LA CITTA' METROPOLITANA CHIEDE AI PRIVATI LA MANUTENZIONE DELLE AREE

Pubblicato il 17 febbraio 2022 • Informazioni comunali

LA CITTA' METROPOLITANA CHIEDE AI PRIVATI LA MANUTENZIONE DELLE AREE VERDI CONFINANTI CON LE STRADE PROVINCIALI E IL CORRETTO DEFLUIRE DELLA ACQUE PER EVITARE ALLAGAMENTI.

La Città Metropolitana di Torino, con una lettera inviata al Comune, ha chiesto di vigilare nei confronti dei proprietari frontisti di strade sul territorio comunale per l’adozione degli opportuni interventi di controllo, messa in sicurezza, adeguamento, manutenzione dei fondi confinanti per eliminare le condizioni di pericolo dovute alla presenza di vegetazione spontanea e/o instabile.

In pratica, dopo gli ultimi eventi meteorici avversi (quelli di ottobre 2021 e febbraio 2022) e alle precipitazioni nevose occorse nelle passate stagioni invernali che hanno comportato notevoli danni al patrimonio stradale dell'ex Provincia di Torino, con problematiche e disagi per la circolazione e l’utenza stradale, la Città Metropolitana chiede ai proprietari di piantagioni poste a dimora in terreni confinanti con le strade provinciali di provvedere a:

potare regolarmente le siepi radicate sui propri fondi e che provocano restringimenti, invasioni o limitazioni di visibilità e di transito sulla strada confinante;

tagliare i rami delle piante radicate sui propri fondi che si protendono oltre il confine stradale ovvero che nascondono o limitano la visibilità di segnali stradali, restringono o danneggiano le strade o interferiscono in qualsiasi modo con la corretta fruibilità e funzionalità delle strade

rimuovere alberi, ramaglie e terriccio che possa cadere sulla sede stradale dai propri fondi per effetto di intemperie o per qualsiasi altra causa;

effettuare le necessarie verifiche di stabilità delle alberature;

adottare tutte le precauzioni e gli accorgimenti atti ad evitare qualsiasi danneggiamento,

pericolo o limitazione della sicurezza e della corretta fruibilità delle strade confinanti con i propri fondi.

Inoltre il Comune interverrà per far defluire le acque meteoriche, provenienti con opere di regimazione, griglie e attraversamenti idraulici alla confluenza con strade provinciali, mantenendone l’efficienza nel tempo.