Occupazione temporanea di suolo pubblico

Ultima modifica 8 giugno 2021

Il Comune concede, su richiesta degli interessati, la concessione all'occupazione temporanea di suolo pubblico fino a 364 giorni consecutivi. Ad essa consegue il pagamento del canone di occupazione di suolo pubblico.

A cosa serve
Chiunque, per esigenza temporanea, debba occupare una parte del suolo pubblico per:

  • traslochi
  • ponteggi
  • deposito macerie e lavori stradali
  • attività commerciali
  • manifestazioni

Come richiedere la concessione

Occorre presentare almeno una settimana prima l'occupazione presso l'Ufficio Tributi richiesta in bollo su modulo prestampato.

Alla domande deve essere allegata una planimetria dell'area da occupare che evidenzi il tipo di occupazione, l'area occupata in riferimento a:

  • marciapiedi
  • parcheggi
  • fermate autobus
  • situazioni viarie particolari

Per l’occupazione di aree adibite alla sosta delle autovetture o della sede stradale si rende obbligatoria anche la richiesta di apposita ordinanza.

In questo caso entrambi le istanze devono essere presentate almeno dieci giorni prima l’occupazione.

E' prevista una proceduta d'urgenza per esclusivi e motivati casi di pericolo, ad esempio caduta cornicioni pericolanti, con il rilascio della concessione in 3 giorni lavorativi con una maggiorazione del coefficiente del 30%.

Modelli di richiesta: scaricabile nella sezione modulistica – tributi – cosap” per le istanze di occupazione suolo; e nella sezione modulistica – “lavori pubblici –viabilità e suolo pubblico” per l’istanza di emissione di Ordinanza

PAGAMENTO DEL CANONE DI OCCUPAZIONE

Sarà possibile effettuare il versamento esclusivamente tramite bollettino di conto corrente postale compilato presso l'Ufficio Tributi.