via Don Caustico sino all'attuale percorso in P.zza Giovanni XXIII. La stessa strada può essere effettuata in direzione via Olevano.
La modifica proposta, qualora fosse onerosa, potrebbe essere finanziata con gli eventuali risparmi ottenuti dalla riduzione della frequenza della linea 44.


 

 

(PARTE 3)

 

3. RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE IN ZONA OVEST 

SERVIZIO FESTIVO

LINEE 38 e 44

Si registra uno scarso livello di utilizzo. Nel contempo continuano a pervenire proteste da parte dei cittadini di Borgata Lesna che si ritrovano senza la linea 17, in seguito alle modifiche da essa subite, in assenza della linea 56 che è solo feriale. Proporrei, quindi, di abolire la linea 38 festiva e di mantenere la sola linea 44 che potrebbe essere così modificata: da piazza Papa Giovanni XXIII (Grugliasco) instradata in andata e ritorno su corso F.lli Cervi, via Rivalta, corso Allamano, via Bertone (ex Libertà) strada del Portone, via Settembrini, piazza Caio Mario.
Con i risparmi effettuati proporrei di mantenere in servizio la linea 56 prolungandola da via Di Vittorio lungo via Tirreno, strada Antica di Grugliasco via Quarto dei mille per servire anche Borgata Quaglia di Grugliasco.

Rimango in attesa di cortese sollecito riscontro alla presente, rendendomi sin d' ora disponibili ad effettuare incontri e a formare un nuovo gruppo di lavoro con tecnici comunali per ulteriori scambi di opinioni e per confrontarci con Voi, al fine di rendere un migliore servizio alla cittadinanza. 
Ringraziando per I' attenzione e per la collaborazione porgio cordiali saluti.

L’ ASSESSORE AI TRASPORTI
Luigi MONTIGLIO

 

Leggi tutto...

(PARTE 1)

 


1. COORDINAMENTO DEI COMUNI DELL'AREA OVEST

Le Amministrazioni di Collegno, Grugliasco, Pianezza e Rivoli si sono incontrate in data 16 marzo 2004 presso il municipio della Città di Collegno per esaminare gli aspetti critici del servizio di trasporto pubblico nei tenitori di propria competenza. Nel tavolo di lavoro sono state evidenziate le differenti caratteristiche territoriali con le conseguenti diverse esigenze di servizio pubblico, e gli obiettivi comuni che si intendono perseguire al fine di pianificare la mobilità in termini di area vasta. La necessità, quindi, di formalizzare un coordinamento intercomunale che, oltre a rappresentare le singole realtà locali e svolgere un lavoro di razionalizzazione e organicità su tutto il territorio, sia anche in grado di rapportarsi in modo efficace e rappresentativo con i gestori del servizio, fornendo il proprio contributo tecnico, è stata condivisa da tutti i partecipanti.
Analogamente condivise sono state le problematiche emerse durante l'incontro che riguardano la pianificazione a medio e lungo termine nell'area metropolitana ovest e che coinvolgono in vario modo i quattro Comuni.
Desta notevole preoccupazione, per il Comune di Collegno, l'attestazione della linea 1 della metropolitana in corrispondenza della Stazione Fermi; è ritenuta, infatti, insufficiente l'area destinata a parcheggi individuata in prossimità della fermata, perlomeno sino a quando questa sarà terminale, in quanto non adeguata ad accogliere un bacino di utenza non solo collegnese, ma che ragionevolmente interesserà Grugliasco, Rivoli, Pianezza e la Val di Susa.
Inoltre, sempre in relazione all'attivazione della linea metropolitana, le Amministrazioni riscontrano una mancanza di informazione su quali interventi riorganizzativi siano in atto per il trasporto pubblico di superficie, se vi saranno delle riduzioni nel servizio e in che termini interesseranno l'area metropolitana. E' possibile ipotizzare un trasporto di superficie secondario a supporto del principale metropolitano e con una connotazione sicuramente più locale, ma è ritenuto necessario avere delle valutazioni sui possibili collegamenti della stazione con i Comuni di Grugliasco, Rivoli e Pianezza.
Altro elemento sul quale non si hanno certezze è costituito dal tipo di mobilità, pubblica e privata, lungo l'asse di Corso Francia sia in relazione ai cantieri della metropolitana, nella fase dell'eventuale prolungamento sino a Rivoli, che in relazione alle linee di TPL, attualmente di collegamento con Torino (linea 36) che, con l'attivazione della linea 1, si andranno a sovrapporre al servizio fornito dalla metropolitana.


