NESSUN RISCHIO DI REVOCA DEI FINANZIAMENTI DEL PNRR

Pubblicato il 10 giugno 2022 • Comune

Una comunicazione del Ministero degli Interni, indirizzata a oltre 4.000 Comuni, chiedeva delle specifiche su un finanziamento di cui alla legge di bilancio 2020 (legge n.160/2019) e poi confluite all'interno del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

 

Il candidato sindaco Mariano Turigliatto, con nota n. prot. 34497 del 17 maggio 2022 indirizzata al Comune e da lui stesso diffusa attraverso vari canali di comunicazione a disposizione sua, quale candidato sindaco, e delle liste a suo sostegno, chiedeva informazioni e paventava un possibile danno a carico del bilancio della Città a seguito dell'eventuale revoca del contributi per l'efficientamento energetico nell'ambito del PNRR

 

Il Ministero degli Interni aveva prontamente precisato che la nota inviata agli oltre 4000 Comuni era “un atto necessario che non pregiudica il successivo finanziamento delle opere ma è soltanto diretto a consentire agli enti interessati di regolarizzare le procedure di monitoraggio e di rendicontazione, essenziale per la successiva erogazione delle risorse riferite agli anni 2020 e 2021, e confluite nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).”.

 

La Città di Grugliasco ha dato riscontro, come comunicato anche al candidato sindaco Mariano Turigliatto, con nota del 27 maggio 2022 prot. n. 37906 al Ministero degli Interni, assicurando di aver correttamente rendicontato e aver ricevuto relativa validazione.

 

Di conseguenza non esiste alcun rischio di revoca dei contributi richiesti per l'efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile ex art. 1, comma 29 e ss. della legge 160/2019, PNNR, né tantomeno, l'eventualità di possibili danni a carico del Comune di Grugliasco.