Comune di Grugliasco

Questo sito utilizza cookies tecnici e analitici. Informazioni alla sezione Privacy in "Amministrazione Trasparente - Altri contenuti"

Cliccando su "APPROVO" o continuando la navigazione, dichiara di aver compreso le modalità di trattamento. Per saperne di piu'

Approvo

TERREMOTO CENTRO ITALIA: LA CITTA' DI GRUGLIASCO HA APERTO UN CONTO CORRENTE PER RACCOGLIERE GLI AIUTI. IL SINDACO FA PROPRIO L'APPELLO ANCI: “COORDINIAMO L’IMPEGNO A FAVORE DEI TERREMOTATI”

“Dobbiamo necessariamente coordinare tutte le offerte e gli aiuti alle popolazioni colpite dal terremoto senza dispersione alcuna. Per questo invito chiunque si stia pur lodevolmente muovendo a favore delle popolazioni colpite dal sisma a fare proprio l’appello lanciato dal presidente dell’Anci, affinché istituzioni, associazioni e singoli cittadini, facciano riferimento anzitutto alla Sala operativa unificata permanente del Dipartimento della protezione civile nazionale”.


Il sindaco di Grugliasco, Roberto Montà, ha diramato un invito dopo che, in queste stesse ore, anche la Protezione Civile nazionale si è vista costretta a dire stop alle raccolte spontanee per evitare che manchi ciò che realmente serve ai senzatetto.


“Chi vuole può contattare direttamente il numero verde 800 840 840 - Contact center della Protezione civile nazionale o visitare i siti web della Protezione civile nazionale: http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/home.wp
o della Protezione civile regionale: http://www.regione.piemonte.it/protezionecivile/
dove trovare tutte le informazioni utili e gli aggiornamenti sul terremoto che ha colpito l'Italia centrale.


Intanto, in queste ore, l’Amministrazione comunale di Grugliasco, ha messo a disposizione di tutti i cittadini anche un conto corrente "Terremoto Centro Italia" attivato presso la Banca Carige Italia, filiale di Grugliasco cod. 279, dove poter effettuare una donazione utilizzando l'IBAN IT21C0343130530000000801780.

È utile indicare, nella causale «Terremoto Centro Italia». Le offerte (eccetto quelle in contanti) sono fiscalmente deducibili.

 

Da lunedì mattina l'Anci e la Protezione civile inizieranno i sondaggi per individuare l'opera o le opere da realizzare e valuteranno in loco, insieme ai sindaci, l'urgenza e la priorità degli interventi. Verranno privilegiate le scuole, gli asili, gli ospizi, le strutture sanitarie. E si studierà anche la possibilità di interventi diretti a favore delle famiglie più colpite, magari per garantire le risorse per i libri e gli accessori in vista dell'inizio dell'anno scolastico. Intanto nei territori colpiti dal sisma sono stati aperti i primi centri di ascolto per verificare tutte le necessità, raccogliendo informazioni e segnalazioni che saranno utili ad individuare i progetti più necessari e più concreti.

 

«Confido che associazioni, operatori economici e cittadini - afferma il sindaco Roberto Montà - ci aiutino nella raccolta di fondi per la ricostruzione di interi paesi distrutti dal sisma. Dobbiamo mobilitarci ora, senza esitazione - continua Montà - affinchè le immagini drammatiche che continuano a trasmettere i media, possano diventare per molti solo un brutto ricordo».


Come presidente del Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino Montà ha anche sollecitato gli oltre 30 comuni aderenti a fare altrettanto mettendo a disposizione il conto corrente e le relazioni attivate. Mentre come presidente di Avviso Pubblico ha chiesto agli oltre 350 enti soci a livello nazionale di raccogliere risorse e ricercare la disponibilità di tecnici e funzionari per il lavoro di monitoraggio delle strutture per poi avviare le procedure per la ricostruzione.


«Questa tragedia ha bisogno di una risposta e dell'impegno delle comunità e dei cittadini cui le istituzioni devono garantire efficienza e trasparenza nella gestione delle risorse. Insieme possiamo farcela e bene. Lo dobbiamo a chi ha perso la vita e a chi oggi ha di fronte a se solo macerie».


Per chi avesse problemi a fare bonifici, resta attivo il numero 45500 al quale basta mandare un sms.


Il sindaco e l'Amministrazione comunale ringraziano tutti fin da ora, sicuri che Grugliasco e i grugliaschesi dimostreranno cosa significa essere solidali.

icophoto1 icovideo1 icorss1

© 2012 Comune di Grugliasco (TO), Piazza Matteotti, 50 - CAP 10095, T. 011 4013263/264 P.IVA 01472860012 - grugliasco@cert.ruparpiemonte.it