Comune di Grugliasco

Questo sito utilizza cookies tecnici e analitici. Informazioni alla sezione Privacy in "Amministrazione Trasparente - Altri contenuti"

Cliccando su "APPROVO" o continuando la navigazione, dichiara di aver compreso le modalità di trattamento. Per saperne di piu'

Approvo

DALL'1 OTTOBRE 2019 AL 31 MARZO 2020 LIMITAZIONI ANTISMOG – TUTTE LE INFORMAZIONI DA SAPERE

Il Comune di Grugliasco, applicando la normativa della Regione Piemonte e in accordo con la Città metropolitana, ha adottato la propria ordinanza per limitare i livelli di inquinamento dell'aria. L'ordinanza che entra in vigore martedì 1 ottobre è consultabile, in pdf, in allegato. Si raccomanda a tutti i cittadini di scaricarla e leggerla con attenzione, specie per quanto riguarda le novità in materia di esenzioni dalle misure di blocco.

Per aggiornamenti sui livelli di allerta e gli eventuali blocchi temporanei, si invita a consultare la pagina dell'ARPA all'indirizzo https://www.arpa.piemonte.it/export/bollettini/semaforo.pdf

Per quanto riguarda le vie non soggette a blocchi e quindi sempre a libera circolazione, si invita a consultare la pagina della Città metropolitana che verrà aggiornata nei prossimi giorni: http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/ambiente/qualita-aria/blocchi-traffico/mappa-comuni-interessati.

 

IN SINTESI

LIMITAZIONI SEMPRE ATTIVE

Divieto a partire dal 1° ottobre 2019 al 31 marzo 2020 le seguenti misure:
- divieto di sostare con il motore acceso
- divieto di circolazione di tutti i veicoli BENZINA GPL E METANO EURO 0 E DIESEL EURO O E 1
- divieto di circolazione di tutti i veicoli dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00 dei veicoli DIESEL EURO 2 E 3

 

verde.jpg

 

LIMITAZIONI EMERGENZIALI DA VERIFICARE SUL SITO DEL COMUNE DI GRUGLIASCO O SUL SITO DI ARPA PIEMONTE OGNI LUNEDI' E GIOVEDI'

Tutti i lunedì e i giovedì l’ARPA misurerà la qualità dell’aria e se si superano le soglie previste scatteranno ulteriori limitazioni EMERGENZIALI. A seconda del livello di inquinamento entreranno in vigore le misure previste dai semafori: verdearancione, rosso e viola (limitazioni da visualizzare nei files in allegato che vi consigliamo di scaricare per averli sempre a portata di mano).

 

Sono previste esenzioni sia per la limitazioni strutturali sia per quelle temporanee (semafori arancione, rosso e viola). Le limitazioni riguardanti la circolazione veicolare sono automaticamente sospese nelle giornate in cui è indetto uno sciopero del Trasporto Pubblico Locale e i giorni 25, 26 dicembre e 1 gennaio.

 

Per verificare in modo rapido la classe ambientale (categoria Euro) del proprio veicolo è possibile consultare il Portale dell'Automobilista (https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/verifica-classe-ambientale-veicolo), il sito di servizi di e-government del Dipartimento Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

 

Definizione delle categorie di autovetture e veicoli commerciali


categoria M1: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente
categoria N1: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t
categoria N2: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 3,5 t ma non superiore a 12 t
categoria N3: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 12 t
categoria L1: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h
categoria L2: veicoli a tre ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h
categoria L3: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h
categoria L4: veicoli a tre ruote asimmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h (motocicli con carrozzetta laterale)
categoria L5: veicoli a tre ruote simmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h
categoria L6: quadricicli leggeri, la cui massa a vuoto e' inferiore o pari a 350 kg, esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, la cui velocità massima per costruzione e' inferiore o uguale a 45 km/h e la cui cilindrata del motore e' inferiore o pari a 50 cm³ per i motori ad accensione comandata; o la cui potenza massima netta e' inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna; o la cui potenza nominale continua massima e' inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici. Tali veicoli sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai ciclomotori a tre ruote della categoria L2e, salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie
categoria L7: i quadricicli, diversi da quelli di cui alla categoria L6e, la cui massa a vuoto e' inferiore o pari a 400 kg (550 kg per i veicoli destinati al trasporto di merci), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, e la cui potenza massima netta del motore e' inferiore o uguale a 15 kW. Tali veicoli sono considerati come tricicli e sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai tricicli della categoria L5e salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie

icophoto1 icovideo1 icorss1

© 2012 Comune di Grugliasco (TO), Piazza Matteotti, 50 - CAP 10095, T. 011 4013263/264 P.IVA 01472860012 - grugliasco@cert.ruparpiemonte.it