GRUGLIASCO RIPARTE DOPO LA PANDEMIA COVID E LE CHIUSURE FORZATE - ECCO TUTTE LE MISURE PER IL SOSTEGNO

Pubblicato il 1 luglio 2021 • Comune

L'Amministrazione comunale mette in campo una serie di misure per contrastare la povertà e sostenere ragazzi, famiglie, tessuto economico e persone più fragili con oltre un milione e seicento mila euro

Un vero e proprio recovery fund per Grugliasco. Si tratta del piano per sostenere giovani, famiglie, attività economiche e persone fragili colpiti dalla pandemia di COVID-19 messo in atto dall'Amministrazione comunale per far ripartire la città colpita da chiusure e nuove forme di povertà.

In totale sono 1 milione e 670mila euro i fondi messi a disposizione dal bilancio comunale per il sostegno alla Città. Soldi provenienti dall'avanzo di bilancio 2020 e da contributi statali (360mila euro) stanziati anche durante la pandemia dove sono state meno le richieste di contributi per eventi, manifestazioni e altre spese per il funzionamento della macchina comunale.

Tra le varie misure il sostegno per venire incontro alle esigenze delle famiglie nel riavvicinare i propri figli ai servizi educativi, sportivi, aggregativi e culturali con un contributo pari a 400mila euro e un bonus famiglie per attività, sportive, educative, servizi scolastici e saperi, tra i 100 e i 200 €, destinato alle famiglie con figli in età compresa tra i 3 e i 16 anni con ISEE inferiore a Euro 30.000,00 (circa 2.200 beneficiari); assistenza alla disabilità con il sostegno alla frequenza dei centri estivi per bambini e ragazzi fra i 3 e i 14 anni con disabilità; Dote nido con un voucher alle famiglie che si iscrivono al nido con le nuove tariffe con l'obiettivo, in raccordo con il finanziamento dello Stato, di garantire il nido a costo zero per famiglie con Isee fino ad 11.650,00 €, e a meno di 100,00 € per famiglie con Isee tra gli 11.650,00 € e i 19.350,00 €.

Per il tessuto economico colpito dalla crisi sono stati destinati 660mila euro oltre a altri 360mila euro dello Stato: si parte dalla Tariffa rifiuti con uno sconto, direttamente in bolletta, del 50% per le attività economiche colpite da chiusure e restrizioni legate alla crisi da Covid alla richiesta al Comune di un contributo dal 25% al 50% per attività che dimostrino una perdita del fatturato tra il 20% e il 40%.

Un contributo al commercio locale a fondo perduto di 500,00 € per 250/280 attività colpite da chiusure e restrizioni, fra servizi alla persona (parrucchieri, estetisti), negozi di vicinato sotto i 250 mq e pubblici esercizi (bar, ristoranti).

Una riduzione del canone per l'utilizzo delle palestre per i mesi da settembre a dicembre 2021 rivolto ad associazioni e società sportive al fine di favorire la sostenibilità della ripresa della pratica sportiva e altre due importanti misure per le aziende del territorio: per chi assume grugliaschesi in cerca di occupazione e l'integrazione del fondo attivo con Fondazione Operti per dare maggiori garanzie e risposte a piccole attività economiche in situazioni transitorie di sofferenza finanziaria.

Per queste utlime misure sarà pubblicato apposito avviso che indicherà tempistiche e modalità di presentazione delle domande. Per eventuali informazioni contattare Monica Ortale, referente del Servizio Politiche Attive del Lavoro e Rapporti con le Imprese: monica.ortale@comune.grugliasco.to.it - T 011 4013313.

Infine le ultime misure riguardano le persone fragili con sconti e contributi pari a 250mila euro: per la tariffa rifiuti uno sconto pari alla quota variabile della tariffa (circa 30 € a persona), direttamente in bolletta, per i nuclei familiari maggiormente colpiti dalla crisi conseguente alla pandemia da Covid (beneficiari buoni solidarietà alimentare e contributo affitti, nuclei in carico Consorzio Ovest Solidale); l'ntegrazione del fondo attivo con Fondazione Operti per dare maggiori garanzie e risposte a nuclei famigliari in situazioni transitorie di sofferenza finanziaria; contributi per cittadini residenti che necessitano di sostegni straordinari ad integrazione delle nuove misure previste dal regolamento del Consorzio Ovest Solidale e un ulteriore contributo per i nuclei familiari (con bassi livelli di Isee) che hanno pagato con fatica l'affitto e a cui la Regione, pur ammettendoli in graduatoria, non è riuscita garantire il contributo. Integrazione del fondo "salvasfratti" per sostenere le famiglie in difficoltà e a rischio convalida dello sfratto.

«Uno sforzo notevole per aiutare le fasce più deboli e quelle più colpite dalla pandemia – spiegano il sindaco di Grugliasco Roberto Montà e l'assessore al bilancio Luca Mortellaro – frutto di un intenso lavoro di squadra del Comune e di un attento e oculato utilizzo delle risorse comunali. Nell'ultimo anno e mezzo abbiamo risparmiato una quota tale che ci ha permesso di studiare e attuare queste misure per restituire ai cittadini, sotto forma di servizi, i soldi risparmiati dall'avanzo di bilancio 2020 e far ripartire sia i bilanci familiari sia quelli delle attività produttive. Dall'emergenza COVID si esce tutti insieme, istituzioni, imprese e cittadini, rinnovando un patto che metta al centro le famiglie, in particolari quelle più fragili, i ragazzi e il tessuto economico e sociale locale per garantire diritti, occupazione e qualità della vita».

IL SOSTEGNO AL TERRITORIO (infografica)
Allegato formato pdf
Scarica