 

(PARTE 2)

 

2. COORDINAMENTO DEI COMUNI DELL'AREA OVEST

Uno dei problemi più sentiti, non solo dai quattro Comuni partecipanti all'incontro di coordinamento , ma esteso all'intera cintura metropolitana, riguarda il regime tariffario del servizio pubblico che, come più volte richiesto in diverse sedi, dovrebbe essere unico per l'utenza di tutta l'area metropolitana, Città di Torino compresa.
Infine, con la presente, si richiede un confronto tecnico sugli effetti delle modifiche apportate, a partire dal 13 dicembre 2003, al servizio di trasporto pubblico di superficie nell'ambito dei tenitori di competenza.
Premesso che, i Comuni di Grugliasco, Collegno e Rivoli, concordano sul complessivo miglioramento del servizio offerto a seguito della riorganizzazione, in particolare con le novità introdotte dal prolungamento della linea 17 relativamente alla sua funzionalità, copertura territoriale e frequenze di passaggio; gli stessi ritengono opportuna una verifica tecnica da parte della GTT al fine di revisionare alcune criticità emerse, nelle linee stesse, quali lo scarso gradimento di alcune di esse da parte dell'utenza (linea 38) e la mancata copertura di parti di territorio prima interessate dal servizio (caso di Grugliasco).
Si evidenzia, inoltre per il Comune di Pianezza l'esigenza, più volte segnalata, di integrare l'unico collegamento attualmente esistente (linea 32) con il prolungamento della linea 33 da Collegno sino al centro abitato del Comune.
Sulla base delle considerazioni emerse nell'incontro, qui riportate, le Amministrazioni dei Comuni scriventi ritengono necessario conoscere, quanto prima, le Vs. valutazioni in merito ad una pianificazione a breve e medio termine sul trasporto pubblico locale e si rendono disponibili ad un confronto tecnico che consenta di risolvere le problematiche evidenziate.
In attesa di un gradito riscontro si porgono cordiali saluti.

Assessore all’Ambiente della Città di Collegno
(Giovanni Pesce)
Assessore ai Trasporti della Città di Grugliasco 
(Luigi Montiglio)
Assessore alla Mobilità del Comune di Pianezza
(Piero Pensato)
Assessore ai Trasporti della Città di Rivoli 
(Vincenzo Nicolosi)

Leggi tutto...

Novità in vista nei prossimi mesi nel campo dei trasporti: verrà istituita una nuova linea che collegherà la Città alla stazione Fermi, capolinea della metropolitana. La linea percorrerà (da Collegno) via Magenta, corso Francia, via Castagnevizza, via Vandalino e a Grugliasco, via Riesi (al ritorno via San Gragorio Magno), via Napoli, viale Radich, corso Torino, viale Echirolles, via Leon Tron, piazza Papa Giovanni, via Don Caustico, corso King, via Olevano, corso Cervi e ritorno verso il capolinea. 

La nuova linea sarà attiva dalle 4 del mattino all'1 circa con passaggi ogni 8 minuti nelle ore di punta e ogni 10 min nelle altre fasce orarie, comprese le ore serali, i prefestivi e i festivi. In circa 15 minuti si potrà andare da Grugliasco alla capolinea della metropolitana. 

La linea 64, invece, collegherà Grugliasco con Torino e avrà un nuovo capolinea in via Napoli a Borgata Paradiso che intercetterà la nuova linea. 

Chi invece vorrà recarsi al centro commerciale Le Gru potrà usufruire della linea 44.

Sempre nell’ottica di un miglioramento del servizio di autobus, si sta valutando con l’Agenzia metropolitana di allungare il percorso del 56, che ora arriva in via Di Vittorio a Borgata Lesna, fino a Borgata Quaglia.

