Accesso Civico Generalizzato

Ultima modifica 24 marzo 2021

L’accesso civico generalizzato è esercitabile relativamente a dati, documenti e informazioni detenuti dalle Pubbliche Amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del D.Lgs. n. 33/2013 e s.m.i., ossia per i quali non sussista uno specifico obbligo di pubblicazione.

Scopo dell'accesso civico generalizzato è favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e promuovere la partecipazione al dibattito pubblico.

L’accesso civico generalizzato è onnicomprensivo, fatti salvi i limiti di cui all’articolo 5 bis, commi 1, 2 e 3, del D.Lgs. n. 33/2013 e s.m.i. come illustrati dalle Linee Guida A.N.A.C. (Delibera 28/12/2016 n. 1309 paragrafo 5).

L’istanza identifica i dati, le informazioni o i documenti richiesti e non richiede motivazione.

La Città di Grugliasco è tenuta a verificare l’eventuale esistenza di controinteressati che potrebbero vedere pregiudicati i loro interessi, coincidenti con quelli indicati dal comma 2 dell’art. 5-bis del D.Lgs. n. 33/2013 (protezione dei dati personali, libertà e segretezza della corrispondenza, interessi economici e commerciali) come chiariti nelle succitate Linee Guida A.N.A.C. (Allegato, paragrafo 9). Ove i contro interessati fossero individuati, i Servizi competenti dovranno coinvolgerli nel processo d’accesso.

Il richiedente deve identificarsi. L’identificazione del richiedente va intesa come condizione di ricevibilità della richiesta. In caso di richiesta anonima o da parte di un soggetto la cui identità sia incerta, l’Amministrazione deve comunicare al richiedente la necessità di identificarsi.

La richiesta di accesso civico generalizzato indirizzata alla Città di Grugliasco può essere redatta utilizzando l’apposito modulo MOD. D (Pdf compilabile), pubblicato nella Sezione “Modulistica – Gestione Documentale” del sito web istituzionale, e presentata secondo una delle seguenti modalità:

  • a mano presso l'Ufficio Protocollo Generale dell'Ente (sito in piazza Matteotti n. 50, Grugliasco), che osserva i seguenti orari: lunedì, mercoledì e giovedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.00; martedì dalle 8.30 alle 16.00; venerdì dalle 8.30 alle 14.00;
  • a mezzo posta elettronica all'indirizzo grugliasco@cert.ruparpiemonte.it (nel caso si utilizzi una casella di posta elettronica certificata), o all'indirizzo protocollo@comune.grugliasco.to.it (nel caso si utilizzi una casella di posta elettronica tradizionale).

Le istanze presentate per via telematica sono “valide” ed “equivalenti” alle istanze sottoscritte con firma autografa apposta in presenza del dipendente addetto al procedimento, nei seguenti casi:

a) se sono sottoscritte e presentate unitamente alla copia del documento d'identità;

b) se sono trasmesse dall'istante mediante la propria casella di posta elettronica certificata;

c) se sono sottoscritte mediante la firma digitale;

d) se l'istante è identificato attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID) o attraverso la carta di identità elettronica (C.I.E.) o la Carta nazionale dei servizi.

In riferimento alla prima opzione (sub a), è opportuno chiarire che l’istanza deve ritenersi validamente proposta in particolare quando siano soddisfatte le seguenti condizioni:

- che l’istanza di accesso sia stata inviata tramite un indirizzo di posta elettronica certificata o non certificata;

- che nel messaggio di posta elettronica sia indicato il nome del richiedente (senza necessità di sottoscrizione autografa);

- che sia allegata al messaggio una copia del documento di identità del richiedente.

In caso di diniego o mancata risposta alla richiesta di accesso civico generalizzato il soggetto richiedente può:

  • richiedere il riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, che decide entro 20 giorni con provvedimento motivato;
  • presentare ricorso al Difensore Civico Regionale.

Il rilascio di dati e documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato per la riproduzione dei supporti materiali.