Le novità riguarderanno anche il trasporto ferroviario in città e l’arrivo della fermata di Borgata Paradiso, che prevediamo possa entrare in funzione entro la fine del 2008. La fermata ferroviaria rappresenta un importante passo in avanti per la mobilità dei cittadini grugliaschesi verso Torino e viceversa, in particolare per gli studenti universitari, che, una volta scesi dal treno, potranno utilizzare la passerella pedonale fino ai locali dell’ateneo. 

Nel piano triennale provinciale dei trasporti è prevista anche la realizzazione di due nuove fermate ferroviarie sul terriotrio grugliaschese: al centro commerciale Le Gru e lungo corso Allamano sulla tratta del nuovo snodo ferroviario Stura-Orbassano-Ospedale San Luigi. Sarà un passo in avanti importante, perché consentirà in futuro di recarsi velocemente all’ospedale San Luigi di Orbassano.

Nell’ambito delle politiche di sostegno e promozione del trasporto pubblico c’è anche l’impegno a lavorare insieme all’Agenzia metropolitana per ottenere l’attivazione del “biglietto unico integrato”: oggi, infatti, fino a via Monginevro la tariffa del biglietto è quella della tratta urbana, mentre, venendo verso Grugliasco, si passa alla tratta suburbana, con un aggravio di costo. 

L’obiettivo è la creazione di un nuovo abbonamento per gli studenti integrato, che consenta agli studenti che da Torino devono recarsi all’Università di Grugliasco e viceversa di non pagare di più di quanti frequentano l’università nel capoluogo piemontese. In futuro bisognerà pensare anche a un trasporto veloce verso la Città della Salute. Infatti è impensabile che i cittadini provenienti da tutta la regione Piemonte e non impieghino meno tempo dalle città di provenienza fino alle stazioni di Porta Nuova e Porta Susa che dalle nostre stazioni fino a raggiungere la Città della Salute. I trasporto su strada a questo punto diventa insufficiente. A questo bisogna pensare a uno scambio di trasporto molto veloce come la metropolitana o il treno. Solo in questo modo si diventa competitivi con l’utilizzo dell’auto.

Ma il trasporto pubblico non è l’unica alternativa ad un uso indiscriminato dell’automobile: esistono infatti soluzioni per promuovere un utilizzo più responsabile dei mezzi di trasporto privati. A questo proposito l’amministrazione comunale sta predisponendo dei progetti che contribuiscano a educare ad un uso più razionale dell’auto, come il car sharing e il car pooling.

Luigi Turco
Assessore ai Traporti

Leggi tutto...

Collegandosi al sito di Gtt (Gruppo Trasporti Torinese)http://www.comune.torino.it/gtt/urbana/percorari.shtml si possono visualizzare gli orari e il percorso completo della linea prescelta, fermata per fermata (incluse le linee speciali per gli stabilimenti e le linee scolastiche).

Una volta visualizzato il percorso richiesto, cliccando sul numero della fermata, è possibile leggere in tempo reale la previsione di arrivo della linea a quella fermata.

Leggi tutto...

Da mercoledì 10 settembre 2008 Grugliasco ha una linea di trasporto in più grazie ad un accordo tra i comuni dell’area metropolitana, Gtt e Agenzia Metropolitana. Si tratta del 76 che collega il capolinea della metropolitana Linea 1 (Fermi) con le borgate della Città. 

Un servizio fortemente voluto dall’Amministrazione comunale e dall’assessore ai Trasporti Luigi Turco: «Abbiamo voluto fortemente questa nuova linea – dice Turco – per agevolare i nostri cittadini nel prendere la linea del metrò. Ora con questo nuovo bus è più semplice e rapido raggiungere il capolinea di Fermi». 

La nuova linea, attiva ogni giorno dal lunedì alla domenica, ha una frequenza di passaggio di 8 minuti nelle ore di punta e di 10 nelle altre (stessa frequenza attuale della linea 64). 

Il 76 fa capolinea a Collegno, in via De Amicis (alla stazione della metropolitana Fermi) e percorre via De Amicis, via Magenta, corso Francia (dove incrocia le linee 33, 33/ e 36), via Castagnevizza ed entra nel territorio grugliaschese in via Vandalino, via Riesi, via Napoli (dove incrocia la linea 64 e la futura fermata ferroviaria), corso Torino (dove si può prendere anche il 44 e il 17), viale Echirolles, via Leon Tron (dove incrocia il 38), piazza Papa Giovanni, via Don Caustico, corso Martin Luter King (dove passa già il 44), via Olevano (ex capolinea del 64), e ritorno in corso Fratelli Cervi e piazza Papa Giovanni facendo il percorso inverso. 

La nuova linea ha comportato anche diverse nuove fermate su via Vandalino e in corso King per facilitare gli anziani a raggiungere l’Inps, ma anche i grugliaschesi e i collegnesi ad arrivare alla fermata ferroviaria e al capolinea del 64 che va in centro a Torino. 

«Si è deciso in accordo con Gtt – aggiunge l’assessore Turco – di creare un solo capolinea a Fermi per rendere più veloce e agevole la linea di trasporto. L’obiettivo è favorire i nostri cittadini nel raggiungere in breve tempo la metropolitana. Una linea è utile ai lavoratori diretti a Torino o a quelli che vengono a lavorare a Grugliasco e agli studenti delle Facoltà di Agraria e Veterinaria di via Da Vinci e della residenza universitaria di Villa Claretta. Questo risultato è frutto del gioco di squadra dei Comuni di Grugliasaco, Collegno e Pianezza, Agenzia Metropolitana e Gtt, con il prezioso supporto dei tecnici del settore Trasporti della nostra Amministrazione».

Leggi tutto...

 

In allegato viene riportata la tabella contenente l'elenco degli interventi di edilizia convenzionata:

Leggi tutto...

 

scarica in allegato il regolamento di igiene:

Leggi tutto...

1 - ORGANIZZAZIONE DEL SETTORE PIANIFICAZIONE E GESTIONE COMPATIBILE DEL TERRITORIO - AREE EDILIZIA, URBANISTICA, STUDI E PROGETTI

 

 

 


 

Le Aree Edilizia, Urbanistica, Studi e Progetti del Settore Pianificazione e Gestione Compatibile del Territorio  (Dirigente Arch. Vincenzo DI LALLA) si occupano della disciplina dell'uso del territorio dal punto di vista conoscitivo, normativo e gestionale non limitato ad un puro e semplice controllo sui modi di esercizio dell'attività edilizia, bensì postulando una visione unitaria e complessiva circa i vari modi di uso e gestione del territorio


I RECAPITI

Segreteria di Settore ed Assessorato:
E- MAIL 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Fax 011.4013635

Antonina BUTERA 011.4013639 - 011.4013621
Patrizia BERGAMASCO 011.4013634
Gabriella TREVAINI 011.4013638

 

 


 

 

2 - DI COSA SI OCCUPA L'AREA EDILIZIA

 

L'Area Edilizia (Direttore Arch. Marco Andreis) si occupa di tutto quello che riguarda gli interventi sulle costruzioni esistenti ovvero la realizzazione di nuove costruzioni e più in generale di tutte le trasformazioni comportanti opere edilizie che avvengono sul territorio, di vigilanza sull'attività edilizia, di tutela della pubblica incolumità, dell'erogazione dei contributi regionali per l'eliminazione ed il superamento delle barriere architettoniche.

 

 


 

 

3 - DI COSA SI OCCUPA L'AREA URBANISTICA

 

L'Area Urbanistica si occupa degli strumenti urbanistici generali ed esecutivi di iniziativa pubblica e privata, del Piano per Edilizia Economica Popolare (P.E.E.P.) e dei Piani per Insediamenti Produttivi (P.I.P.) , dei Programmmi di Recupero Urbano, del rilascio di certificazioni relative ai temi dell'urbanistica e dell'edilizia.

 

 


 

 

4 - DI COSA SI OCCUPA LA SEZIONE STUDI E PROGETTI

 

L'Area Studi e Progetti si occupa della progettazione urbanistica ed architettonica di interventi a scala urbana tra i quali Varianti al Piano Regolatore Generale (P.R.G.), Piani Particolareggiati (P.P.), Piani Quadro e Studi di Fattibilità, di analisi urbanistiche e monitoraggi relativi al territorio, dell'informatizzazione del Piano Regolatore Generale e della distribuzione degli elaborati cartografici.

 

 

 


 

 

5 - CHE COSA SI PUO' FARE PRESSO LO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA E RELATIVI ORARI

 

ORARI:

Lo sportello si trova al 4° piano del palazzo comunale -Piazza Matteotti, 50 ed è aperto nei giorni di:


- MARTEDI' dalle ore 8,30 alle ore 17,30 
- MERCOLEDI' dalle ore 9,00 alle ore 12,00
- GIOVEDI' dalle ore 9,00 alle ore 12,00 


I professionisti ed i privati, per la trattazione di argomenti particolarmente delicati o complessi possono concordare un appuntamento telefonico con i tecnici. 


ALLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA SI PUO':

- richiedere permessi di costruire per tutti i tipi di interventi che devono essere eseguiti su fabbricati esistenti;

- richiedere permessi di costruire per la realizzazione di fabbricati e manufatti nuovi;

- presentare segnalazioni certificate di inizio attività per le opere come sopra , nei casi consentiti dalla legge;

- richiedere ed ottenere certificati, di qualsiasi genere, relativi alle attività edilizia ed urbanistica;

- certificati attestanti gli estremi dei titoli abilitativi relativamente ad opere edilizie;

- certificati attestanti la data di inizio e fine lavori di opere edilizie;

- certificati attestanti la numerazione civica assegnata;

- certificati di destinazione urbanistica e di destinazione d'uso dei locali;

- certificati di idoneità di alloggio per ricongiungimento famigliare;

- certificati di avvenuta demolizione di immobili;

- certificati in genere relativi ad atti conservati presso l'archivio;

- richiedere ed ottenere copie di documenti conservati presso l'archivio del Settore;

- presentare segnalazioni certificate di agibilità;

- richiedere ed ottenere l'assegnazione dei numeri civici , ovvero verifiche su quelli già esistenti;

- richiedere informazioni relative alle aree P.E.E.P. e P.I.P.;

- richiedere informazioni in genere relative a piani esecutivi di iniziativa sia pubblica che privata;

- depositare frazionamenti catastali;

- richiedere autorizzazione per la posa di impianti pubblicitari su immobili privati;

- richiedere informazioni relative al diritto di prelazione del Comune su unità immobiliari in edilizia agevolata;

- richiedere ed ottenere autorizzazioni alla vendita di unità immobiliari in edilizia agevolata;

- presentare richiesta per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà;

- richiedere finanziamenti regionali per l'adeguamento di edifici e/o appartamenti alla normativa relativa al superamento di barriere architettoniche;

- presentare richiesta per l'assegnazione dei contributi per gli edifici di culto;

- segnalare situazioni di potenziale pericolo dovute a lesioni in fabbricati da cui derivi la necessità di salvaguardare la pubblica incolumità;

- segnalare situazioni di irregolarità edilizia;

- richiedere informazioni e documentazione relativamente alla progettazione, agli studi e monitoraggi, eseguiti nell'ambito del Settore;

- depositare le denunce relative alle strutture di fabbricati nuovi od oggetto di modifiche ai sensi del D.P.R. 380/2001;

- richiedere ed ottenere qualsiasi informazione relativa ai punti precedenti.


 

Leggi tutto...

I.T.I.S. "E. Majorana"

 via Baracca, 76/86 - 10095 Grugliasco

tel. 011/4113334
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">http://www.itismajo.it

  


Istituto "Elio Vittorini"

I.T.C. "Elio Vittorini"

via Crea, 30 - 10095 Grugliasco
tel. 011/3099136-7-8
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.vittorgru.it

I.T.G. "Castellamonte"
corso Allamano, 130 - 10095 Grugliasco
tel. 011/3099121
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.vittorgru.it

  


liceo scientifico "Marie Curie"

 corso Allamano, 120 - 10095 Grugliasco

tel. 011/3095777
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.liceomcurie.it/home.html

 

 

 

 

 

Leggi tutto...

icophoto1 icovideo1 icorss1

© 2012 Comune di Grugliasco (TO), Piazza Matteotti, 50 - CAP 10095, T. 011 4013263/264 P.IVA 01472860012 - grugliasco@cert.ruparpiemonte.it